Pubblicato il 01/07/2013

D.L. 76/2013: le novità sul lavoro

Il Decreto lavoro pubblicato in Gazzetta Ufficiale. 13 articoli con importanti novità in materia di occupazione su contratti conciliazione, sanzioni e comunicazioni, oltre alla proroga ad ottobre dell'aumento dell'IVA

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 150 del 28 giugno 2013, è stato pubblicato il Decreto Legge 28 giugno 2013, n. 76 , che contiene i primi interventi urgenti per la promozione dell’occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di Imposta sul valore aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti. Tale Decreto Legge è entrato in vigore il 28 giugno 2013 e consta di 13 articoli. Sono previste importanti novità in tema di:
  • assunzione dei giovani;
  • sperimentazione della “carta per l’inclusione sociale” (ex social card);
  • creazione della c.d." Garanzia per i Giovani” (Youth Guarantee);
  • flessibilità in ingresso (modifica le seguenti forme flessibili: contratti a termine, contratto di somministrazione, contratti di lavoro intermittente, lavoro a progetto e lavoro accessorio);
  • riforma la L. 92/2012 in tema di dimissioni in bianco e di tentativo obbligatorio di conciliazione per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo;
  • creazione della banca dati delle politiche attive e passive;
  • introduzione di una nuova modulazione del sistema sanzionatorio e pecuniario; i
  • ntroduzione di una sistema semplificativo nelle comunicazioni obbligatorie;
  • novità nella contrattazione aziendale, immigrazione e pensioni.
Per maggiori approfondimenti acquista l’ebook dell’Avv.to Rocchina Staiano con tutte le novità del Decreto Lavoro (D.L. 28 giugno 2013, n. 76)
 
 
Scarica il testo  pubblicato in Gazzetta Ufficiale
 

Fonte: Fisco e Tasse
Su questo argomento ti possono interessare anche questi prodotti:
Scaricalo subito a 12,90 €
Aggiornato con la Legge di conversione del 16 maggio 2014 n. 78.
Ebook di 47 pagine dell' avv. Rocchina Staiano che analizza le modifiche che il D.L. 20 marzo 2014, n. 34, apporta al diritto del lavoro. L'autore dopo avere in premessa illustrato le linee guida del decreto legge fa un confronto critico tra la Jobc Act del Governo Renzi e la Jobs Act di Obama, per poi illustrare in dettaglio le modifiche intervenute nei singoli contratti: a termine, indeterminato, di somministrazione, apprendistato, di solidarietà, mettendo in risalto per ogni tipologia contrattuale gli aspetti critici e di coordinamento - per la mancanza di una normativa transitoria - e in alcuni casi suggerendo possibili soluzioni.
Scrivi un commento
I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE