Documenti pubblicati sul Business Center

L'autore Brandi Francesco ha i seguenti 128 documenti:

Redditometro e comunione legale - Cass. n. 17806/2017

Redditometro e comunione legale COMMENTO alla sentenza di Cassazione n. 17806 del 19 luglio 2017

Irap professionisti e spese ingenti - Cass. n. 16062/17

"Irap professionisti e spese ingenti" Commento alla sentenza di cassazione n. 16062 del 28.6.2017

Redditometro e prova contraria - Cass. n. 15021/2017

"Redditometro: contenuto della prova contraria" Commento alla ordinanza di Cassazione n. 15021 del 16.6.2017

Studi di settore e contraddittorio - Cass. n.14970/2017

"Studi di settore e mancata partecipazione al contraddittorio" Commento alla ordinanza di Cassazione n. 14970 del 15.6.2017

No alla deducibilità delle sanzioni - Cass. 14137/2017

Reddito di impresa: deducibilità sanzioni e obiettiva incertezza normativa COMMENTO alla sentenza di Cassazione n. 14137 del 7.6.2017

Speciali pubblicati

Speciale del 05/05/2017
168x126 studi di settore 2012

Stop allo studio di settore in caso di elevata concorrenza

Studio di settore illegittimo se non tiene conto dell’elevata concorrenza nella zona di operatività del contribuente: Cassazione n. 9932 2017
Speciale del 03/04/2017
vendita e riacquisto prima casa agevolazioni

Agevolazioni prima casa e mancato trasferimento

Agevolazioni prima casa a acquisto casa all'asta. La Cassazione riconosce le cause di forza maggiore per il mancato trasferimento : Ord. 6076-2017
Speciale del 23/11/2016
Iva e reverse charge Cassazione 168

Regime Iva di gruppo e società di persone

Per la Cassazione l'Iva di gruppo si applica anche alle società di persone in ragione della prevalenza della norma primaria in materia
Speciale del 14/11/2016
documenti

Documenti non esibiti a richiesta del Fisco non più utilizzabili

La Cassazione n. 21271 2016 ribadisce: i documenti non esibiti su specifica richiesta del Fisco non sono più utilizzabili a favore del contribuente
Speciale del 25/10/2016
168x126_redditometro

Redditometro: l’eredità come prova contraria

La Cassazione evidenzia che i redditi esenti devono restare nella disponibilità del soggetto accertato per costituire prova contraria al redditometro