A tutti voi esperti, ringrazio in anticipo per la risposta. Ho un problema gravissimo:
sono stata oggetto nel corso di 1 anno di un controllo fiscale relativo agli anni di imposta 2001, 2002, 2003, 2004, a causa di omessa dichiarazione (ad opera di quello che credevo fosse un bravo un commercialista). Ho collaborato attivamente con il fisco per ricostruire le dichiarazioni non presentate, producendo tutta la contabilità in mio possesso, compresi gli f24 attestanti il pagamento delle imposte dovute e la varia documentazione comprovante i miei redditi e il mio patrimonio familiare. Ho ricevuto da oltre un anno 4 avvisi di accertamento con richiesta di pagamento di somme elevatissime desunte dallo strumento del redditometro. Ho presentato 10 giorni dopo il ricevimento degli avvisi, l'istanza di adesione all'ufficio competente, ma nonostante avessi richiamato per avere rassicurazioni sul fatto che avessero ricevuto la mia istanza e nonostante mi avessero garantito che mi avrebbero chiamata a breve, non ho più ricevuto notizie in merito e nessuna convocazione. E' passato oltre un anno e due giorni fa mi vedo arrivare una cartella esattoriale Gerit di ben 117 mila euro, una cifra elevatissima e totalmente arbitraria che non saprei come pagare. A questo punto, consapevole di non avere più la possibilità di presentare ricorso per il merito dell'accertamento (essendo ormai decorsi i 90 giorni di tempo), mi resta probabilmente solo la carta dell'impugnazione della cartella per vizio e il ricorso in commissione tributaria (essendo a conoscenza del fatto che l'ufficio aveva il dovere di accogliere la mia istanza di adesione, ma non lo ha fatto).
Ma chiedo conferma di questo a voi esperti e un parere sulle strade da percorrere.
Sono abbastanza disperata, grazie per il vostro aiuto mikela@mikela.com