CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE

Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6
  1. #1
    Debora
    Guest

    Predefinito plusvalenza cessione quota

    Un mio cliente ha ceduto la sua quota di partecipazione in una società di persone. Il valore della quota era Euro 3000,00 ; gli sono stati dati Euro 13000.
    Ho un plusvalore di Euro 10000,00 , in che quadro della dichiarazione dei redditi li dovrò dichiarare??
    Ho avuto pareri contrastanti... mi potete aiutare?
    Grazie

  2. #2
    Lorenzo
    Guest

    Predefinito Re: plusvalenza cessione quota

    Non ho guardato le nuove bozze dei modelli 730 e UNICO, fino all'anno scorso erano i quadri RL e RT. Nonostante il nuovo regime di tassazione del capital gain non dovrebbero esserci rivoluzioni a livello di dichiarazione dei redditi.
    Cmq complimenti, è il primo caso che sento in cui un cliente "accondiscende" a dichiarare la plusvalenza da cessione di quote in società personali...

  3. #3
    Debora
    Guest

    Predefinito Re: plusvalenza cessione quota

    E il quadro RM... parlando di tassazione separata?? La società avrebbe i requisiti in quanto costituita da più di cinque anni...
    Cmq il cliente non vorrebbe dichiarare...
    grazie
    Auguri

  4. #4
    Lorenzo
    Guest

    Predefinito Re: plusvalenza cessione quota

    No la tassazione separata non si applica. Ciao e Auguri

  5. #5
    nikol
    Guest

    Predefinito Re: plusvalenza cessione quota

    Queste considerazione io le ho lette in tema di cessione d'azienda,vale la stessa cosa in caso di cessione di quota di partecipazone al capitale sociale?.

    Ciao e buon 2005 a tutti

  6. #6
    lella
    Guest

    Predefinito Re: plusvalenza cessione quota

    cessione di partecipazione

    l'imminenza del 31.12.2004 in presenza di una eventual stipula di atto notarile contenente una cessione di quote nell'ambito di una societa' deve essere valutata akl fine di decidere se sia-
    preferibile anticipare gli effetti dell'atto al 2004
    -megli redigere l'atto dal 01.01.2005

    entro il 31.12.2004 i soci devono valutare la necessita' di eseguire determinate operazioni societarie che possono avere riflessi gia' per l'esercizio d'imposta 2004.

    SOCIETA' DI PERSONE
    ART.5 DPR 917
    Le quote di partecipazione agli utili si presumono proporzionate al valore dei conferimenti dei soci se non risutano determinate diversamente dall'atto pubblico o dalla scrittura privata autenticata di costituzione o da altro atto pubblico o scrittura privata autenticata in data anteriore all'inizio del periodo d'imposta.Il reddito imponibile irpef 2004 è imputato ai soci esistenti alla data del 31.12.2004, obbligati a dichiarare il reddito di partecipazione nel quawdro RH.
    Il reddito di partecipazione di una societa'' di persone anno 2004 sara' dichiarato esclusivamente dai soci presenti alla data del 31.12.2004.indipendentemente dal fatto che l'acquisizione della qualifica di socio sia stata perfezionata da un atto stipulato qualch giorno primma.
    al contrario UN SOCIO PRESENTE PER QUASI TUTTO L'ANNO 2004, il quale cede la quota o recede negli ultimi giorni di dicembre RIMANE ESCLUSO DALA RIPARTIZIONE DEL REDDITO 2004.
    L'atto di dicembre dall'esepio sopra riportato,apporta solo una variazione di quote tra i soci gia' esistenti. gl ieffetti bhanno valnza slo dall'esercizio l'imposta successivo, 2005, il reddito 2004 si tiene conto della situazione societaria al 31.12.2004.Allo scopo di una migliore ripartizione del r3eddito 2004 è preferibile
    -sottoscriver3 l'atto entro il 31.12. se subentrano altri soci ( da due a
    -al cobngtrario posticipare al mese di gennaio 2005 se la compagine sociale si riduce da tre a due soci.

    CESSIONE DELLA QUOTA-TASSAZIONE-
    Una cessione è perfezionata giuridicamente nel dic.2004 (atto notarile)
    le modalita' di pagamento prevede che il corrispettivo sia pagato il 10.01.2005.
    l'eventuale plusvalenza è dovuta nel 2005. principio di cassa.

    E' importante che l'atto di trasferimento delle quote-
    redatto nel dicembre 2004 e con effetto contestauale del trasferimento della proprieta' faccia esplicito riferimento al fatto che IL CORRISPETTIVO OGGETTO DELLA CESSIONE sara' pagato da parte dell'acquirente aklla data del 10.01.2005.

    PARTECIPAZIONE NON QUALIFICATA -CONFERMA
    La pluslvalenza è sempre soggetta all'imposta sostitutiva del 12.5 % al netto di minusvalenze derivanti da cessioni non qualificate.

    PARTECIPAZIONE QUALIFICATA NOVITA' ART.66-67
    E' abrogata l'imposta sostitutiva del 27%
    è prevista la tassazione ordinaria irpef sul 40% della polusvalenza al netto di un eventuale 40% di altre minusvalenze.

    DAL 2004

    REDDITI DA QUADRI EX...EURO 20.000
    REDDITO NEL QUADRO RT 10000 X 40% = 4000

    REDDITO COMPLESSVO QUADRO RN
    IRPEF -ADDIZ. EURO 24.000.=

    la plusvalenza imponibile pari al 40% è tassata con l'aliquota irpef progressiva dello scaglione di riferimento al netto di eventuali oneri deducibili piu' le addizionali.-

    DA NON DIMENTICARE
    La scelta dovra' tenere conto della eventuale rivalutazione delle quote di partecipazione, una saggia rivalutazione con il versamento dell'imposta del 4% potra' essere conveniente nella determinazione complessiva del costo fiscale dell'operazione di cessione.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •