Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 19
  1. #1
    Nuto
    Guest

    Predefinito prima casa categoria A10

    un'appartamento accatastato A10 può essere acquistato con l'agevolazione prima casa?

    la legge e il DM sulle abitazioni di lusso non attribuiscono rilevanza alla categoria catastale, la stessa AdE ha affermato che la categoria non rileva

    io direi di si

    cosa ne pensate?

  2. #2
    alberto.
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    secondo me un immobile a10 non può esser acquistato con le agevolazioni prima casa

  3. #3
    alberto.
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    è irrilevante la destinazione dell'immobile non il suo accatastamento..

    se ho comperato un A3 con le agevolazioni prima casa e lo destino ad ufficio, non decado..
    se compro un a10 non spettano le agevolazioni prima casa..
    se ho un a10, posso comprare come prima casa, in quanto l'a10 non è considerato casa di abitazione anche se utilizzato come tale

    Circolare del 01/03/2001 n. 19

    contribuente già in possesso di A10 intenzionato a comprare un'altro immobile

    2.2.5 Qualora l'acquirente sia gia' titolare di un immobile classificato in
    catasto nella categoria A/10 (ufficio) ma di fatto adibito ad abitazione,
    l'agevolazione puo' essere concessa.
    Non ha, infatti, rilevanza l'utilizzazione di fatto diversa dalla classificazione catastale.
    In osservanza dei medesimi criteri e' possibile asserire, di contro, che l'agevolazione non e' applicabile nel caso in cui l'acquirente sia titolare, nel comune dove acquista, di altro immobile
    classificato o classificabili in catasto come abitazione, indipendentemente
    dall'utilizzazione di fatto.

  4. #4
    alberto.
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    e ancora
    c. 02/03/1994 1
    La locuzione "idoneo ad abitazione", usata per la prima volta nella
    citata legge n. 75 del 1993 e successivamente, nel decreto legge n. 155 del
    199, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1993, n. 243, con
    riferimento al fabbricato o alla porzione di fabbricato gia' posseduto, e'
    da intendersi oggettivamente, nel senso che l'unita' immobiliare destinata ad
    abitazione deve essere classificata o classificabile nelle categorie A1, A2,
    A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11, occorre, cioe', che risponda ai requisiti
    tecnici e di autonomia funzionale che qualificano la stessa come atta all'uso
    abitativo. A tale proposito si precisa che non assume rilievo l'autorizzazione
    di fatto diversa dalla classificazione catastale, come esempio l'uso ad
    ufficio di una unita' immobiliare classificata nella categoria A2.

  5. #5
    Marlin
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    cambia la categoria ..prima di acquistarla.

  6. #6
    Nuto
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    io francamente non vedo nulla in contrario

    mi riferivo a questa circolare

    che ne pensate?

    Circolare del 12/08/2005 n. 38


    3 REQUISITI OGGETTIVI
    3.1 Irrilevanza della classificazione catastale delle abitazioni
    trasferite
    Per fruire dell'agevolazione "prima casa" e' necessario che la casa
    di abitazione oggetto di acquisto non presenti caratteristiche di lusso
    secondo i criteri indicati nel D.M. 2 agosto 1969 (riportato nell'allegato
    n. 1).
    Ove ricorrono effettivamente le condizioni perche' la casa si
    consideri "non di lusso", l'agevolazione compete, prescindendo dalla
    categoria catastale con cui risulta censita in catasto.
    In altri termini, ai fini dell'applicazione dell'agevolazione "prima
    casa" non rileva la classificazione catastale dell'immobile trasferito
    quanto, piuttosto, la natura lussuosa o meno dello stesso in base ai
    parametri enunciati dal D.M. 2 agosto 1969.
    Al riguardo la Corte di Cassazione (sentenza 26 marzo 1988, n. 2595),
    ha rilevato che i " ... simboli delle categorie non hanno la specifica
    funzione di distinguere le abitazioni di lusso dalle altre, ma soltanto di
    indicare una rendita catastale proporzionata al tipo di abitazione...".
    Il D.M. 2 agosto 1969 indica le caratteristiche che consentono di
    qualificare "di lusso" le abitazioni.
    In particolare, mentre gli articoli da 1 a 7 del predetto decreto
    individuano le singole caratteristiche in presenza di ciascuna delle quali
    l'abitazione e' considerata di "lusso" (ad esempio: abitazioni realizzate su
    aree destinate dagli strumenti urbanistici a "ville", "parco privato" (art.
    1); abitazioni unifamiliari dotate di piscina di almeno 80 metri quadrati o
    campi da tennis con sottofondo drenato di superficie non inferiore a 650
    metri quadrati (art. 4); ecc.), il successivo articolo 8, invece, considera
    abitazioni di lusso " ... le case e le singole unita' immobiliari che
    abbiano oltre 4 caratteristiche tra quelle della tabella allegata al
    decreto" (ad esempio: superficie dell'appartamento; scala di servizio;
    ascensore di servizio; ecc.).
    In riferimento a quest'ultima disposizione, la Commissione Tributaria
    Centrale (Sezione XII, decisione n. 3025 del 28 marzo 1988), ha precisato
    che "...l'articolo 8 e' residuale, cioe' se il fabbricato non ricade in
    alcune delle previsioni dei primi sette articoli, puo' ugualmente essere
    considerato di lusso qualora concorrano piu' di quattro delle
    caratteristiche elencate nella tabella allegata".
    Le caratteristiche che permettono di attribuire all'abitazione la
    qualifica "di lusso" possono essere rilevate sia dal contenuto dell'atto
    (come, ad esempio, la descrizione dell'immobile) oppure dalla documentazione
    allegata allo stesso (come, ad esempio, il certificato catastale, la
    concessione edilizia, ecc.). In tal caso l'imposta dovuta per la
    registrazione e' determinata con l'applicazione dell'aliquota ordinaria.
    I appena il caso di rilevare che i soggetti obbligati a richiedere la
    registrazione per via telematica, nel determinare l'imposta principale da
    versare, devono responsabilmente tener conto di tutti gli elementi
    desumibili dai documenti in loro possesso che permettono di qualificare come
    "non di lusso" la casa di abitazione trasferita.

  7. #7
    alberto.
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    Scusa ma che c'entrano le case nn di lusso o di lusso col fatto che vuoi acquistare un a10 con le agevolazioni prima casa..

    quella circolare ti spiega cos'è considerata abitazione di lusso.. al di la della classificazione catastale si guardan le finiture e quant'altro

    non puoi acquistare un a10 con le agevolazioni prima casa... un a10 non è abitazione anche se, poi, lo si utilizza come tale

  8. #8
    Nuto
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    alberto. Scrivi:

    > Scusa ma che c'entrano le case nn di lusso o di lusso col fatto
    > che vuoi acquistare un a10 con le agevolazioni prima casa..
    >

    ma come che c'entrano?

    per fruire delle agevolazioni, oltre ai requisiti della residenza, l'abitazione deve essere non di lusso

    non mi risulta che ci siano altri requisiti oggettivi, ossia relativi alle caratteristiche dell'immobile

    la circolare non ti spiega cos'è considerata abitazione di lusso, ma tratta proprio dell'agevolazione prima casa (suggerisco di leggerla a tutti i colleghi)


    dire che un A10 non sia un'abitazione non mi sembra sufficiente: un appartamento "diventa" abitazione solo perchè vado dal geometra a far cambiare l'accatastamento? non ha un gran senso

    anche perchè, ripeto la stessa AdE ha rilevato testualmente la "Irrilevanza della classificazione catastale delle abitazioni
    trasferite"

    mi chiedo se ci siano obiezioni TECNICHE alla fruizione dell'agevolazione

  9. #9
    Marlin
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    Alberto ha ragione è inutile che cerchi alternative improponibili.
    Trova un notaio che la pensa come te e rogitalo come vuoi tu.

  10. #10
    alberto.
    Guest

    Predefinito Re: prima casa categoria A10

    obiezioni tecniche? ti ho citato ben due circolari, la legge parla di abitazione, l'ufficio non è abitazione.. vedi tu..

    .....obiezioni tecniche...

    concordo con marlin

    saluti

Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •