Codice della Crisi d'Impresa e dell'insolvenza

Speciale del 16/07/2013

Il Decreto del fare modifica le norme sul concordato preventivo in bianco

Modificate le disposizioni della legge fallimentare in materia di concordato preventivo. L’intervento riguarda il cosiddetto concordato in bianco. Le norme sono rivisitate per garantire maggiormente i creditori.
Speciale del 05/07/2013

Bancarotta documentale e responsabilità del professionista - CASS. n. 15837 / 2013

Sentenza Corte di Cassazione N. 15837/2013 sul ruolo del professionista nella bancarotta documentale: qualifica del reato e commento. SCARICABILE IL TESTO INTEGRALE
Speciale del 24/04/2013

Gestione della crisi di impresa

Nel Decreto Sviluppo 2012 nuove misure per la gestione della crisi d'impresa
Speciale del 04/03/2013

L’insolvenza nell’ UE: aspetti operativi

Il Regolamento Comunitario n. 1346/2000 sulle procedure d’insolvenza transfrontaliere sostituisce non solo la Convenzione comunitaria del 1995, ma anche,le convenzioni bilaterali e multilaterali eventualmente esistenti tra i diversi Stati.
Speciale del 26/02/2013

Distrazione dell'avviamento in caso di fallimento

L'avviamento di una azienda è inscindibile dall'azienda stessa e quindi non può essere oggetto di disposizione autonoma. Sentenza n. 3817 2013 della Corte di Cassazione
Speciale del 18/12/2012

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (ex art. 182 bis LF)

La legge fallimentare (così come modificata ed integrata anche nel corso del 2012) prevede che il debitore possa depositare, con la domanda per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo e la documentazione di cui all’art. 161, anche un accordo di ristrutturazione dei debiti.
Speciale del 05/10/2012

Le procedure concorsuali dopo le novità del Decreto Sviluppo

Le modifiche alla legge fallimentare hanno novellato la disciplina relativa al piano di risanamento, all’accordo di ristrutturazione dei debiti, e del concordato preventivo, prevedendo in particolare una maggiore protezione delle imprese in crisi che tentano una soluzione alla crisi di impresa.
Speciale del 20/06/2011

Trust in frode alla legge: valido il sequestro dei beni - Sent. Cass. n. 15276/2011

Nel caso in commento il soggetto, indagato per associazione a delinquere risultava egli stesso amministratore del trust, in pratica fiduciario di se stesso. Ciò indubitabilmente configurava la nullità del trust , costituito in realtà ai fini di frode fiscale e quindi la validità del sequestro dei suoi beni. Questo quanto stabilito dalla V sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 15276 del 30 Marzo 2011
Speciale del 17/06/2011

Bancarotta documentale: anche gli amministratori di fatto sono responsabili. Corte di Cassazione , sentenza n. 15065/2011

La Corte di Cassazione torna sul tema della bancarotta e chiarisce che la circostanza di essere un semplice amministratore di fatto non esime dalla responsabilità per bancarotta. Il codice civile infatti non esclude la possibilità che l’esercizio delle funzioni di amministratore di fatto si verifichi contemporaneamente all’esplicazione dell’attività stessa da parte di altri soggetti di diritto. Si chiarisce così i motivo per cui è possibile infliggere una condanna per bancarotta documentale all'amministratore dell'azienda fallita che non detenga in modo corretto le scritture contabili, anche non obbligatorie. Questa la sentenza n. 15065 del 13 Aprile 2011.
Speciale del 17/05/2011

Il decreto ingiuntivo è esecutivo nei confronti dei soci se non impugnato dalla società - Corte di Cassazione , sent. n. 6734 del 24 Marzo 2011

SE UNA SNC NON IMPUGNA IL DECRETO INGIUNTIVO, LO STESSO ATTO DIVENTA DEFINITIVO NEI CONFRONTI DEI SOCI CHE NON ABBIANO FATTO OPPOSIZIONE. INOLTRE, I SOCI STESSI NON POTRANNO NEMMENO RIVENDICARE LA PRESCRIZIONE PRECEDENTEMENTE MATURATA NEL TENTATIVO DI EVITARE IL VERSAMENTO.