La settimana del fisco dal 13 al 17.2.2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, buongiorno eccoci alla consueta  carrellata delle principali notizie fiscali della settimana.

Partiamo dalla revoca dello sciopero dei commercialisti previsto dal 26 febbraio al 6 marzo 2017 grazie alle risposte ottenute in questi giorni dal ministero dell’Economia: spesometro semestrale per l’anno 2017, eliminazione delle comunicazioni dei beni ai soci; eliminazione dei dati dei contratti di locazione e adeguamento della normativa fiscale ai nuovi bilanci.

Comunicazione amministratori condominio 2017
Gli amministratori di condominio entro il 28 febbraio 2017 devono comunicare all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute nel 2016 dai condomini per il recupero del patrimonio edilizio e del risparmio energetico, ma sono ancora molte le criticità. I principali problemi riscontrati dagli amministratori di condominio sono i seguenti

¨       il tempo da dedicare alla trasmissione della comunicazione (fino a 6 ore per edificio)

¨       la questione di come indicare correttamente gli inquilini morosi.

¨       il numero delle comunicazioni da fare: ne va fatta una per ciascun condominio, raggruppando gli interventi della stessa natura (risparmio energetico o recupero edilizio) ma se un condominio ha effettuato ambedue gli interventi non è chiaro se devono essere trasmesse una o due comunicazioni.

Regime per cassa 2017: tutti i chiarimenti di Telefisco
La Legge di Bilancio 2017 ha introdotto per le imprese individuali e le società di persone in contabilità semplificata, la determinazione del reddito secondo il criterio di cassa, al posto del criterio di competenza. I chiarimenti forniti nel corso di Telefisco 2017 sono i seguenti:

¨       Esistono alcune deroghe al regime di cassa “puro”: le plus/minusvalenze; le sopravvenienze attive/passive sono imponibili/deducibili per competenza e nel caso di assegnazione dei beni ai soci il valore normale dei beni concorre alla formazione del reddito nel periodo di imposta di competenza (quello in cui è avvenuta l’assegnazione).

¨       le rimanenze finali che hanno concorso a formare il reddito dell’esercizio precedente secondo il principio della competenza sono portate interamente in deduzione del reddito del primo periodo di applicazione del regime di cassa.

¨       la sostituzione degli appositi registri degli incassi e dei pagamenti con i registri tenuti ai fini Iva è riconducibile ad una scelta gestionale del contribuente.

Terremotati centro Italia: nuove scadenze per le popolazioni colpite dal sisma
Il Governo ha adottato disposizioni a favore delle popolazioni di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, colpite dagli eventi sismici del 2016 (DL 8/2017). In particolare, per i sostituti d’imposta viene confermata che la mancata effettuazione di ritenute ed il mancato versamento delle stesse, sono regolarizzabili entro il 31 maggio 2017 senza sanzioni e interessi. Inoltre a richiesta degli interessati residenti nei comuni colpiti dal terremoto, i sostituti d’imposta non devono operare le ritenute fino al 30 novembre 2017. Inoltre, sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione. Infine, per quanto riguarda la rottamazione delle cartelle esattoriali, per le popolazioni colpite dal terremoto è prevista la proroga di un anno dei termini e delle scadenze.

Studi di settore 2017: le specifiche tecniche
E’ stato firmato il Provvedimento di approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore e dei parametri relativi al 2016. Quest’anno tenuto conto delle criticità originate dagli effetti degli eventi sismici di agosto e ottobre 2016, è stato previsto che i soggetti con residenza/sede operativa in uno dei comuni coinvolti dal sisma non sono tenuti alla presentazione dei relativi modelli dichiarativi.

IVA 5% 2017: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate
Nella risoluzione 18 del 14 febbraio 2017 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’aliquota IVA del 5% applicabile alle cessioni di “basilico, rosmarino e salvia, freschi, origano a rametti o sgranato, destinati all’alimentazione; piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia” si applica anche se gli stessi sono surgelati.
Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo 2017
Nella Risoluzione 19 del 14 febbraio 2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti sull’ammissibilità al credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, dei costi sostenuti da un’impresa per brevetti, marchi e disegni derivanti dal fallimento di un’altra società. La risoluzione ha chiarito che sono ammissibili i costi sostenuti per l’acquisizione di privative da soggetti terzi e, quindi, anche da una procedura fallimentare di altra società.

Credito d’imposta per spese di videosorveglianza, allarme e vigilanza 2017
Da lunedì 20 febbraio e fino al 20 marzo 2017, i contribuenti che nel 2016 hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d’imposta indicando: il codice fiscale del beneficiario e del fornitore; numero, data e importo delle fatture (comprensivo dell’IVA). Resta incerta la misura percentuale del credito, che sarà resa nota con un futuro Provvedimento.

[email protected]: il software delle Dogane per gestire gli INTRA 2017
Il pacchetto software [email protected] fornisce agli operatori economici una serie di servizi per la gestione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi resi o ricevuti in ambito comunitario. A comunicare la disponibilità di questo nuovo software è stata l’Agenzia delle Dogane con un comunicato stampa del 10 febbraio 2017.

Pubblicità immobiliare, certificati ipotecari, copie di note: pronto il software
Con un comunicato stampa del 14 febbraio, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che gli utenti privati convenzionati alla consultazione telematica delle banche dati ipotecaria e catastale possono richiedere direttamente online, a tutti i Servizi di pubblicità immobiliare, anche i certificati ipotecari e le copie di note o titoli.

Passando alla recente giurisprudenza si segnalano queste due sentenze della Cassazione.

Nella prima è stato chiarito che una società con un’elevata esposizione bancaria in presenza di un ingente saldo positivo del conto cassa, ha una condotta antieconomica e pertanto è legittimo procedere con l’accertamento analitico-induttivo, anche in presenza di una contabilità formalmente regolare.  (Corte di Cassazione- sentenza 1530/2017).

Nella seconda è stato chiarito che è legittimo il sequestro dei gioielli alla moglie se il marito è stato condannato per reati tributari, e i coniugi sono in regime di comunione dei beni. (Corte di Cassazione sentenza 6595/2017).

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *