CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE

Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9
  1. #1
    Nuovo iscritto
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    roma
    Messaggi
    4

    Predefinito liquidazione: "benefici" fiscali

    Buongiorno a tutti,
    è la prima volta che scrivo, vi ringrazio anticipatamente per il tempo che vorrete dedicare al mio post.

    Arrivo al dunque:

    una srl è
    - in perdita da 3 anni;
    - l'unico socio ha puntualmente conferito dei capitali al fine di ripianare i debiti;
    - nonostante fosse un azienda con 20 dipendenti non è mai stata seguita da un commercialista e dunque ci potrebbero essere evidenti errori nella redazione dei bilanci;
    - la società non ha debiti rilevanti, se non nei confronti dell'unico amministratore nonchè unico socio della srl.

    L'attuale nuovo commercialista ha consigliato l'immediata liquidazione della società, avvalorando eventuali benefici qualora ci fossero dei controlli fiscali.
    Non capisco se la sua richiesta nasce dal fatto di non volersi assumere la responsabilità di una società che non ha personalmente seguito negli ultimi anni e che allo stato attuale potrebbe far sorgere innumerevoli problemi di varia natura (principalmente fiscali).

    Avrei due domande da porvi:

    1) quali possono essere i benefici fiscali, sempre che ce ne siano, della messa in liquidazione?
    2) quali sono i costi per la liquidazione di una società srl?

    Vi ringrazio di cuore.

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Luigia
    Registrato dal
    Apr 2007
    residenza
    Bologna, Italy, Italy
    Messaggi
    1,707

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    dare una risposta certa.... è difficile, perchè possono sfuggire considerazioni importanti su fatti non noti. Benefici fiscali legati alla liquidazione io non ne conosco e ti pregherei di chiederli al tuo commercialista e poi di indicarceli, perchè se ci sono a me sfuggono!!!
    Il costo della chiusura della società se consideriamo le spese dell'atto da redigersi da un notaio possono aggirarsi a 2.000 euro, ma poi naturalmente c'è il commercialista per la spesa del deposito del bilancio finale e la cancellazione della società. E poi bisogna vedere si che zona sei..... magari da te i notai sono meno cari....insomma la risposta alla tua domanda non puo' che essere generica.
    Luigia

  3. #3
    Nuovo iscritto
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    roma
    Messaggi
    4

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Luigia inanzitutto grazie per questa tua prima risposta, gia' utile.

    Provo a fare una precisazione in merito ai benefici fiscali:
    l'attuale commercialista ha riscontrato delle voci in bilancio, per gli anni passati, non corrette, del tipo: debiti iscritti come ricavi.
    Allo stesso modo non e' riuscito (ad una prima analisi sommaria) a comprendere la provenienza delle somme conferite dall'unico socio, nonche' amministratore. In merito a quest'ultimo punto, ha parlato di rischi relativi le norme di antiriciclaggio, tenuto anche conto del fatto che l'azienda e' da tre anni che e' in perdita e l'amministratore/socio, a suo dire (dell'attuale commercialista), avrebbe difficolta' a giustificare le ingenti somme conferite.


    Io non capisco se e in che cosa puo' la liquidazione aiutare in questo caso. Dal mio punto di vista, se e' stato commesso un illecito, con o senza dolo non importa, l'amministratore rimane responsabile sempre e cmq, e la liquidazione non capisco come possa invece aiutarlo in tal senso. Ma magari (spero) mi sbaglio e la liquidazione puo' effettivamente essere utile sotto alcuni punti di vista.

    Immagino che le informazioni da me date non siano molte di piu', spero pero' servano in qualche modo a fare un po' piu' di chiarezza.

    Grazie.

  4. #4
    Utente Senior
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    salerno
    Messaggi
    5,699

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Quote Originariamente inviata da salvatore75 Visualizza il messaggio
    Luigia inanzitutto grazie per questa tua prima risposta, gia' utile.

    Provo a fare una precisazione in merito ai benefici fiscali:
    l'attuale commercialista ha riscontrato delle voci in bilancio, per gli anni passati, non corrette, del tipo: debiti iscritti come ricavi.
    Allo stesso modo non e' riuscito (ad una prima analisi sommaria) a comprendere la provenienza delle somme conferite dall'unico socio, nonche' amministratore. In merito a quest'ultimo punto, ha parlato di rischi relativi le norme di antiriciclaggio, tenuto anche conto del fatto che l'azienda e' da tre anni che e' in perdita e l'amministratore/socio, a suo dire (dell'attuale commercialista), avrebbe difficolta' a giustificare le ingenti somme conferite.


    Io non capisco se e in che cosa puo' la liquidazione aiutare in questo caso. Dal mio punto di vista, se e' stato commesso un illecito, con o senza dolo non importa, l'amministratore rimane responsabile sempre e cmq, e la liquidazione non capisco come possa invece aiutarlo in tal senso. Ma magari (spero) mi sbaglio e la liquidazione puo' effettivamente essere utile sotto alcuni punti di vista.

    Immagino che le informazioni da me date non siano molte di piu', spero pero' servano in qualche modo a fare un po' piu' di chiarezza.

    Grazie.
    concordo con quanto detto da luigia e ritengo che il tuo commercialista,pur avendo usato un termine improprio, abbia ragione.
    infatti dal 1 gennaio 2011 entreranno in vigore norme sugli accertamenti e sulle riscossioni piuttosto stringenti. non ultimo gli accertamenti automatici sulle perdite sistemiche (qual'è la tua situazione) e sul redditometro (relativo alle anticipazioni) quindi con il termine benefici molto probabilmente il tuo commercialista intendeva dire che la liquidazione poteva evitare i possibili rischi fiscali di questo nuovo stato di cose.
    io al tuo posto cercherei di liquidare e chiudere il tutto entro il 31.12.2010.
    ciao
    Ultima modifica di giuseppepiantino@libero.i; 4th November 2010 a 08:50

  5. #5
    Nuovo iscritto
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    roma
    Messaggi
    4

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Quote Originariamente inviata da giuseppepiantino@libero.i Visualizza il messaggio
    concordo con quanto detto da luigia e ritengo che il tuo commercialista,pur avendo usato un termine improprio, abbia ragione.
    infatti dal 1 gennaio 2011 entreranno in vigore norme sugli accertamenti e sulle riscossioni piuttosto stringenti. non ultimo gli accertamenti automatici sulle perdite sistemiche (qual'è la tua situazione) e sul redditometro (relativo alle anticipazioni) quindi con il termine benefici molto probabilmente il tuo commercialista intendeva dire che la liquidazione poteva evitare i possibili rischi fiscali di questo nuovo stato di cose.
    io al tuo posto cercherei di liquidare e chiudere il tutto entro il 31.12.2010.
    ciao
    Grazie Giuseppe Piantino per la tua risposta,
    vorrei porti un ulteriore domanda.

    L'azienda e' di mio padre, lui imprenditore vecchio stampo (l'ha fondata 30 anni fa), mi dice: "se e' stato commesso un illecito, liquidazione o meno, mi faranno pagare le conseguenze". Non riesce ad entrare nell'ottica che la liquidazione puo' alleviare la situazione che si e' venuta a creare, qualcora sorgano dei problemi con il fisco.

    Io, che invece consiglio di liquidare la societa', non essendo un commercialista e facendo altro per lavoro, non riesco a spiegargli in maniera concreta quali sono i benefici della liquidazione. Non ho cartucce se non dirgli:" il nuovo commercialista te lo consiglia".

    Se possibile, vorrei riuscire a fargli degli esempi per fargli capire in cosa consistono i benefici della liquidazione, nel suo caso.

    Oggi vado in libreria a comprare dei libri sull'argomento, se qualcuno di voi riesce pero' a centrare subito il problema, dandomi degli esempi concreti di come la liquidazione possa, per certi aspetti, evitare alcuni rischi fiscali, mi sarebbe di grande aiuto...

    Come sempre, grazie per l'attenzione.

  6. #6
    Utente Senior
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    salerno
    Messaggi
    5,699

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Quote Originariamente inviata da salvatore75 Visualizza il messaggio
    Grazie Giuseppe Piantino per la tua risposta,
    vorrei porti un ulteriore domanda.

    L'azienda e' di mio padre, lui imprenditore vecchio stampo (l'ha fondata 30 anni fa), mi dice: "se e' stato commesso un illecito, liquidazione o meno, mi faranno pagare le conseguenze". Non riesce ad entrare nell'ottica che la liquidazione puo' alleviare la situazione che si e' venuta a creare, qualcora sorgano dei problemi con il fisco.

    Io, che invece consiglio di liquidare la societa', non essendo un commercialista e facendo altro per lavoro, non riesco a spiegargli in maniera concreta quali sono i benefici della liquidazione. Non ho cartucce se non dirgli:" il nuovo commercialista te lo consiglia".

    Se possibile, vorrei riuscire a fargli degli esempi per fargli capire in cosa consistono i benefici della liquidazione, nel suo caso.

    Oggi vado in libreria a comprare dei libri sull'argomento, se qualcuno di voi riesce pero' a centrare subito il problema, dandomi degli esempi concreti di come la liquidazione possa, per certi aspetti, evitare alcuni rischi fiscali, mi sarebbe di grande aiuto...

    Come sempre, grazie per l'attenzione.
    Le pecche sulle voci di bilancio che ti ha indicato il commercialista sono voci che molto probabilmente si trascineranno nel tempo, mentre la liquidazione pone fine a tali situazioni. inoltre potresti suggerirgli che sarebbe utile un passaggio generazionale; si chiude la vecchia società per formarne una nuova, magari fatta da giovani e utilizzando le agevolazioni finanziarie esistenti. questo argomento potrebbe convincerlo.
    ciao

  7. #7
    Utente Attivo
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    manfredonia
    Messaggi
    139

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    batsa invece dirgli una cosa: se la società è in perdita da tre anni vuol dire che non produce reddito e quindi deve chiudere (non si può avere un'attività aperta per hobby)...e per chiudere si passa alla fase della liquidazione della società, ossia pagare tutti i debiti riscuotendo tutti i crediti, vendendo tutte le attrezzature in possesso della società... e poi gli dai un bacino in fronte!

  8. #8
    Nuovo iscritto
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    roma
    Messaggi
    4

    Predefinito Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Grazie del contributo.

    Pur essendo in perdita, mio padre conta di poter riprendere l'attivita' nei prossimi anni. Inoltre mio padre, avendo da sempre intestato tutti i beni della famiglia alla societa', per il momento non vuole procedere al trasferimento dei beni dalla societa' alla persona (lui stesso o gli eredi).

    Ora, non so se per legge e' costretto a chiudere, visto che e' in perdita da tre anni, la mia questione pero' riguarda maggiormente gli aspetti fiscali connessi con la liquidazione volontaria.

    Il commercialista, anche al fine di "proteggere" i beni (casa, terreni e quant'altro, ricordo che tutti i beni della famiglia sono intestati alla societa'), consiglia la liquidazione. Mio padre e' contrario, dice che se e' stato commesso un illecito nella tenuta della contabilita', cmq dovra' pagarne le conseguenze, liquidazione o meno. Io non so a chi dar ragione.

    Ho provato ad informarmi leggendo alcuni libri, senza successo.
    Ripeto il mio quesito: la liquidazione volontaria permette di beneficiare in alcun modo di eventuali "sgravi fiscali", "scudi" etc etc, qualora la contabilita' dell'azienda non sia stata mantenuta correttamente e qualora possano nascere dei problemi, in caso di controllo da parte della finanza e/o organi competenti?


    Grazie.

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di marica
    Registrato dal
    Dec 2009
    residenza
    italia
    Messaggi
    904

    Cool2 Riferimento: liquidazione: "benefici" fiscali

    Alla luce delle recenti novità normative le imprese che chiudono sistematicamente in perdita sono oggetto di accertamento, salvo eccezioni previste dalla legge stessa (ad es. perdite causate da compensi corrisposti a soci e amministratori). Dalla lettura del post mi è parso di capire che il collega consiglia la liquidazione perchè sono state commesse gravi irregolarità nella tenuta della contabilità, operazioni sanzionabili dalla normativa antiriciclaggio ecc.
    Tuttavia leggo questo:
    Quote Originariamente inviata da salvatore75 Visualizza il messaggio
    Pur essendo in perdita, mio padre conta di poter riprendere l'attivita' nei prossimi anni.
    ciò significa che attualmente l'attività è sospesa? Se è cosi potrebbe essere conveniente mettere in liquidazione la società per escluderla dall'applicazione degli studi di settore. Questo conviene per evitare accertamenti e forse il commercialista in questi termini pone la questione della convenienza fiscale.
    Quote Originariamente inviata da salvatore75 Visualizza il messaggio
    Mio padre e' contrario, dice che se e' stato commesso un illecito nella tenuta della contabilita', cmq dovra' pagarne le conseguenze, liquidazione o meno.
    e' giusto.
    L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione (Oscar Wilde)

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •