La settimana del fisco dal 6 all’11.11.2016

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, ben ritrovati! Le notizie della settimana riguardano principalmente gli  emendamenti proposti sul decreto fiscale  e la rottamazione delle cartelle Equitalia.

Gli emendamenti al decreto fiscale collegato alla stabilità
Sia per il decreto legge fiscale n. 193/2016  che per il disegno di legge alla legge di Bilancio 2017 sono già annunciate parecchie modifiche, vi segnaliamo i principali emendamenti in discussione:

¨        prevista l’introduzione di “indici di affidabilità fiscale” che sostituiranno gli studi di settore. Per i contribuenti più affidabili ci saranno livelli di premialità, come ad esempio, la possibile «esclusione o riduzione dei termini per gli accertamenti».

¨        In discussione la possibilità di avvalersi della procedura di collaborazione volontaria (voluntary)anche per chi ha aderito negli anni passati;

¨        Si prevede la riduzione delle sanzioni in caso di violazione nelle comunicazione dei dati. In particolare, in caso di omessa o errata trasmissione delle fatture si prevede la sanzione di 2 euro per ciascuna fattura, con un massimo di 1.000 euro per ciascun trimestre. La sanzione sarà ridotta alla metà in caso di correzione della trasmissione entro 15 giorni dalla scadenza.

In merito al “pacchetto semplificazioni” tra le misure segnaliamo  invece il probabile     ritorno all’F24 cartaceo per i versamenti sopra i mille euro,  modifiche alle scadenze fiscale con versamento Ires, Irpef e Irap al 30 giugno di ogni anno, mentre Imu e Tasi restano al 16 giugno,     utilizzo della PEC per gli accertamenti e l’invio degli atti catastali
Rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia
La definizione agevolata, prevista nell’articolo 6 del decreto legge n. 193/2016, (cd. decreto fiscale) si applica alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2015.  Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.  Equitalia ha pubblicato sul proprio sito il modello per aderire alla rottamazione.

Alcune modifiche sulla rottamazione delle cartelle sono state proposte con emendamenti in discussione in questi giorni, in particolare:

¨        proroga al pagamento di almeno due rate nel 2018 di cui l’ultima da saldare entro il 15 dicembre.

¨        Allargamento della sanatoria anche alle ingiunzioni di pagamento dei comuni che oggi non riscuotono con Equitalia (almeno 4.500 comuni) e che decideranno di aderire alla definizione agevolata.

Lavoro autonomo: novità in arrivo
Per i professionisti sono in arrivo molte novità, apportate da Legge di stabilità, decreto fiscale, e Jobs Act . I principali sono i seguenti:

¨        per il pagamento delle fatture non saranno più ammesse clausole che prevedono il pagamento oltre 60 giorni.

¨        sarà integralmente deducibile la polizza contro il mancato pagamento da parte del committente.

¨        Per le prestazioni continuative saranno vietate sia le clausole che consentono al committente di modificare unilateralmente le condizioni del contratto sia quelle che gli consentono di recedere senza un congruo preavviso,

¨        Saranno esclusi dalla base imponibile le spese relative all’esecuzione di un incarico conferito dal committente, incluse quelle di vitto e alloggio purché addebitate in modo analitico al cliente,

¨         le spese di iscrizione a corsi di formazione e aggiornamento saranno deducibili fino all’importo massimo di 10.000 euro.

Numerose le novità anche dal punto di vista  del welfare:

¨        le casse di previdenza dei professionisti potranno erogare prestazioni sociali a favore di iscritti colpiti da gravi patologie o che hanno avuto una significativa riduzione del reddito per ragioni non da loro dipendenti.

¨        i centri per l’impiego svolgeranno attività di domanda-offerta anche per il lavoro autonomo.

¨        i professionisti potranno beneficiare del super-ammortamento e dell’iper-ammortamento sui beni strumentali.

¨        Viene prorogato per il 2017 e per il 2018 il voucher per pagare l’asilo nido o la baby sitter anche per le lavoratrici autonome (600 euro per massimo tre mesi).

Credito d’imposta per il sisma di agosto: le regole operative
Nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 4 novembre 2016 sono rese disponibili le istruzioni per utilizzare il credito d’imposta erogato, con le modalità del finanziamento agevolato, per far fronte ai danni causati dagli eventi sismici dello scorso 24 agosto.  Il provvedimento prevede che il credito d’imposta sia utilizzato dal beneficiario per corrispondere le rate di rimborso del finanziamento. I soggetti che hanno erogato i finanziamenti comunicano all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente in via telematica, gli elenchi dei beneficiari, l’ammontare dei finanziamenti concessi, il numero e l’importo delle singole rate, i dati di eventuali risoluzioni.

Passando alla recente giurisprudenza si segnalano queste due sentenze di particolare interesse.

La prima è della CTR della Lombardia e ha confermato la tesi della CTP per cui non è abuso di diritto il conferimento delle quote in una new. co. e una successiva cessione delle stesse entro un breve lasso temporale, essendo il beneficio della non imponibilità parziale della plusvalenza l’effetto espressamente voluto dal legislatore.

La seconda è della Cassazione e ha confermato il principio secondo il quale l’esercizio di professioni in forma societaria o associata costituisce ex lege presupposto per il pagamento dell’Irap, senza che occorra in concreto verificare la sussistenza di un’autonoma organizzazione, essendo questa implicita nella forma di esercizio dell’attività, anche nel caso di studio associato intestato a padre e figlio. (Sentenza del 20.10.2016 n. 21328).

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *