Aspetti fiscali degli eventi sportivi di fine anno organizzati dalle Associazioni sportive dilettantistiche

Associazioni sportive dilettantistiche: eventi sportivi di fine anno per la raccolta fondi

di Maurizio Mottola 1 CommentoIn No Profit

Gli aspetti fiscali degli eventi sportivi di fine anno per la raccolta fondi. E’ piuttosto frequente che una associazione sportiva dilettantistica, in occasione delle festività natalizie e di fine anno, organizzi una manifestazione sportiva dedicata ai propri atleti ed aperta anche ad atleti tesserati di altri sodalizi sportivi, anche di diversi enti di affiliazione. Tale evento è sovente finalizzato alla …

Lo Split Payment e il problema delle associazioni in regime 398/91

di Paolo Rendina CommentaIn No Profit

Per le Associazioni in Regime 398/91 lo Split Payment si traduce in una perdita secca del 50% dell’Iva che ora non possono più  reinvestire. Il DDL di Stabilità 2015 introduce importanti modifiche all’art. 17, D.P.R. n. 633/1972 anche per tutte le realtà associative che hanno aderito al particolare regime di favore di cui alla Legge 398/91.  Fra i provvedimenti certamente …

Le dimissioni del Presidente di una associazione non profit

di Paolo Rendina 12 CommentiIn No Profit

Gli aspetti controversi delle dimissioni del presidente di una associazione non profit o di un sodalizio associativo in generale. Il mandato del legale rappresentante di una associazione o di un sodalizio associativo privo di personalità giuridica non può dirsi realmente concluso con le dimissioni di quest’ultimo ben potendo esplicare i propri effetti nel tempo a salvaguardia dei diritti dei terzi. …

ONLUS e decadenza dei benefici fiscali con effetto retroattivo

di Francesca Romana Bottari CommentaIn Commenti Giurisprudenza e Prassi, No Profit

La Corte di Cassazione con Sentenza 1254/2014, ha ritenuto che indipendentemente dalla cancellazione dall’anagrafe ONLUS, la perdita dei benefici per l’Associazione decorre dal momento in cui i requisiti sostanziali, identificati nell’articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, vengono “fattualmente” meno.

Start-Up innovative a vocazione sociale

di Marco Salvati CommentaIn No Profit, Nuove società, Start-up Innovative

Quando il legislatore ha pensato la disciplina delle Start-Up Innovative ha riservato un apposito spazio a quelle imprese “innovative” che operano nei vari settori del sociale, c.d. a vocazione sociale, riservando ad esse un aumento dei benefici fiscali normalmente previsti per le altre imprese innovative e per chi investe in esse.