Detrazione per acquisto di box auto: le regole per usufruirne

di Chiara Porrovecchio 7 CommentiIn Dichiarazioni, La Casa, Le detrazioni per risparmiare, Ristrutturazione

Il box auto di nuova costruzione acquistato nel 2013 rientra nei benefici relativi alla detrazione del 50%  per le spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio, purché reso di pertinenza all’unità immobiliare.

A ben vedere tale tipologia di intervento poco c’entra con il concetto di intervento di recupero, in quanto l’agevolazione spetta sull’acquisto di un bene immobile, realizzato cioè finito, da una impresa di costruzione che ne certifica il costo di edificazione.

Una prima importante differenza pertanto, è che ai fini della detrazione nonbisogna fare riferimento all’importo del bonifico pagato al venditore che include anche il ricavo dell’impresa, ma a quello di costruzione dichiarato dal costruttore.

L’implicazione che ne segue è che sono esclusi dal beneficio gli acquisti da privati o da imprese che non siano identificabili nella figura del costruttore stesso.

Alle stesse condizioni è possibile usufruire delle detrazioni per la costruzione in proprio di un box o posto auto pertinenziale. In tali casi il vincolo pertinenziale deve risultare dalla concessione edilizia (circolare n. 24/E/2004, punto 1.2).

Gli adempimenti necessari alla fruizione del beneficio sono gli stessi previsti per le ristrutturazioni ovvero:

– l’effettuazione del pagamento deve avvenire con bonifico bancario o postale da cui risultino:
– causale del versamento (per le spese sostenute dal 1° gennaio 2012 va indicato l’art. 16-bis del TUIR);
– codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento;
– codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

L’indicazione nella dichiarazione dei redditi (righi da E51 a E53 per il 730/2014) delle seguenti informazioni:

– dati catastali identificativi dell’immobile;

Il contribuente deve, inoltre, conservare ed esibire, a richiesta dell’Ufficio, i documenti individuati dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011 (ad esempio la fattura di acconto).

Nel caso particolare in cui l’atto definitivo di acquisto sia stipulato successivamente al versamento di eventuali acconti, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che, in relazione ai pagamenti effettuati con bonifico bancario o postale, la detrazione d’imposta spetta solo se è stato regolarmente registrato un compromesso di vendita dal quale risulti la sussistenza del vincolo pertinenziale tra l’edificio abitativo e il box.

Se manca un preliminare di acquisto registrato, eventuali pagamenti effettuati con bonifico prima dell’atto notarile non sono ammessi in detrazione. In questo caso, infatti, al momento del pagamento non è ancora riscontrabile l’effettiva sussistenza del vincolo pertinenziale richiesto dalla norma.

Tale condizione può essere considerata comunque realizzata, così come chiarito risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 7/E del 13 gennaio 2011, nell’ipotesi in cui il bonifico viene effettuato nello stesso giorno in cui si stipula l’atto, ma in un orario antecedente a quello della stipula stessa.

Visita anche il Dossier dedicato alle Ristrutturazioni Edilizie ricco di approfondimenti, Normativa, risposte alle domande piu’ frequenti.

Se hai un dubbio e vuoi porre un quesito vai alla Sezione del Forum dedicato alle Detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie e Risparmio energetico

Autore dell'articolo
identicon

Chiara Porrovecchio

Funzionario presso una Agenzia Fiscale; oggi si occupa di attività di Audit Interno nell’ambito della Direzione Regionale del Piemonte. In precedenza ha svolto attività di consulente telefonico fiscale presso il Call Center di Torino. Abilitata all’esercizio delle professioni contabili e della Revisione legale (non esercente tuttavia in quanto attività non compatibile con quella di pubblico dipendente) è ricercatore in materie economiche tributarie dal 2008, anno in cui ha conseguito il Dottorato presso l’Università degli studi di Palermo. Autrice di numerosi articoli per il sito web www.fiscoetasse.com. Collabora dal 2013 alla Rivista mensile Fiscalità Estera.

Comments 7

  1. Buongiorno avrei bisogno di un chiarimento sulla detrazione del 50% del costo di costruzione del box. Il bonifico deve essere effettuato per l’intero prezzo di acquisto? L’anno in cui deve essere fatto il bonifico deve coincidere con l’anno dell’atto notarile?
    Se il preliminare per l’acquisto del box ed il relativo bonifico viene fatto da un’unica persona fisica, ma al rogito notarile verrà cointestato, spetterà sempre l’intera detrazione a chi ha fatto il bonifico? Oppure visto che è stato cointestato potrà godere del 50% dello spettante?

  2. Buongiorno,

    volevo un chiarimento sul seguente punto:

    Nel caso particolare in cui l’atto definitivo di acquisto sia stipulato successivamente al versamento di eventuali acconti, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che, in relazione ai pagamenti effettuati con bonifico bancario o postale, la detrazione d’imposta spetta solo se è stato regolarmente registrato un compromesso di vendita dal quale risulti la sussistenza del vincolo pertinenziale tra l’edificio abitativo e il box.

    Per determinare la data di bonifico fa fede la data di emissione o la data di regolamento impostato?

    Nel mio caso in particolare il bonifico per l’acquisto del box è stato fatto 2 giorni prima del rogito ma con data di regolamento pari a quella del rogito.

    Posso accedere comunque alla detrazione?

    Grazie

  3. Buongiorno, sono in procinto di acquistare un negozio vicino alla mia abitazione principale per trasformarlo in box di pertinenza. Cosa devo fare per beneficiare della detrazione del 50%? la pratica di trasformazione da C! a C& va fatta da me o dall’attuale proprietario? posso detrarre i costi di questa piu’ le spese di ristrutturazione? quali sono le norme di ristrutturazione da negozio a box? Grazie,

  4. Il box auto di nuova costruzione: se il box è stato costruito da 6/7 anni ma l’acquisto viene comunque fatto direttamente dal costruttore lo si può definire “di nuova costruzione” oppure c’è un limite dovuto dall’età dell’immobile?

    1. @ Flavio
      Buongiorno,
      è riuscito ad avere delucidazioni in merito alla sua domanda? perché io mi trovo nella stessa situazioni: box ultimato da 8/9 anni ma acquisterei direttamente dal costruttore: in tal caso, sarebbe possibile godere delle agevolazioni fiscali nonostante il tempo trascorso dall’ultimazione?
      Grazie,

      Marco

  5. Devo acquistare un box nello stabile di mia abitazione che sara’ realizzato dal venditore col frazionamento di un locale deposito costruito nel 1990.
    Posso usufruire del recupero fiscale?

  6. Buona sera mi chiamo leonardo e qualche anno fa ho acquistato un immobile con box di
    pertinenza,e x tre anni ho ricevuto il rimborso x la detrazione fiscale del 36% ,poi ho perso il lavoro e non ho più usufruito del rimborso,ora
    l’immobile sto x venderlo con il box, ora vi chiedo chi acquista l’immobile con il box potrà
    ricevere il restante rimborso del 36% poi che
    non sono passati i 10 anni?
    Grazie
    Leonardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *