IN PRIMO PIANO:

Speciale Pubblicato il 14/07/2020

Comunicazione vendite on line marketplace entro il 31 luglio 2020

di Dott. Salvo Carollo

Tempo di lettura: 3 minuti
marketplace

Le piattaforme telematiche sono tenuti a comunicare i dati delle vendite all’AdE - entro il 31 luglio la scadenza del 2 trimestre 2020

Commenta Stampa

Per tutto l’anno 2020 è disposta, con cadenza trimestrale, la trasmissione dei dati delle vendite con l’estero effettuate sui marketplace (Amazon, Ebay, Aliexpress, Eprice tra i più famosi, ma l'obbligo riguarda tutti anche i piu' piccoli) con importanti responsabilità in capo al gestore delle piattaforme in caso di mancata o incompleta trasmissione dei dati.

1) La normativa

 Con l’articolo 13 comma 1 del DL 34/2019 convertito con la Legge 58/2019 è stato introdotto i Italia un nuovo adempimento, a carico dei gestori dei marketplace e di qualsiasi altra tipologia di piattaforma digitale che “facilita” le vendite a distanza. Con il provvedimento n.660061 del 31 luglio 2019 l’Agenzia delle Entrate chiarifica l’ambito di applicazione e i profili tecnici dell’adempimento in questione.
La prima scadenza dell'obbligo risale al 31 ottobre 2019 e l'ultima sarà il 31 gennaio 2021, l'obbligo infatti è stato introdotto solo per il 2019 e 2020.

2) Chi è interessato

Obbligato ad effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate è il soggetto, residente o non residente in Italia, che gestisce il marketplace o qualsiasi altra tipologia di piattaforma digitale che facilita le vendite a distanza tra soggetti terzi. Quindi sono esclusi dall’adempimento coloro che effettuano vendite on line per proprio conto. Tra i marketplace più famosi ricordiamo Amazon, Ebay, Aliexpress, Eprice, ma la comunicazione interessa anche le piccole piattaforme di nicchia.
 Per individuare chiaramente i soggetti che sono obbligati all’adempimento bisogna concentrarsi sul concetto di “facilitazione” delle vendite on line. Una piattaforma elettronica, in qualunque modo denominata o strutturata, che permette a un venditore terzo di vendere i propri prodotti ad un acquirente terzo attraverso la propria struttura tecnologia, “facilita” tali vendite a distanza quando partecipa  attivamente (direttamente o indirettamente) a:
 - la determinazione delle condizioni di vendita;
 - la riscossione del pagamento;
 - l’ordinazione o la consegna dei beni.
 La piattaforma digitale non facilita una vendita quando effettua solo una tra le seguenti operazioni:
 - il trattamento dei pagamenti relativo alla cessione dei beni;
 - la catalogazione e la pubblicità dei beni;
 - il re-indirizzamento degli acquirenti verso altre interfacce elettroniche in cui sono posti in vendita i beni.
 Quindi, per ricapitolare, sono soggetti a questo adempimento i classici marketplace, mentre non sono soggetti le piattaforme di pagamento, i siti di annunci e gli aggregatori, gli ecommerce che effettuano vendita diretta, quando rispettano le condizioni indicate dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.
 Sono soggetti a questo adempimento anche le piattaforme estere non residenti, se facilitano le vendite in Italia: in questi casi i gestori di tali piattaforme dovranno provvedere all’identificazione diretta in Italia oppure a nominare un rappresentante fiscale in Italia.

3) Cosa comunicare

 Sono oggetto di comunicazione le vendite concluse attraverso le piattaforme interessate, come sopra individuate. Ma non tutte le vendite, soltanto:
 - le cessioni di beni all’interno dell’Unione europea;
 - le cessioni di beni importati da paesi extra europei.
Per ciascun venditore dovranno essere comunicati all’Agenzia delle Entrate: denominazione, dati anagrafici completi di domicilio e residenza, codice identificativo fiscale (se esiste), indirizzo di posta elettronica, numero totale delle unità vendute in Italia, prezzo medio di vendita o l’ammontare totale dei prezzi di vendita (in euro).
 La trasmissione di queste informazioni dovrà essere effettuata tramite Entratel o Fisconline, anche tramite intermediario abilitato, ma l’Agenzia delle Entrate non ha predisposto un software specifico per questo invio, bensì ha soltanto pubblicato le specifiche tecniche dei record (divisi in 4 tipologie al cui interno confluiscono dati diversi, denominati A B C Z) in base ai quali poter predisporre il file da trasmettere attraverso i canali telematici. Se questo può non essere un problema per i grossi operatori, il fatto di dover predisporre un software per questo adempimento o di doverlo acquistare, può rappresentare, per le strutture più piccole (non è stata prevista alcuna esenzione in base al volume d’affari), possibilmente delle start-up, un aggravio economico.

4) Scadenze e responsabilità

 La trasmissione della comunicazione in oggetto deve essere effettuata trimestralmente, entro il termine del mese successivo a ciascun trimestre. Tale adempimento, al momento obbligatorio, solo per l’anno 2019 e 2020, prevede l’ultima trasmissione entro il 31 gennaio 2021.
 Molto importante il fatto che il comma 3 dell’articolo 13 del DL 34/2019 come approfondito dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate di cui sopra, prevede espressamente che in caso di mancata o incompleta trasmissione dei dati, i i soggetti passivi (i gestori delle piattaforme digitali) sono considerati debitori di imposta per le vendite a distanza, con la possibilità di escludere lo stato di debitore di imposta solo se è possibile dimostrare che:
 - l’imposta è stata effettivamente versata dal fornitore, in caso di mancata trasmissione;
 - sono state adottate tutte le misure necessarie per la corretta rilevazione e individuazione dei dati, in caso di trasmissione incompleta.

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

La Circolare Del Giorno

Scadenzario Agosto 2020
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Le novità degli ISA 2020
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Dal 1° luglio obbligo di contradditorio preventivo
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Scopri le Circolari del Giorno!

Tools Fiscali

Modelli di bilancio per gli Enti del Terzo Settore
In PROMOZIONE a 9,90 € + IVA invece di 12,90 € + IVA fino al 2020-09-15
Elementi contabili ISA 2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 19,90 € + IVA fino al 2020-09-15
Calcolo IRES e IRAP 2020 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-09-15
Analisi di Bilancio - Pacchetto completo (pdf + excel)
In PROMOZIONE a 82,70 € + IVA invece di 116,89 € + IVA fino al 2022-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE