La settimana del fisco dal 12 al 16.6.2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana innaztitutto l’attesa  pubblicazione  del Jobs Act del lavoro autonomo e smart working, finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 135 del 13 giugno 2017. Tra le principali novità fiscali contenute nel DL (ora Legge 81 del 22 maggio 2017) si ricordano:

¨        Sono considerate abusive e prive di effetto le clausole che attribuiscono al committente la facoltà di modificare unilateralmente le condizioni del contratto o di recedere da esso senza congruo preavviso e quelle con le quali le parti concordano termini di pagamento superiori a sessanta giorni dalla data del ricevimento da parte del committente della fattura.

¨        le spese relative a prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande sostenute dal lavoratore autonomo esercente arte o professione per l’esecuzione di un incarico e addebitate analiticamente al committente non applicano i limiti di deducibilità previsti dal TUIR.

¨       entro il limite annuo di 10.000 euro, le spese per iscrizione a master, corsi di formazione o di aggiornamento professionale, iscrizione a convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili.

¨        sono integralmente deducibili, entro il limite annuo di 5.000 euro, le spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all’auto-imprenditorialità erogati da organismi accreditati.

¨        sono integralmente deducibili gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà.

¨        Si prevede che i centri per l’impiego e gli organismi autorizzati alle attività di intermediazione in materia di lavoro si dotino in ogni sede aperta al pubblico, di uno sportello dedicato al lavoro autonomo.
Interventi urgenti per la crescita nel mezzogiorno: il Dl approvato
Il Consiglio dei ministri del 9 giugno 2017 ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno. Le principali misure sono la previsione di una disciplina specifica per la istituzione di zone economiche speciali (ZES) e l’introduzione di una serie di misure di semplificazione e velocizzazione degli investimenti, pubblici e privati.

Voluntary disclosure bis: ecco la circolare dell’Agenzia delle Entrate
Con la circolare 19 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulle modalità di accesso alla voluntary diclosure bis. I contribuenti che decidono di rimediare spontaneamente alle omissioni e alle irregolarità commesse fino al 30 settembre 2016 in materia di detenzione di attività finanziarie possono avvalersi, entro il 31 luglio 2017, della riapertura dei termini per l’accesso alla procedura di collaborazione volontaria per l’emersione e il rientro di capitali. C’è tempo fino al 30 settembre 2017, invece, per l’integrazione delle istanze, i documenti e le informazioni.
Partite Iva 2017: regole per la cessazione ed esclusione dal Vies
L’Agenzia delle Entrate ha specificato le regole per la chiusura delle partite Iva e per l’esclusione dalla banca dati Vies in caso di irregolarità o frodi tramite un provvedimento. Il documento di prassi   illustra le caratteristiche delle attività di analisi del rischio e dei controlli periodici, formali e sostanziali, messi in atto dall’Agenzia per verificare l’esattezza e la completezza dei dati forniti dagli operatori per la loro identificazione ai fini Iva e per individuare le eventuali frodi.

Ecobonus e sismabonus 2017: ecco come cedere il credito
I condòmini beneficiari della detrazione d’imposta per gli interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni di edifici e per gli interventi che prevedono l’adozione di misure antisismiche di maggior rilievo, possono cedere un credito d’imposta corrispondente alla detrazione per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Con due provvedimenti l’Agenzia delle Entrate ha specificato le modalità di cessione del credito d’imposta, chiarendo che con due separate risoluzioni saranno istituiti i codici tributo da indicare nel modello F24 per la fruizione dello stesso.

Controlli preventivi 730/2017: approvati i criteri per gli elementi di incoerenza
La Legge di stabilità 2016 ha previsto che nel caso di presentazione della dichiarazione con modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata che incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta e che presentano elementi di incoerenza o che determinano un rimborso di importo superiore a 4.000 euro, l’Agenzia delle entrate può effettuare controlli preventivi, in via automatizzata o mediante verifica della documentazione giustificativa, entro quattro mesi dal termine previsto per la trasmissione della dichiarazione. Gli elementi di incoerenza sono:

¨        lo scostamento per importi significativi dei dati risultanti nei modelli di versamento, nelle certificazioni uniche e nelle dichiarazioni dell’anno precedente,

¨        la presenza di altri elementi di significativa incoerenza rispetto ai dati inviati da enti esterni o a quelli esposti nelle certificazioni uniche.

¨        La presenza di situazioni di rischio individuate in base alle irregolarità verificatesi negli anni precedenti.

Svalutazione crediti 2017 nella Risoluzione dell’Agenzia
Con la Risoluzione 65 l’Agenzia ha risposto ad un interpello sulla svalutazione dei crediti chiarendo che il confronto con il 5% del valore nominale o di acquisizione dei crediti, necessario per stabilire quando la deduzione fiscale della svalutazione non è più ammessa, deve essere effettuato con il totale delle svalutazioni e degli accantonamenti “dedotti” e non con quelli complessivamente imputati in bilancio. Inoltre, se in un esercizio l’ammontare complessivo delle svalutazioni e degli accantonamenti dedotti eccede il 5% del valore nominale o di acquisizione dei crediti, l’eccedenza concorre a formare il reddito dell’esercizio.

Bonus detassati senza requisiti: ecco come correggere la dichiarazione 2017
Con la risoluzione 67 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che nei modelli di dichiarazione 730/2017 e Redditi Persone Fisiche 2017 è prevista l’indicazione delle somme percepite per premi di risultato che hanno fruito delle agevolazioni fiscali (imposta sostitutiva del 10% sulle somme percepite e detassazione delle somme erogate sotto forma di benefit fino a euro 2.000). Qualora il datore di lavoro, pur in assenza dei requisiti previsti, abbia comunque riconosciuto al contribuente l’agevolazione fiscale il contribuente deve tassare ordinariamente tutte le somme percepite, compresi i benefit, mediante la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Compensazioni per le partite Iva 2017: ecco i codici tributo
Con la risoluzione 68 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i codici tributo per i titolari di partita Iva obbligati all’utilizzo esclusivo dei servizi telematici messi a disposizione dalle Entrate – F24 web, F24 online, F24 cumulativo, F24 addebito unico per le compensazioni di qualsiasi importo di:

¨        crediti Iva, annuali o relativi a periodi inferiori,

¨        crediti relativi alle imposte sui redditi e alle relative addizionali, alle ritenute alla fonte, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito, all’imposta regionale sulle attività produttive

¨        crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *