La Rendicontazione del 5 per mille

di dott. Simona Lenzi 3 CommentiIn No Profit, Testata

Breve excursus sul 5 per mille introdotto per finanziare i soggetti impegnati in attività sociali con obbligo di rendicontazione La finanziaria per il 2006 (Legge 23 dicembre 2005, n. 266, articolo 1, commi 337 e ss.) ha introdotto la possibilità per il contribuente di devolvere il 5 per mille della propria imposta sul reddito delle persone fisiche, a soggetti che …

Ici Chiesa Cattolica. L'Europa segue il caso

Enti religiosi e attività commerciali: sacro e profano si legano nel no profit

di Giuseppe Brocchini CommentaIn No Profit

Nel panorama degli Enti No Profit di carattere religioso, è utile focalizzare l’attenzione sul loro profilo fiscale, perlomeno su quelli civilmente riconosciuti. L’ambito di esame va dagli Enti Ecclesiastici alle Associazioni riconosciute a carattere religioso. E’ fuor di dubbio che tali strutture rientrino nella categoria degli Enti del Terzo Settore (ETS) e già il relativo Codice li prevede. Devono, però, …

La nuova realtà dell'impresa sociale

La nuova realta’ delle Imprese sociali

di Giuseppe Brocchini CommentaIn No Profit, Testata

Le ONLUS stanno attraversando un periodo di grande cambiamento da un punto di vista strutturale, soprattutto con la nuova disciplina fiscale delle imprese sociali di cui all’art. 18 del D.Lgs n. 112/2017. Nella fase transitoria le ONLUS hanno la la possibilità di rivedere ed effettuare delle scelte sui propri settori di attività per adeguarsi al nuovo quadro normativo ed individuare …

Home restaurant: il d.d.l. sulla sharing economy approda in Senato

di Rag. Luigia Lumia CommentaIn No Profit

Home restaurant, il ristorante in casa, attività occasionale di Sharing economy sempre piu’ diffusa, è in cerca di regole. Il disegno di legge approvato ne definisce i confini e i soggetti.  Gestore, operatore cuoco e fruitore sono i soggetti, mentre il perimetro economico resta nei confini di una attività occasionale che non puo’ sconfinare nell’attività tradizionale della ristorazione e si …

Il regime forfettario per le associazioni sportive dilettantistiche

di Maurizio Mottola CommentaIn No Profit

Per una associazioni sportiva dilettantistica che vuole avviare una attività commerciale la scelta del regime contabile e fiscale è molto importante. Sicuramente il regime contabile e fiscale introdotto dalla l. 398/1991 è quello maggiormente utilizzato dalle asd che effettuano attività commerciali, sia per le semplificazioni che lo caratterizzano, sia per i numerosi vantaggi che presenta ai fini Iva, Ires e …