Laurea, Governo Monti pronto a abolire il valore legale

Tirocini e associazioni in partecipazione: regolarizzazione entro il 30 settembre

di Rag. Giuseppina Giorgi CommentaIn Senza categoria

Entro il 30 settembre 2013 le aziende hanno la possibilità di regolarizzare eventuali rapporti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro e tirocini formativi “non genuini”.

La legge n. 99/2013, in sede di conversione del “Decreto Lavoro”, ha introdotto una procedura di stabilizzazione per i contratti di associazione in partecipazione, con solo apporto di lavoro, non regolari, in forza all’azienda, anche in presenza di accertamenti ispettivi o di provvedimenti amministrativi o giurisdizionali non definitivi.

Per stabilizzazione i contratti di associazione in partecipazione “non genuini”, occorre:

entro il 30 settembre 2013 sottoscrivere un accordo sindacale con le associazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale che preveda l’impegno alla stabilizzazione, la tipologia contrattuale e l’inquadramento;

entro tre mesi dalla data dell’accordo, effettuare l’assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, part-time o full-time, o con contratto di apprendistato e comunque con i benefici applicabili alle assunzioni a tempo indeterminato;

insieme alla firma del contratto di assunzione, sottoscrivere un accordo conciliativo per rinunciare ad ogni pretesa riguardante il periodo pregresso di associazione in partecipazione o forme di tirocinio;

• nei primi sei mesi successivi alla assunzione il lavoratore stabilizzato non può essere licenziato se non per giusta o giustificato motivo oggettivo;

entro il 31 gennaio 2014, versare un contributo straordinario integrativo nella misura del 5% della quota di contribuzione a carico degli associati calcolato sui compensi erogati all’associato, con un massimo di sei mesi;

• entro il 31 gennaio 2014, depositare presso le competenti sedi INPS il contratto collettivo, l’accordo di conciliazione, il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, l’attestazione dell’avvenuto versamento del contributo straordinario integrativo alla Gestione Separata ai fini della verifica della correttezza degli adempimenti;

• l’esito della verifica della documentazione di stabilizzazione è comunicato dall’INPS alla Direzione Territoriale del Lavoro competente e il buon esito comporta l’estinzione degli illeciti civili e penali previsti dalle disposizioni in materia di versamenti contributivi, assicurativi e fiscali, anche se riferiti ad accertamenti ispettivi non definitivi;

• l’archiviazione dei provvedimenti amministrativi o giurisdizionali emanati a seguito contestazioni riguardanti rapporti di associazione irregolari dovrà essere comunicata all’azienda.

 

 


Autore dell'articolo
identicon

Rag. Giuseppina Giorgi

Consulente del Lavoro in Bologna - dal 1978 esercita la professione in forma associata con il rag. Giuliano Vitelli e la rag. Federica Vitelli. Attiva nell’associazionismo professionale ha rivestito per anni la carica di consigliere dell’unione provinciale dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro di Bologna, venendo chiamata al ruolo di presidente negli anni 1991/1992/1993. Sede dello Studio Via Toscana 42/7, Bologna (BO) Tel. 051/475933 – Fax 051/475307 - [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *