Editoriale – La settimana fiscale dal 23 al 27 Luglio 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Nuove srl, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Una delle notizie più rilevanti er gli operatori è sicuramente la proroga dal 31 luglio 2012 al 20 settembre 2012 dell’invio telematico del Mod. 770/2012: ad annunciarlo è il comunicato stampa del 26 luglio del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il differimento del termine, stabilito con D.p.c.m. firmato il 26 luglio dal Presidente del Consiglio Mario Monti, è stato effettuato per venire incontro alle esigenze delle categorie professionali, gravate dai numerosi adempimenti fiscali. Il 25 luglio, con un’interrogazione parlamentare, era stata chiesta al Ministero dell’Economia e delle Finanze la proroga del termine evidenziando che il rinvio non avrebbe causato una riduzione del gettito per l’erario e sarebbe stato un segnale di attenzione del Governo nei confronti dei contribuenti.

Nel frattempo, la Camera ha votato la fiducia al testo emendato del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012), che, quindi, dopo l’esame del Senato, dove con ogni probabilità non subirà modifiche, potrà essere convertito in legge. Dal testo che esce dalla Camera emergono: la proroga della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici fino al 30 giugno 2013 nella misura del 55% (e non più del 50%); l’estensione dell’Iva per cassa alle imprese con fatturato annuo fino a 2 milioni di euro e la previsione che “il diritto alla detrazione dell’imposta in capo al cessionario o al committente sorge al momento di effettuazione dell’operazione, ancorché il corrispettivo non sia stato ancora pagato” (in sostanza, una deroga all’ordinario regime dell’Iva per cassa in virtù della quale i cessionari ed i committenti possono fruire della detrazione dell’Iva senza essere obbligati ad effettuare, prima della detrazione, il relativo pagamento); la previsione di un accordo tra Ministero dell’Economia e ABI per favorire il credito ai giovani con meno di 35 anni che avviano una Srl a capitale ridotto; la semplificazione della Dia edilizia, che potrà essere presentata mediante raccomandata con avviso di ricevimento, salvo i casi in cui è prevista esclusivamente la modalità telematica.

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato, il 26 luglio, il software della “Comunicazione pagamento contanti”, che dovrà essere utilizzato per l’invio, entro il 31 luglio, della comunicazione di adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante per i turisti stranieri (articolo 3, comma 2, del D.L. n. 16/2012). La nuova versione 2.0.1 del software consente di comunicare più conti correnti utilizzati per il versamento del denaro contante incassato. Di conseguenza, nel caso in cui il soggetto cedente o prestatore interessato dalla disciplina di deroga intenda versare il denaro contante incassato su più conti correnti a lui intestati, deve inviare tante comunicazioni quanti sono i conti correnti utilizzati.

A seguito dei numerosi interventi legislativi intervenuti, che vedono le Camere di Commercio chiamate ad erogare nuovi servizi alle imprese, si è reso necessario un aggiornamento della Tabella A allegata al Decreto dirigenziale del 22.12.2011, relativa ai diritti di segreteria da versare alla Camera di Commercio. Per tale ragione, con il Decreto interministeriale del 17.07.2012, sono state aggiunte nuove voci alla Tabella A, tra cui quelle relative ai diritti di segreteria dovuti per i nuovi contratti in rete (fino a € 90), l’iscrizione degli intermediari nel Registro imprese (€ 18 più € 25 per la tessera di riconoscimento), la consultazione del prospetto contabile Xbrl.

Il Ministero dell’Economia sta lavorando al recepimento della Direttiva n. 2012/45/UE, che, dal 1° gennaio 2013, farà entrare in vigore nuove regole per l’utilizzo semplificato delle fatture elettroniche. Viene equiparata totalmente la fattura elettronica a quella cartacea e viene riconosciuta massima libertà agli operatori nello scegliere il formato con cui la fattura elettronica viene emessa o ricevuta, che può essere non solo l’Xml ma anche qualsiasi altro tipo di formato elettronico, come un Pdf allegato ad una mail o un fax ricevuto su PC. Il ricorso alla fattura elettronica resta, tuttavia, subordinato al consenso del destinatario.

Ancora , vi segnalo che la Corte di Cassazione, sezione III penale, con la sentenza n. 30140 depositata il 24 luglio, ha affermato che il reato di omesso versamento dell’Iva non viene meno se successivamente l’imposta viene rateizzata. Il debito nei confronti dell’Erario, infatti, non può essere considerato come estinto fino alla effettiva conclusione del pagamento delle rate. Di conseguenza, il sequestro dei beni è legittimo finché il contribuente non ha concluso la rateazione e non rileva la circostanza che il piano di rateazione sia accompagnato da garanzia fideiussoria.

L’Agenzia delle Entrate ha siglato in questi giorni un accordo con il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili finalizzato a realizzare una proficua collaborazione nella gestione della mediazione tributaria. In particolare, l’Agenzia si impegna ad esaminare tutte le istanze in modo approfondito, a segnalare tempestivamente l’eventuale improponibilità dell’istanza e a ritenere validi i pagamenti, anche quando le somme versate siano, per errore, lievemente inferiori a quelle dovute o versate con lieve ritardo, a condizione che il contribuente sani tempestivamente l’irregolarità. Al contempo, l’ordine dei Dottori Commercialisti si impegna a sensibilizzare i propri iscritti sul carattere preventivo e obbligatorio della mediazione.

In fine vi ricordo che i soggetti che, a causa delle incertezze applicative del nuovo regime dei minimi ex art. 27, D.L. n. 98/2011 e nelle more delle istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, hanno richiesto la partita IVA senza effettuare alcuna comunicazione in merito alla scelta per il nuovo regime dei minimi, possono ancora regolarizzare la propria posizione, senza applicazione di sanzioni, entro il 29.7.2012, in base a quanto previsto dalla Circolare n. 17/E del 30.05.2012. Il termine, cadendo di domenica, slitta a lunedì 30 luglio. La regolarizzazione avviene presentando una nuova dichiarazione di variazione dati (mod. AA9/11) ricompilando la casella relativa all’inizio attività e modificando la scelta in precedenza effettuata.

Un augurio di buon lavoro e a presto

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *