Il regime speciale Iva delle agenzie viaggio

Il regime speciale Iva delle agenzie viaggio

Approfondimento sulla disciplina speciale dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per le agenzie di viaggio. 33 pagine con allegata normativa di riferimento

Leggi dettagli prodotto

Il prodotto è in formato pdf

6,48 € + 22% IVA
(7,90 € IVA Compresa)
Data: 12/01/2016
Tipologia: Approfondimento


Dettagli prodotto

L’argomento di questo approfondimento è la disciplina speciale dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) prevista per le agenzie di viaggio dall’articolo 74-ter del Decreto del Presidente della Repubblica n° 633 del 1972 e dal Decreto del Ministero delle Finanze di attuazione n° 340 del 1999.
In realtà più che per le agenzie, questa disciplina speciale dell’IVA è prevista per alcune operazioni, cioè prestazioni di servizi (dato che le agenzie di viaggio sono imprese che producono e/o commercializzano servizi turistici) riservate dalla legge (in particolare dall’art. 9 della Legge n° 217 del 1983 e dalle leggi regionali che hanno attuato ed attuano questa norma) alle agenzie di viaggio e precisamente:

  1. l’organizzazione e la vendita di pacchetti turistici (o viaggi organizzati) oggi definiti dall’art. 34 del Codice del turismo (Allegato I del Decreto Legislativo n° 79 del 2011), che sono dei servizi turistici “complessi”, vale a dire derivanti dalla combinazione di più servizi turistici “elementari” (trasporto, alloggio, visite, escursioni, somministrazione di pasti, intrattenimento, spettacoli, ecc.). Le agenzie di viaggio possono vendere anche questi servizi turistici singoli;
  2. la vendita di servizi di organizzazione di congressi o convegni che sono un altro tipo di servizio “complesso”, cioè derivante dalla combinazione di più servizi “elementari” (affitto della sala, trasporto e alloggio dei relatori, servizi di catering, ecc.);
  3. l’organizzazione e la vendita di escursioni, cioè di spostamenti turistici di durata inferiore alle ventiquattro ore o che non comprendono una notte.

Questi servizi possono essere organizzati e venduti in proprio dalle agenzie di viaggio oppure essere venduti ai turisti – clienti finali da agenzie di viaggio diverse da quelle organizzatrici sulla base di un mandato senza o con rappresentanza conferito da queste ultime. In questi ultimi casi, le agenzie mandatarie ricevono come compenso delle provvigioni sul venduto che sono esenti dall’IVA se il contratto di mandato è senza rappresentanza.

Infine, dal momento che l’IVA è una imposta comunitaria che non esiste al fuori dell’UE, i servizi turistici che fanno parte di un pacchetto turistico sono esenti dall’IVA se sono resi ai turisti che partecipano al viaggio in tutto od in parte al di fuori dal territorio degli Stati che aderiscono all’Unione Europea.

Indice prodotto

  1. Il regime speciale dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per le agenzie di viaggio: l’articolo 74-ter del DPR n° 633 del 1972 e il Decreto del Ministero delle Finanze n° 340 del 1999 che lo attua. Le operazioni imponibili ed il sistema di determinazione dell’imposta.
  2. Gli adempimenti formali previsti dal regime speciale dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per le agenzie di viaggio.

ALLEGATI:

  • Articolo 74-ter del Decreto del Presidente della Repubblica n° 633 del 1972 sul regime speciale dell’IVA per le agenzie di viaggio;    
  • Decreto del Ministero delle Finanze n° 340 del 1999 (di attuazione dell’art. 74-ter del DPR 633/1972).



SKU FT-28062 - Ulteriori informazioni: cat1fisco / cat2iva