Speciale Pensioni Novità 2016/2017 Formula Abbonamento

eBook in formato PDF di 88 pagine dedicate alle novità 2016/2017 sulla riforma delle pensioni con tabelle di sintesi e 1 anno di aggiornamenti inclusi!

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788868054281
Disponibile anche il formato epub - ISBN 9788868054304

28,75 € + 4% IVA
(29,90 € IVA Compresa)
Data: 14/12/2016
Tipologia: E-Book

Dettagli prodotto

Aggiornato con la Legge di Bilancio per il 2017.

Nel prezzo dell'eBook sono inclusi aggiornamenti futuri per 1 anno a seguito dell'evoluzione della normativa.

Le pensioni rappresentano una materia apparentemente complessa ma, nella realtà, affascinante perché consente non solo di prendere coscienza dei diritti di ciascuno di noi ad una vecchiaia sicura e dignitosa, ma di intravedere anche una prospettiva di solidarietà tra le generazioni. A condizione però che ogni generazione non pensi – come spesso avviene – solo ai propri interessi, ma sappia pensare agli altri e al futuro; anzi agli altri nel futuro.

Con i più recenti interventi normativi in tema di previdenza, abbiamo ormai raggiunto e superato il 20° anno di riforme, a volte parziali, a volte più strutturali.
La materia di che trattasi è ampiamente (forse anche eccessivamente) stratificata, con tutte le conseguenze del caso, risentendo di scelte legislative quasi sempre poco organiche, per lo più dettate da chiare ed evidenti scelte politiche contingenti, diversamente da un vero e proprio approccio organico.
Il rapporto intercorrente tra lavoro e pensioni (e più in generale tra lavoro e modello di protezione sociale) è talmente evidente che non merita particolari considerazioni.

Nei Paesi sviluppati, ovunque il sistema pensionistico sia fondato sul criterio della ripartizione (quando gli attivi finanziano le pensioni in essere, confidando che ci saranno altri lavoratori che pagheranno, grazie ad un patto intergenerazionale garantito dallo Stato, le loro pensioni, quando verrà il loro turno) sono in atto ampi processi di crisi, dal momento che, in seguito ai trend demografici, il numero degli occupati diminuisce ed aumenta quello degli anziani, i quali, per altro, vivono più a lungo.

Quanto oggetto del confronto avviato il 28 settembre tra Governo e Organizzazioni sindacali è confluito nel d.d.l. della Legge di Bilancio per il 2017.
Nel provvedimento vi sono ampi ed incisivi interventi in materia pensionistica.
In particolare, fatte salve le sempre possibili modifiche che potrebbero essere apportate fino alla definitiva approvazione del ddl, il provvedimento disciplina:

  • la riduzione dell’aliquota contributiva per gli iscritti alla gestione separata dell’Inps;
  • l’anticipazione finanziaria a garanzia pensionistica (la c.d. APE);
  • la quattordicesima ai pensionati;
  • la rendita integrativa temporanea anticipata (la c.d. RITA);
  • l’abolizione delle penalizzazioni per l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata;
  • il (nuovo) cumulo dei periodi assicurativi;
  • i lavoratori c.d. precoci;
  • i lavori usuranti;
  • la no tax area per i pensionati;
  • l’ottava salvaguardia pensionistica.

Com’è noto, la l. 20 maggio 2016, n. 76 ha regolamentato le “Unioni civili” tra le persone dello stesso sesso e il “Contratto di convivenza”, introducendo importanti novità in tema di pensione di reversibilità, pensione indiretta e di successione.
Il contratto definito “Unione civile” ha previsto per le coppie omosessuali una serie di diritti e doveri, che le avvicinano al matrimonio, tra cui la reversibilità della pensione, la pensione indiretta e tutte le norme in materia di successione.
In altre parole, di fronte ad una eredità, la coppia omosessuale avrà gli stessi diritti dei coniugi eterosessuali; in caso di morte del coniuge al coniuge superstite omosessuale spetterà il 60% della pensione, come avviene per il coniuge eterosessuale.

Ai contraenti delle Unioni civili è stato inoltre riconosciuto il diritto alle detrazioni per coniuge a carico e agli assegni familiari.
Prosegue infine l’iter di approvazione parlamentare del d.d.l. AS 2223 (meglio noto come Jobs Act Autonomi), nel corso del quale sono stati introdotti alcuni emendamenti e “ordini del giorno” che potrebbero introdurre ulteriori novità in materia pensionistica.

Indice

Sintesi
Premessa
1. La pensione di vecchiaia
1. Nozione
2. L’evoluzione storica dell’istituto
3. La pensione contributiva come nuovo e tendenzialmente unico meccanismo di calcolo
4. Le novità successive alla legge n. 247/2007
4.1. Accesso al pensionamento delle dipendenti pubbliche
4.2. Requisiti di età anagrafica per l’accesso alla pensione
5. Le disposizioni contenute nella l. n. 122/2010
5.1. Le lavoratrici del pubblico impiego
5.2. Le nuove finestre di accesso alla pensione
6. Le novità introdotte dai primi tre interventi del 2011
6.1. La terza manovra correttiva del 2011

2. Le pensioni dopo la legge n. 214/2011
1. L’estensione a tutti del metodo di calcolo contributivo
2. La speranza di vita
3. La nuova pensione di vecchiaia
3.1. I requisiti per l’accesso
3.2. La flessibilità dell’accesso
3.3. L’età minima di 67 anni
3.4. Lavoratrici nate nel 1952
4. La nuova pensione anticipata
5. La salvaguardia del beneficio per le donne
6. Il ticket sulle c.d. pensioni d’oro
7. La soppressione dell’Inpdap e dell’Enpals
8. La l. n. 214/2011 “in pillole”
9. Rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici
10. Ricongiunzione e cumulo di periodi assicurativi
11. I chiarimenti dell’Inps
12. I c.d. esodati/salvaguardati
13. Accesso alla pensione con 15 anni di contribuzione
14. I lavori usuranti
15. Il prepensionamento a carico delle imprese
16. La totalizzazione
17. La ricongiunzione
18. Tabelle di sintesi
19. Work in progress
19.1. De iure condendo
20. Le novità in materia previdenziale
20.1. Riduzione dell’aliquota contributiva per gli iscritti alla Gestione Separata dell’Inps
20.2. Anticipo finanziario a garanzia pensionistica (c.d. APE Sociale)
20.3. Quattordicesima mensilità ai pensionati
20.4. Rendita integrativa temporanea anticipata (c.d. RITA)
20.5. Abolizione delle penalizzazioni
20.6. Cumulo di periodi assicurativi
20.7. Lavoratori precoci
20.8. Lavori usuranti
20.9. No tax area per i pensionati
20.10. Ottava salvaguardia

Isbn: 9788868054281


Ulteriori informazioni: cat1e-book_pratici / cat2collana_e-book