Comunicazione lavoratori in somministrazione entro il 31.1.2019

di Rag. Giuseppina Giorgi CommentaIn Lavoro, Testata

Entro il 31 gennaio 2019, le Aziende che, nel corso dell’anno 2018, hanno  impiegato lavoratori con  contratti di somministrazione, tramite agenzie di lavoro interinale, devono inviare una comunicazione riassuntiva alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (RSU) o, in mancanza, alle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL provinciali delle rispettive categorie.

La comunicazione,(di cui alleghiamo facsimile in fondo a questo articolo), deve essere riferita ai contratti di somministrazione stipulati dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 e deve obbligatoriamente contenere, come di consueto:

·        il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi;

·        la durata dei contratti di somministrazione;

·        il numero e la qualifica dei lavoratori impiegati;

La comunicazione non dovrà prevedere il nome dei lavoratore somministrato, ma solo il dato numerico.

L’invio alle OO.SS. potrà avvenire tramite le seguenti modalità:

·        fax;

·        raccomandata consegnata a mano, avendo cura di farsi firmare la copia per ricevuta;

·        raccomandata con ricevuta di ritorno;

·        posta elettronica certificata (PEC).

E’ prevista una sanzione amministrativa pecuniaria di importo variabile da 250,00 e 1.250,00 euro:

·        sia in caso di mancato assolvimento dell’obbligo di comunicazione;

·        sia in caso di non corretto assolvimento dell’obbligo di comunicazione.

La responsabilità dell’obbligo di comunicazione è a carico dell’Azienda utilizzatrice.

Ricordiamo che i lavoratori somministrati devono essere obbligatoriamente registrati nel LUL (Libro Unico del Lavoro) all’inizio e alla fine dell’impiego presso l’utilizzatore.

MODELLO Comunicazione dei contratti di somministrazione di lavoro


Autore dell'articolo
identicon

Rag. Giuseppina Giorgi

Consulente del Lavoro in Bologna - dal 1978 esercita la professione in forma associata con il rag. Giuliano Vitelli e la rag. Federica Vitelli. Attiva nell’associazionismo professionale ha rivestito per anni la carica di consigliere dell’unione provinciale dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro di Bologna, venendo chiamata al ruolo di presidente negli anni 1991/1992/1993. Sede dello Studio Via Toscana 42/7, Bologna (BO) Tel. 051/475933 – Fax 051/475307 - [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *