La Riforma del Terzo Settore - III ediz. (eBook 2019)

eBook con tutte le novità dei nuovi Decreti attuativi sulla riforma del terzo settore e impresa sociale; III edizione Marzo 2019 - pdf di 125 pagine

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788868057619

14,33 € + 4% IVA
(14,90 € IVA Compresa)
Data: 15/03/2019
Tipologia: E-Book

Dettagli prodotto

Tutte le novità dei nuovi Decreti attuativi su:

  • Codice del terzo settore - D.lgs. 3 agosto 2018 n. 105 - pubblicato in G.U. n.210 del 10 settembre 2018
  • Impresa sociale - D.lgs. 20 luglio 2018, n. 95 pubblicato in G.U. n.185 del 10 agosto 2018

alla luce degli Studi del Consiglio nazionale del Notariato n. 91/2018 e n. 102/2018

Tre sono i decreti che danno vita alla riforma del Terzo Settore.

Con il Decreto Legislativo 3 luglio 2017 n. 112 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 luglio 2017 n. 167) è stata approvata la revisione della disciplina dell’impresa sociale. Il provvedimento è attuativo dell'articolo 2, comma 2, lettera c) della legge 6 giugno 2016, n. 106.

Con il Decreto Legislativo 3 luglio 2017 n. 111 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 luglio 2017 n. 166) vengono dettate le regole in materia dell'istituto del cinque per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche.

Con il Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117 (pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 2 agosto 2017 Supplemento Ordinario n. 43) vengono dettate le norme relative al Codice del Terzo settore, attuative dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106.

Con una lettera direttoriale dello 29 dicembre 2017 Prot. n. 34/0012604 la Direzione generale del ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha fornito preziose indicazioni sulle tematiche di diritto transitorio evidenziate da alcune amministrazioni regionali dopo l’entrata in vigore, il 3 agosto 2017, del nuovo Codice del Terzo settore (Dlgs n. 117/2017). Nella nota, indirizzata a Regioni, Province Autonome, nonché al Forum nazionale del Terzo settore, al Centri servizi volontariato Net e alla Consulta Co.Ge. (Consulta dei comitati di gestione), sono affrontate molteplici questioni:

  • definizione di ente del Terzo settore;
  • norme organizzative, disciplina del volontariato;
  • regime fiscale;
  • sistema del registro unico nazionale;
  • nuovo sistema di governance dei Centri di servizio per il volontariato (Csv).

Il testo è stato aggiornato con il decreto interministeriale (Ministero dello sviluppo economico e Ministero Lavoro) del 16 marzo 2018 in cui vengono definiti gli atti da depositare presso l’ufficio del registro delle imprese da parte dell’impresa sociale e delle relative procedure da seguire.

Il testo è stato anche aggiornato con il decreto legislativo 3 agosto 2018, n. 105 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 settembre 2018 n. 210 ed entrato in vigore l’11 settembre 2018) con il quale sono state apportate modifiche al Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 relativo al codice del Terzo Settore.

La riforma della disciplina del comparto non profit, quindi, compie un ulteriore passo verso la sua completa risistemazione. Si tratta di un intervento di ampio respiro, che coinvolge, attraverso “ritocchi” puntuali e mirati, l’intero impianto del Codice: i 35 articoli del testo legislativo, infatti, modificano e integrano numerosi profili della disciplina dettata dal Dlgs 117/2017.

Inoltre con il d.lgs. 20 luglio 2018, n. 95, avente ad oggetto "Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, ai sensi dell'articolo 1, comma 7, della legge 6 giugno 2016, n. 106" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie Generale n.185 del 10-08-2018), ed entrato in vigore l’11 agosto 2018, è stato introdotto lo slittamento del termine per procedere all’adeguamento delle imprese sociali esistenti alle nuove disposizioni, nonché alcune precisazioni in ordine alla fruizione dei benefici riservati a tale tipologia di enti.

Al tema degli adeguamenti statutari alla riforma del Terzo Settore è dedicata la circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 20 del 27 dicembre 2018.

Importanti chiarimenti hanno fornito anche gli Studi del Consiglio nazionale del Notariato n. 91-2018 in tema di Impresa Sociale e n. 102 -2018 sulla costituzione di patrimoni destinati ad uno specifico affare da parte degli enti del Terzo Settore.

Con la circolare del 2 gennaio 2019 n. 3711/C, infine, il Ministero Dello Sviluppo Economico ha fornito chiarimenti, dopo l’emanazione del D.lgs. 112/2017 sull’adeguamento statutario delle imprese sociali e le modalità di svolgimento di alcuni adempimenti pubblicitari delle stesse presso il Registro Delle Imprese.

Indice

PARTE PRIMA - Codice del Terzo settore
1. Codice del Terzo settore
1.1 Aspetti generali
1.2 Le novità contenute nel Dlgs n. 105/2018 al Codice Terzo Settore
1.3 La gestione del periodo transitorio alla luce della nota del Ministero del Lavoro 29 dicembre 2017
1.3.1 Il contenuto della lettera direttoriale
1.4 Attività di interesse generale
1.4.1. Comparazione tra le attività di interesse generale previste nel codice del terzo settore con quell dell’impresa sociale
1.4.2.Natura (commerciale o non commerciale) dell'ente del Terzo settore
1.4.3 Attività diverse e raccolte fondi
1.5 Destinazione del patrimonio ed assenza di scopo di lucro
1.6 Le scritture contabili e il bilancio
1.6.1 Tenuta e conservazione delle scritture contabili degli Enti del terzo settore
1.6.2 Bilancio sociale
1.6.2.1 Forma del bilancio d’esercizio
1.6.3 Libri sociali obbligatori
1.7 Volontario e attività di volontariato
1.7.1 Assicurazione obbligatoria
1.7.2 Promozione della cultura del volontariato
1.7.3 Accreditamento dei Centri di servizio per il volontariato
1.7.4 Finanziamento dei Centri di servizio per il volontariato
1.7.5. Funzioni e compiti dei Centri di servizio per il volontariato
1.7.6 Tassazione delle organizzazioni di volontariato nella Riforma Del Terzo Settore
1.7.7 Enti di formazione professionale e riforma del Terzo settore
1.8 Costituzione di patrimoni destinati ad uno specifico affare: analisi del Notariato
1.8.1 L’ambito soggettivo
2. Le associazioni e le fondazioni del Terzo Settore
2.1 Atto costitutivo e statuto
2.1.1 Acquisto della personalità giuridica
2.1.2 Procedura di ammissione e carattere aperto delle associazioni
2.1.3 Assemblea nelle associazioni del Terzo Settore
2.1.3.1. Competenze inderogabili dell'assemblea
2.1.4 Organo di amministrazione
2.1.5 Denunzia al tribunale e ai componenti dell'organo di controllo
2.1.6 Organo di controllo
2.1.7 Organizzazioni di volontariato
2.1.8 Risorse e volontari
2.1.9 Ordinamento ed amministrazione
2.1.10 Gli aspetti fiscali per le organizzazioni di volontariato
2.2 Associazioni di promozione sociale
2.2.1 Come modificare lo statuto delle associazioni di promozione sociale alla luce del Codice del Terzo settore - Circolare ML 20/2018
2.3 Enti filantropici
2.4 Enti religiosi
2.5 Reti associative
2.6 Registro Unico Nazionale del Terzo settore
2.6.1.Iscrizione registro unico nazionale del terzo settore
2.6.1.1 Procedura di iscrizione
2.6.2 Estinzione o scioglimento dell'ente o cancellazione e migrazione in altra sezione
2.6.3 Funzionamento del Registro
2.7 Disposizioni in materia di imposte sui redditi
2.7.1 Regime forfetario degli enti del Terzo settore non commerciali
2.7.1.1 Regime forfettario e art. 24 D.lgs. 105/2018
2.7.2 Social Bonus
2.7.3 Imposte di bollo, di registro, ipotecarie e catastali e tasse sulle concessioni governative
2.7.4 Primo pacchetto agevolazioni fiscali in vigore dal 1 gennaio 2018
PARTE SECONDA - L’impresa sociale e riforma del cinque per mille dell’IRPEF
3. La nuova impresa sociale
3.1 Evoluzione legislativa
3.1.1 Le tipologie di imprese che possono qualificarsi come “imprese sociali”: analisi del Consiglio Nazionale Del Notariato (studio n. 91/2018)
3.2 Definizione dell’attività d'impresa sociale
3.3 Assenza di scopo di lucro
3.4. La costituzione dell’impresa sociale
3.4.1 La denominazione sociale
3.4.2 Cariche sociali
3.4.3 Ammissione ed esclusione di soci o associati di impresa sociale
3.4.4 Scritture contabili
3.4.5 Organi di controllo interno
3.4.6 Coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti interessati alle attività
3.5 Trasformazione, fusione, scissione, cessione d’azienda e devoluzione del patrimonio
3.5.1 Procedura per il rilascio dell'autorizzazione alle operazioni straordinarie
3.5.2 Rinvio alla disciplina civilistica per le operazioni di trasformazione, fusione e scissione
3.5.3 Trasformazione, fusione e scissione
3.5.4. Cessione d'azienda o di un ramo d'azienda
3.5.5 Devoluzione
3.5.6 Imprese sociali e cooperative sociali neocostituite iscrizione al registro delle imprese anche senza notaio
3.6 Cooperative e trasformazione
3.6.1 Norme di coordinamento con la disciplina delle cooperative
3.7 Lavoro nell'impresa sociale
3.8 Procedure concorsuali
3.9 Fondo per la promozione e lo sviluppo delle imprese sociali
3.10 Misure fiscali e di sostegno economico
3.11 Struttura proprietaria e disciplina dei gruppi
3.12 Iscrizione atti dell’impresa sociale nel registro delle imprese
3.13 Imprese sociali costituite secondo la vecchia disciplina
3.14 Da Onlus a impresa sociale
4.Disciplina dell’istituto del "5 per mille" dell’imposta sul reddito delle persone fisiche
4.1 I soggetti beneficiari
5. Adeguamenti statutari alla riforma del terzo settore
5.1 Aspetti generali
5.2 Termini, forme e modalità adeguamento statuti
5.2 Modifiche statutarie e delibere utilizzabili
Tabella riepilogativa delle modalità di adeguamento statutario da parte degli enti del terzo settore (d.lgs. 3 luglio 2017 n. 117 e s.m.i., Codice del Terzo settore) allegata alla circolare 27/12/2017 n. 20

Isbn: 9788868057619


SKU FT-39649 - Ulteriori informazioni: cat1e-book_pratici / cat2collana_e-book