Presunzioni tributarie e reato - Cass. 37335/2014

Commento alla sentenza della Corte di Cassazione penale n. 37335 del 9.9. 2014

Il prodotto è in formato pdf

3,20 € + 22% IVA
(3,90 € IVA Compresa)
Data: 05/01/2015
Tipologia: Approfondimento

Dettagli prodotto

La  S.C. conferma, nella sentenza annotata, un importante principio di diritto sancito in precedenti orientamenti giurisprudenziali, secondo cui l'accertamento induttivo compiuto dagli uffici finanziari può, invero, rappresentare, un valido elemento di indagine per stabilire, in sede penale, se vi sia stata evasione e se questa abbia raggiunto le soglie di punibilità previste dalla legge, a condizione che il Giudice non si limiti a constatarne l'esistenza e non faccia esclusivamente richiamo agli elementi in essi evidenziati, ma proceda a specifica autonoma valutazione degli elementi nello stesso descritti comparandoli con quelli eventualmente acquisiti in altra documentazione. In sede penale non possono, pertanto, applicarsi le presunzioni legali o i criteri validi in sede tributaria, essendo onere della pubblica accusa fornire la prova della sussistenza di tutti gli elementi costitutivi del reato.

Indice

IL CASO

IL COMMENTO

  • Il reato penale tributario
  • la sentenza annotata

IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA


SKU FT-24557 - Ulteriori informazioni: cat1archivio / cat2i_commenti_archivio-pubblicazioni