Bonus pubblicità per i professionisti

Bonus pubblicità anche per i professionisti

di Gianluca Giannattasio 5 CommentiIn Attualità, Parliamo di ..., Primo Piano, Testata

A partire dal prossimo anno, sia imprese che lavoratori autonomi potranno beneficiare di un’interessante agevolazione fiscale riconosciuta in merito alle campagne pubblicitarie condotte su quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche (queste ultime se di risonanza locale) (Cfr. Art 57-bis del D.L. 50/2017 e L. 198/2016).

Il bonus sarà riconoscibile dal 2018 ma potrà comunque riferirsi agli investimenti effettuati già a partire dal 24/06/2017.

Il diritto spettante consite in un credito d’imposta riconosciuto nel caso in cui il soggetto interessato effettui un investimento ‘incrementale’ almeno pari all’1% del valore relativo all’anno precedente, in relazione ai citati mezzi d’informazione.

Il credito d’imposta sarà pari al:

  • 75% del valore incrementale degli investimenti pubblicitari inerenti le categorie precedentemente elencate;
  • 90% del valore incrementale degli investimenti pubblicitari inerenti le categorie precedentemente elencate (nel caso di microimprese, piccole e medie imprese, oltre che start-up innovative).

Il credito potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione, mediante modello F24 e per il suo riconoscimento sarà necessario presentare un’apposita istanza al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Le modalità di presentazione dell’istanza come altre disposizioni attuative avrebbero dovuto essere fornite tuttavia tramite un DPCM da adottare entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del D.L. 24/04/2017 n. 50, ovvero entro il 22/10/2017.

Al momento purtroppo tale decreto non è ancora stato pubblicato.

La ratio che si cela dietro tale normativa, oltre all’intenzione di sostenere l’indotto del settore editoriale, è chiaramente quella di incoraggiare l’utilizzo dei mezzi pubblicitari da parte delle imprese.

Aspetto forse meno comune, però, è che sia rivolta anche ai lavoratori autonomi.

Come risaputo, la pubblicità da parte dei professionisti è stata sdoganata da anni attraverso il succedersi di fonti normative provenienti sia da governi di sinistra che di destra (Cfr.  D.L. 226/2006, detto anche decreto Bersani; D.Lgs. 138/2011 e art. 4, co 1 del D.P.R. 137/2012).

L’aspetto essenziale della pubblicità effettuata da un lavoratore autonomo riguarda il carattere prettamente informativo che essa deve mantenere nei confronti del destinatario: la pubblicità informativa, con ogni mezzo, avente ad oggetto l’attività professionale, le specializzazioni ed i titoli professionali posseduti, la struttura dello studio ed i compensi delle prestazioni, è libera.

Le informazioni devono essere trasparenti, veritiere, corrette e non devono essere equivoche, ingannevoli, denigratorie (Cfr. Art 3 comma 5, lettera g) – titolo II – D.Lgs 138/2011).

L’ordinamento giuridico è sempre più proiettato, dunque, alla valorizzazione del principio di libera concorrenza nel settore delle libere professioni …

Ti segnaliamo il nostro Tool in excel Calcolo credito d’imposta pubblicità (excel) utile foglio excel per il calcolo del credito d’imposta per gli investimenti in campagne pubblicitarie introdotto con la Manovra Correttiva 2017

Per approfondire leggi anche il nostro articolo “Credito investimenti in pubblicità per professionisti e imprese: come funziona”


Autore dell'articolo
identicon

Gianluca Giannattasio

E' un tributarista regolarmente autorizzato dall'ufficio territoriale di Agropoli dell'Agenzia delle Entrate allo svolgimento della libera professione. Laureatosi a pieni voti in Economia presso l’Università degli Studi di Salerno, conduce la propria attività dall'anno 2014 principalmente nei confronti di professionisti e piccole imprese verso cui offre consulenza contabile, fiscale e societaria. Più info su: www.studiogiannattasio.org

Comments 5

  1. Vale anche per investimenti pubblicitari online? Ad es. Mi riferisco ad investimenti su strumenti pubblicitari digitali, come campagne Facebook e Google AdWords?

  2. qualche aggiornamento sul webmarketing? Facebook, Adwords, webadvertising tramite agenzie di pubblicità online?

    1. Buonasera, grazie per il commento. Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria ha fornito alcuni chiarimenti : è ammessa anche la stampa online se il giornale è registrato al ROC o in tribunale. Sono escluse dal bonus le spese sostenute per l’acquisto di spazi destinati a servizi particolari, come: televendite, pronostici, giochi, scommesse con vincite di denaro, messaggeria vocale, chat-line con servizi di sovrapprezzo.

    2. identicon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *