Decreto crescita: incentivo Nuove Imprese a tasso zero

di Arleo dott. Giuseppe CommentaIn Finanziamenti imprese e professionisti, Testata

Con il Decreto Crescita, entrato in vigore il primo maggio 2019 e in fase di conversione in legge, sono previste importanti novità in materia di incentivi alle imprese, tra cui la più incisiva è quella relativa all‘incentivo Nuove imprese a tasso zero, già operativo e gestito da Invitalia.

Le agevolazioni consistono in finanziamenti fino ad 1,5 milioni di euro, a tasso zero, per coloro che vogliono avviare un’attività imprenditoriale nei seguenti settori:

  • Produzione di beni nei settori dell’industria, artigianato e trasformazione prodotti agricoli
  • Servizi alle imprese e alle persone
  • Commercio
  • Turismo
  • Innovazione sociale

L’incentivo, riguardante l’intero territorio nazionale, è rivolto a :

  • uomini al di sotto dei 36 anni
  • donne senza alcun limite di età,
  • imprese costituite da massimo 12 mesi.

Ad oggi il contributo che si può ottenere è pari ad un massimo di 1,5 milioni di euro rimborsabili in 8 anni.

I fondi disponibili ammontano a 150 milioni di euro totali.

Le domande si presentano esclusivamente in maniera telematica tramite il portale di Invitalia, e hanno un criterio di valutazione a sportello, che viene effettuato nell’ordine cronologico di arrivo, in primo luogo con la verifica dei requisiti formali di accesso e poi di merito sulla bontà del progetto. La procedura puo essere anche supportata da un colloquio conoscitivo.

Lenovità più importanti che riguarderanno l’ incentivo nuove imprese del Decreto crescita, saranno operative soltanto con l’emanazione del Decreto Direttoriale del Mise di concerto con quello del Mef (tale decreto è atteso entro il termine di 90 giorni quindi entro la fine di luglio) e riguardano i seguenti aspetti:

  • Durata del mutuo prevista in 10 anni
  • Ampliamento dei beneficiari alle imprese costituite da almeno 60 mesi e comunque composte dalla maggioranza numerica e di quote in capo a persone aventi i requisiti anagrafici sopra citati.
  • Possibilità di cumulare le agevolazioni di N.i.t.0. con gli altri aiuti di Stato
  • Per le imprese costituite da 36 a 60 mesi il limite massimo di investimenti arriva a 3 milioni di euro e la percentuale di contributo, a tasso zero, viene elevata al 90%.
  • Tutoraggio e agevolazioni sui costi iniziali di gestione per coloro che sono costituiti da meno di 36 mesi.

Sicuramente le modifiche previste mireranno a migliorare l’accesso a questo incentivo diretto ai giovani in modo da dare ulteriori possibilità di accesso ai neo potenziali imprenditori.

Sul tema il prossimo 20 giugno 2019 sarà tenuto un webinar informativo gratuito, online, sul sito Invitalia, con la possibilità di avere tutti i chiarimenti e fare domande agli esperti E’ richiesta l’iscrizione perche i posti sono limitati . Sul sito è presente il link per effettuare la prenotazione .


Autore dell'articolo
identicon

Arleo dott. Giuseppe

Dottore Commercialista iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Salerno dal 2005. Presidente Commissione Studi finanziamenti alle imprese dell'Ordine. Collabora con l'Università degli Studi di Salerno e con testate giornalistiche locali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *