Pubblicato il 16/02/2012

Quali sono i familiari a carico?

Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2011 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Possono essere considerati a carico anche se non conviventi con il contribuente o residenti all’estero:

  • il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
  • i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito; gli stessi pertanto ai fini dell’attribuzione della detrazione non rientrano mai nella categoria “altri familiari”.

Possono essere considerati a carico anche i seguenti altri familiari, a condizione che convivano con il contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria:

  • il coniuge legalmente ed effettivamente separato;
  • i discendenti dei figli;
  • i genitori (compresi i genitori naturali e quelli adottivi);
  • i generi e le nuore;
  • il suocero e la suocera;
  • i fratelli e le sorelle (anche unilaterali);
  • i nonni e le nonne (compresi quelli naturali).
ATTENZIONE La detrazione per il coniuge e i familiari a carico non spetta, neppure in parte, se, nel corso dell'anno, il reddito del familiare ha superato il limite di euro 2.840,51, al lordo degli oneri deducibili.

Faq pubblicata il 29/01/2010 e revisionata e aggiornata in data 16/02/2012 ma sostanzialmente rimasta invariata.

Commenti

piu che commentare avrei da fare una domanda. Mi chiamo Valentina, da 8 mesi percepisco la dissocupazzione e adesso che mi scade percepiro' la maternita' dell'inps. Mio marito che lavora come semplice operaio puo' percepire l'assegno familiare o mettermi a carico???

- Commento di Valentina (11:45 del 08/07/2010)

per quanto riguarda invece l'assegno familiare potrebbe percepirlo se il reddito familiare non supera il massimo delle tabelle che stabiliscono l'importo dovuto di A.N.F. rispetto ai componenti il nucleo familiare.

- Risposta di claudia (14:38 del 29/11/2010) al commento di Valentina

pùo metterti a carico solo se il tuo reddito non supera i 2840,51 euro, per quanto riguarda gli assegni familiari, questi vengono percepiti in base ad una tabella facendo sempre riferimento al reddito dei componenti il nucleo familiare

- Risposta di alberto (14:23 del 23/03/2011) al commento di Valentina

non cio lavoro e cio tre bambini minorenni da tenere e anche mi moglie che non puo lavorare come devo fare a campare......

- Risposta di salvatore (14:56 del 08/04/2012) al commento di alberto

pùo metterti a carico solo se il tuo reddito non supera i 2840,51 euro, per quanto riguarda gli assegni familiari, questi vengono percepiti in base ad una tabella facendo sempre riferimento al reddito dei componenti il nucleo familiare

- Risposta di alberto (14:23 del 23/03/2011) al commento di Valentina

pùo metterti a carico solo se il tuo reddito non supera i 2840,51 euro, per quanto riguarda gli assegni familiari, questi vengono percepiti in base ad una tabella facendo sempre riferimento al reddito dei componenti il nucleo familiare

- Risposta di alberto (14:23 del 23/03/2011) al commento di Valentina

I compensi per disoccupazione e maternità sono redditi sostitutivi che se superiori a 2.840,51 non le consentono di essere considerata fiscalmente a carico.

- Commento di Luigia (19:48 del 08/07/2010)

sono separato,ma vivo con mia moglie,posso chiedere l'assegno familiare.grazie

- Commento di alex (19:53 del 12/07/2010)

lavoro da circa 1 anno e vivo con i miei genitori entrambi disoccupati pertanto a reddito zero. come faccio per dichiarare che sono familiari a carico? devo presentare un modulo al mio datore di lavoro oppure è sufficiente che lo faccio presente al momento della dichiarazione dei redditi?

- Commento di nunzia (10:05 del 06/09/2010)

Entrambe le soluzioni sono valide. Meglio al datore di lavoro cosi' se non ha altri redditi puo' non fare la dichiarazione.

- Commento di Luigia lumia (22:57 del 09/09/2010)

non mi è chiaro se è possibile beneficiare delle detrazioni per familiare a carico per un figlio che svolge l'attività di venditore "porta a porta", ovvero soggetto a ritenuta a titolo d'imposta, visto che si parla di reddito "complessivo" inferiore ad € 2.840,51 ed i suddetti redditi non vi rientrano. ovviamente il reddito da lui percepito supera il limite.

- Commento di FULVIO (09:43 del 14/09/2010)

se supera il limite di reddito previsto di 2.841 (parliamo sempre al lordo) non può essere considerato a carico

- Risposta di claudia (14:34 del 29/11/2010) al commento di FULVIO

lavoro da 1 anno a roma nella publica amministrazione mentre i miei genitori risiedono a napoli. sono l'unica persona che percepisce reddito pertanto potrei considermi "sostenitrice di famiglia"? c'è qualche legge che mi permette di richiedere l'avvicinamento al luogo di residenza essendo i miei genitori familiari a mio carico? inoltre vorrei sapere se esiste un modulo prestampato da utilizzare per dichiarare al mio datore di lavoro che i miei genitori sono a mio carico? grazie

- Commento di Nunzia (07:53 del 15/09/2010)

Per l'avvicinamento al luo di residenza dei suoi genitori dovrà informarsi dall'ente da cui dipende. Per comunicare i familiari a carico al datore di lavoro è lo stesso datore che solitamente all'inizio del rapporto e ogni inizio anno richiede la situazione dei familiari a carico.

- Commento di Luigia (18:01 del 15/09/2010)

Mia moglie è a mio carico. Abbiamo un figlio dal suo precedente matrimonio che ad oggi risulta nel mio stato di famiglia. Mia moglie percepisce un assegno per il figlio dal suo precedente marito. Vorrei sapere se tale figlio deve essere considerato a mio carico. Grazie

- Commento di Mario (14:11 del 11/10/2010)

Salve, sono un dipendente statale e convivo con una donna e suo figlio minorenne entrambi senza cittadinanza italiana ma cittadini comunitari, inoltre iscritti regolarmente sul mio stato di famiglia. Considerando che non hanno alcun reddito posso richiedere una detrazione fiscale in qualità di persone a mio carico? Se "si" quali sono i riferimenti normativi? Grazie. Un saluto a tutti.

- Risposta di Gianni (01:23 del 16/03/2012) al commento di Mario

Per Mario. Anche se il figlio è nel suo stato di famiglia è a carico dei genitori naturali.

- Commento di Luigia (16:05 del 11/10/2010)

Per Luigia Grazie della risposta; una precisazione: essendo mia moglie a mio carico, posso detrarre le spese universitarie del figlio?(almeno per il 50% o per la quota per cui il figlio è a carico di mia moglie - quota che in realtà devo ancora verificare/appurare) Ciao e grazie ancora

- Commento di Mario (17:11 del 11/10/2010)

Direi di no. la detrazione non spetta per i familiari a carico delle persone a carico!!!!

- Commento di Luigia (18:37 del 11/10/2010)

mi trovo in questa situazione: ho una figlia naturale riconosciuta sia da me che dalla madre per quanto riguarda le detrazioni per familiari a carico considerato che io e la madre di mia figlia ci siamo lasciati ho diritto a percepire le detrazioni d'imposta per figli a carico al 50%. grazie

- Commento di alberto (23:02 del 14/10/2010)

sono separato con un figlio maggiorenne che studia e vive con la madre e da atto di separazione legale è affidato ai ex coniugi. la mia ex non percedisce nessun reddito. chiedo se la detrazione per i figli a carico può essere mantenuta al 100% dal padre

- Risposta di renato (15:32 del 20/05/2012) al commento di alberto

sono separato con un figlio maggiorenne che studia e vive con la madre e da atto di separazione legale è affidato ai ex coniugi. la mia ex non percedisce nessun reddito. chiedo se la detrazione per i figli a carico può essere mantenuta al 100% dal padre

- Risposta di renato (15:32 del 20/05/2012) al commento di alberto

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la detrazione spetta, in mancanza di accordo tra le parti, nella misura del 100% al genitore affidatario oppure in caso di affidamento congiunto nella misura del 50% ciascuno.

Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato; tale possibilità permette di fruire per intero della detrazione nel caso in cui uno dei genitori abbia un reddito basso e quindi un’imposta che non gli consente di fruire in tutto o in parte della detrazione.
Se un genitore fruisce al 100 per cento della detrazione per figlio a carico, l’altro genitore non può fruirne.

- Risposta di Claudia Tossani (10:51 del 21/05/2012) al commento di renato

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la detrazione spetta, in mancanza di accordo tra le parti, nella misura del 100% al genitore affidatario o in caso di affidamento congiunto nella misura del 50% ciascuno. Anche in questo caso, i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato.

- Commento di Luigia Lumia (15:28 del 15/10/2010)

non sono daccordo con questa risposta, si parla di annullamento separazione cessazione degli effetti giuridici del matrimonio, in caso di figlio naturale non c'è scioglimento annullamento e cessazione degli effetti giuridici perchè mai posti in essere. Nel caso del figlio naturale in assenza di una specifica che non è presa in considerazione le detrazioni per figlio a carico sono da considerarsi al 50%

- Risposta di claudia (14:27 del 29/11/2010) al commento di Luigia Lumia

Eg, ho un figlio studente che durante l'anno lavora a chiamata presso un ristorante, tranne da luglio a settembre che lavora con un contratto stagionale, quando lavora a chiamata viene pagato con i vaucher inps e invece da luglio a settembre con regolari buste paga, volevo sapere se i soldi percepiti con i vaucher fanno cumulo per il limite di reddito, 2840,51€, per averlo a carico. Grazie

- Commento di Gaetano (11:29 del 05/11/2010)

Salve, ho la mia madre che ha l'invalidità civili a 100% e non percepisce nessun redditto. Lei può essere al mio carico avendo una residenza diversa? Grazie.

- Commento di Rosane (11:31 del 11/11/2010)

No, il presupposto per far si che sua madre risulti a suo carico è la sola convivenza, o in alternativa che riceva assegni familiari da lei.

- Risposta di Terry (13:01 del 15/06/2012) al commento di Rosane

Buongiorno, avrei un quesito... ho 26 anni e nel corso di quest'anno ho provveduto a mantenere, con uscite di contanti, (no assegni o bonifici) i miei genitori che pero' hanno residenza in altro luogo. Non li ho mai dichiarati a carico al datore di lavoro. Posso farlo in sede di dichiarazione dei redditi? Puo' essere contestabile il fatto che le miei uscite non sono rintracciabili? Grazie mille

- Commento di anna84 (14:28 del 27/11/2010)

la legge non richiede una particolare forma per i pagamenti, anche se in qualche modo bisogna essere in grado di dimostrare i pagamenti, forse potrebbe essere sufficiente una dichiarazione della mamma. in sede di dichiarazione si puo' comunque recuperare la detrazione.

- Risposta di Luigia (20:22 del 28/11/2010) al commento di anna84

mio figlio,essendo laureato,in scenze infermieristiche, esercita praticantato presso l'ospedale dono svizzero (Formia),penso che percepisce untantum,io come posso sapere che mio figlio guadagna per non effetuare la detrazione ?........grazie.....

- Commento di alfredo (23:02 del 06/12/2010)

in rifer. alla risposta di claudia del 29-11-2010 a Luigia vorrei precisare che trovo assolutamente corretto che il genitore affidatario esclusivo percepisca le detrazioni per il figlio nella misura del 100% in caso di un mancato accordo, in quanto il più delle volte l'altro genitore non corrisponde neppure l'assegno di mantenimento al figlio e pretende ugualmente il 50% delle detrazioni. E' corretto ciò?

- Commento di anna maria (21:04 del 03/01/2011)

in riferimento alla risposta di annamaria alla mia del 29.11.2010 tengo a precisare (probabilmente lei è parte in causa) e mi scuso in anticipo, che se viene corrisposto regolarmente l'assegno di mantenimento per il figlio minore, non è giusto che sia il genitore affidatario a percepire il 100%, troppo comodo

- Risposta di claudia (14:31 del 23/03/2011) al commento di anna maria

richiesta consiglio;genitori separati..ambedue disocupati..figlio naggiorebbe che lavora,altri fratelli minori in csa.Puo'questo figlio maggiore prendere gli assegni familiari tenuto conto che i genitori non lavoro e il reddito e' solo di quest'ultimo?Una volta si faceva le veci dei genitori sennza reddito e si pagavano gli assegni!Grazie se mi date risposta esauriente!mikepi

- Commento di michele (22:25 del 07/01/2011)

Sono vedovo e da circa un anno convivo con una donna (la quale e' nullatenente).La posso portare a carico nella dichiarazione del 730 che andro' a fare prossimamente?

- Commento di domenico (14:46 del 22/01/2011)

purtroppo no

- Risposta di Luigia (22:27 del 05/02/2011) al commento di domenico

HO LA PENSIONE SOCIALE POTREI ESSERE A CARICO DI MIO FIGLIO

- Commento di PORRECA MARIO (13:52 del 04/02/2011)

Si, essendo la pensione sociale un reddito esente

- Risposta di Luigia Lumia (08:55 del 08/04/2011) al commento di PORRECA MARIO

le pensioni sociali fanno reddito?

si puo' usufruire delle detrazioni fiscali per il coniuge che ha redditi per una pensione sociale?

grazie

- Commento di gisele (18:12 del 08/02/2011)

salve io da circa 2 mesi lavoro e mi risulta una busta paga di 1,500 euro netti,vivo con i miei genitori volevo sapere se ora il mio reddito influirà sulla loro dichiarazione dei redditi o comunque su tasse che loro dovranno pagare,a fini economici cosa cambia?grazie

- Commento di Desy (14:46 del 09/02/2011)

Sicuramente non è piu' a carico dei suoi genitori, per il resto nient'altro, ognuno adempirà ai propri obblighi fiscali separatamente.

- Commento di Luigia (23:04 del 10/02/2011)

in merito al ragazzo che lavora e vive con i genitori con un loro reddito,non cambia nulla,però dse devefare modello isee per agevolazioni sociali deve fare cumulo con i suoi ed eventuali conviventi con reddito .... f.to masaniello napoli

- Risposta di mario bossone (15:26 del 04/12/2011) al commento di Luigia

Buongiorno volevo sapere se mi spetta la detrazione per familiare a carico in quanto mio padre percepisce solo assegno sociale e indennita' d'accompagnamento. Io lavoro part-time e vivo con mio padre. Grazie

- Commento di silvia (09:24 del 11/02/2011)

Salve, io ho una figlia avuta dal precedente compagno (lui era separato), e vorrei sapere se è a mio carico al 100% visto che vive con me e non mi passa nessun mantenimento. Ci siamo lasciati ma non ci siamo mai rivolti al tribunale. Grazie

- Commento di Katia (10:37 del 14/02/2011)

Direi che essendo il figlio riconosciuto la detrazione in mancanza di provvedimenti ufficiali spetta a tutti e due.

- Risposta di Luigia Lumia (19:00 del 15/02/2011) al commento di Katia

sono uno studente che lavora in un ristorante con un contratto a chiamata. per sapere se rientro o meno nei 2840.51 euro devo considerare anche le trattenute inps sui miei cud oppure devo solo considerare il netto del mese? grazie

- Commento di Roberto (17:20 del 03/03/2011)

Bisogna vergognarsi con queste cifre ci sono bloccati a 2800€ per anni è una vergogna in Francia bisogna superare circa 900€ al mese per non essere a carico e noi? siamo sempre a questa cifra.Per loro questa cifra a anno è forse pagamenti di colazione o forse dei spiccioli ma per noi sono importanti fine quando pensa per prenderci in giro cosi e non fare che pensare a noi non a fatti loro?

- Commento di FLORICA (11:44 del 06/03/2011)

Allora vai in Francia.... :) Cosa perdi tempo e detrazioni ....

- Risposta di xxxitaly (14:00 del 16/05/2012) al commento di FLORICA

Sei forse un parlamentare e per te non importa le detrazioni ma voglio vedere se hai dei figli e lavora 2-3 mesi al anno superando 2800 come parlerai. Prima informati cosa sono le detrazioni e poi parla.Qui ho mia famiglia (marito e 2 figli), una casa che pago IMU e di 25 anni le tasse in Italia su'lavoro e sono sposata con un bravo uomo italiano, forse per te matrimoni fra cittadini diversi e vietato.

- Risposta di Florica (15:46 del 16/05/2012) al commento di xxxitaly

ciao florica, anche se in ritardo ti dico che hai perfettamente ragione, io ho una fi glia studentessa universitaria a parigi che ha lavorato nei mesi estivi per nn sentirsi completamente a carico e ora siccome in francia su un reddito di 4196 nn paghi le tasse (ovviamente ha fatto la sua onesta dichiarazione dei redditi) mentre in italia il reddito lordo e' di 2841 euro c.ca ora deve dichiararlo in italia e pagarci le tasse e poi ci dicono che i giovani devono lavorare, rendersi indipendenti etc, etc. politicanti italiani nn vi posso esprimere a parole cosa penso di voi.....vi offenderei troppo, quanto al governo dei tecnici...nn ci vuole chiss' quale laurea per capire che nn si puo' essere europei a seconda di cio' che ci conviene (vedi leggi anticorruzione) gli italiani all'estero lavorano e nn in NERO....

- Risposta di angie (11:33 del 26/06/2012) al commento di FLORICA

concordo una vergogna ora io dico mia figlia lavora a chiamata e supera di poco le 2840.00 e io nn posso metterla a carico benissimo ma lei fa l'universita' che costa ben 1500.00 euro all'anno senza le spese dei mezzi e del mangiare ora dico come fa essere indipendente e nn a carico con 2840.00 euro lorde all'ann0??? E' una vergogna questa Italia fa schifo raddoppia tutto ci tassano anche l'aria che respiriamo in svizzera l'iva e' del 10% qui il 22% cosa vogliono ancora da noi ??? CHE FUTURO POSSIAMO DARE AI NOSTRI FIGLI?? Dopo aver fatto una casa con sacrifici ora nn si sa neppure se si potra' tenerla sono stufa di tutto quando poi vedi i nostri parlamentari che se la godono e si intascano i nostri soldi ci sfruttano stiamo tornando indietro nel tempo con i dittatori

- Risposta di cristina (23:34 del 04/11/2013) al commento di angie

Per Roberto: bisogna considerare il lordo.(al lordo di tasse e contributi)

- Commento di Luigia Lumia (22:37 del 06/03/2011)

Buongiorno,mia suocera vive a casa mia (da sempre)è affetta dal morbo di alzhaimer pecepisce la pensione del marito(defunto)di 800 euro mensili,inoltre le stato riconosciuta l'indennita di accompagnamento (con sentenza dal 01-06-2010) di 480 euro mensili ma non ancora erogata. Posso metterla fiscalmente a carico mio?il suo reddito influisce sul mio? Se si qual'è la procedura? Grazie

- Commento di Francesco Campagna (10:14 del 15/03/2011)

La suocera supera il reddito di 2840 annui e quindi non puo' essere considerata a carico.

- Risposta di Luigia Lumia (16:34 del 15/03/2011) al commento di Francesco Campagna

Buongiorno, mia moglie per il 2010 ha un reddito inferiore a 2840 euro. Può risultare a carico di suo padre pensionato? Io sono disoccupato da giugno e presenterei il 730 solo per la mia situazione. Grazie

- Commento di Michele (16:16 del 19/03/2011)

Salve.Io lavoro da 1 anno e nel 2010 ho guadagnato 8504,77 euro. Mia madre che vive con me (basta che vive ò devo compilare una dichiarazione che e a mio carico?) non ha superato nel 2010, 2.500 euro (con il TFR ariva a 3.000 circa).Posso fruire di questa detrazione?Grazie.

- Commento di daniel (16:24 del 22/03/2011)

il tfr,non fa parte...il suo reddito quindi non supera la soglia.

- Risposta di jengo (12:34 del 25/03/2011) al commento di daniel

Buongiorno,figlio maggiorenne +3 minorenni, fiscalmente a carico e diplomato e disocuppato,dopo lavoro trimestrale a contratto,ho diritto agli assegni familiari?

- Commento di francesco liberatore (14:56 del 23/03/2011)

Salve, mia moglie da quest'anno non percepisce reddito ma ha una piccola rendita dall'affitto di un appartamento che supera comunque i 2840 l'anno; posso considerarla a mio carico oppure no?

- Commento di Lorenzo (08:32 del 07/04/2011)

Sua moglie non può essere considerata a suo carico inoltre superando la soglia dei 2840,51euro deve dichiarare tale reddito.

- Risposta di Terry (13:00 del 15/06/2012) al commento di Lorenzo

Sono vedova con la pensione di reversibilità e mio figlio che è minore ha anche lui 20% ciò è quasi 4000€ al e stato messo in commissione per invalidità se mi accetta poi avendo questo redditto sarà a carico mio minore con invalidità o no perché supera 2800€?

- Commento di Florica (13:22 del 08/04/2011)

Salve, mia suocera percepisce l'assegno sociale posso caricarla nel mio 730 (a un paio di caf mi hanno detto di no)

- Commento di luigi (00:20 del 04/05/2011)

Per essere considerata a suo carico, sua suocera deve essere convivente con lei, ed inoltre l ' importo dell' assegno sociale non deve superare la soglia stabilita di 2840.51 euro.

- Risposta di Jengo (11:39 del 04/05/2011) al commento di luigi

Grazie per la risposta, in relazione alla risposta di Luigia Lumia al sig. Porreca Mario però sembra essere il contrario in quanto specifica che la pensione sociale (cioè l'attuale assegno sociale - vedi inps) è un reddito esente. Essendo quindi esente da imposte rende mia suocera (confermo la convivenza) caricabile nel mio 730? Se no posso caricarla senza chiederne alcuna detrazione per poter detrarre solo il canone di locazione intestato a lei e le eventuali spese sanitarie che ella ha sostenuto? Scusi l'instistenza e grazie per la sua assistenza.

- Risposta di luigi (14:54 del 04/05/2011) al commento di Jengo

mio figlioha la partita iva come avvocato però ancora lo mantengo io,perchè fino ad oggi non ha emesso alcuna fattura.Siccome sulla mia pensione percepisco ancora le detrazioni d'imposta,vorrei sapere se nel mio mod.unico 2011 per l'anno 2010 devo far compilare un quadro in cui dichiarare l'attività di mio figlio anche se zero.

- Commento di antonio (12:16 del 09/05/2011)

l' attività sara dichiarata dal figlio,e poi puo essere considerato a suo carico.

- Risposta di jengo (12:53 del 11/05/2011) al commento di antonio

Buongiorno, nel caso di due persone separate "effettivamente" ossia senza sentenza del tribunale, e non conviventi, con residenze separate, con un figlio a carico, e senza alcun tipo di rapporto economico (ognuno ha i suoi redditi e nessuno dei due percepisce denaro dall'altro)come si configura la situazione familiare a fini delle imposte sui redditi? Nello specifico, nel quadro dei dati del contribuente bisogna barrare la casella 2 CONIUGATO oppure 4 SEPARATO? Ringrazio anticipatamente.

- Commento di Tiziana S. (15:39 del 09/05/2011)

Buongiorno...lei dovrà barrare la casella 2:CONIUGATO.

- Risposta di Jengo (17:47 del 12/05/2011) al commento di Tiziana S.

mi è arrivato un accertamento per omessa dichiarazione dei redditi,in presenza di due CUD. Ho inoltrato istanza di autotutela poichè nell'accertamento non erano state fatte le detrazioni per coniuge a carico.L'Ufficio mi ha comunicato quattro giorni prima della scadenza dell'accertamento la riduzione dell'accertamento. Ho versato le imposte e sanzioni due giorni dopo i 60 giorni dalla notifica del all'accertamento e mi è arrivata una cartella con la sanzione intera,cioè invece di guadagnarci ci ho rimesso. Vi chiedo è giusto pagare la sanzione per intero in questo caso?

- Commento di isidoro forestieri (12:13 del 13/05/2011)

purtroppo i 60 giorni sono un termine perentorio. quindi direi che non è giusto ma non c'è nulla da fare.

- Risposta di Luigia (10:44 del 15/05/2011) al commento di isidoro forestieri

possiedo una seconda casa che ho affittato e mi da un reddito di 3.600,00 euro l'anno, non ho nessuno altro reddito perchè sono casalinga, posso detrarre le spese mediche sul 730 che faccio con mio marito? .Ho anche il 50% della casa principale dove abito . Grazie

- Commento di albanese stefania (19:41 del 14/05/2011)

certamente puo' detrarre le spese dal 730. cio' le consente di ridurre le imposte sul suo reddito di fabbricati che è soggetto a imposta senza particolari agevolazioni.

- Risposta di Luigia (10:46 del 15/05/2011) al commento di albanese stefania

salve, sono pensionato dal 2002, non ho mai percepito detrazioni fiscali per mia moglie (non ha alcun reddito)forse per erroe del patronato che seguì la mia pratica pensionistica.Con il 730/2011posso recuperare la detrazione del 2010.Sapreste dirmi se è possibile fare qualcosa per passato????

- Commento di aldo1950 (13:47 del 17/05/2011)

Sicuramente con il modello 730 puoi recuperare il 2010. Per il passato non potendo fare una integrativa o correttiva, in quanto non hai mai presentato la dichiarazione, potresti provare con una istanza di rimborso....

- Risposta di Luigia Lumia (16:29 del 03/06/2011) al commento di aldo1950

salve, mi potreste dire cosa devo fare? sono un operaio che percepisce un reddito > a 2840€ e vivo (ho la residenza) con i miei genitori, mio papà deve presentare il 730/2012 ovviamente non inserendomi tra i familiari a carico, cosa devo presentare io per dichiarare il mio reddito? grazie...

- Risposta di angelo (11:15 del 03/05/2012) al commento di Luigia Lumia

Salve. Sono un ragazzo di 20 anni. A carico dei suoi genitori. Quest'estate lavorerò due mesi (700€ al mese). Posso presentare la mia dichiarazione dei redditi? e restare comunque a carico dei miei genitori? Nel caso non sia possibile e devono accollarsi loro il mio "stipendio" li aumenteranno le tasse in qualche modo? . Grazie!!!

- Commento di Raffaele (21:25 del 20/05/2011)

Fino ad un reddito di 2.840 euro puoi rimanere a carico dei tuoi genitori.

- Risposta di Luigia Lumia (16:24 del 03/06/2011) al commento di Raffaele

Domanda: mia figlia, sposata con tre figli minorenni, senza reddito, marito con reddito IRPEF inferiore ai 15.000 €; posso tenerla fiscalmente a carico mio e di mio marito, visto che mio genero non recupera le detrazioni per carichi familiari per incapienza? Considerare che, vista la loro situazione, li aiutiamo nelle spese quotidiane... Grazie

- Commento di Renata (09:28 del 01/06/2011)

La risposta è positiva. La detrazione per figlio a carico spetta anche qualora quest'ultimo sia sposato e non conviva con i genitori, purche' non abbia un reddito complessivo superiore a euro 2840. I figli infatti non importa siano conviventi. Se fossero conviventi potrebbe portare a carico anche i nipoti come altri familiari. C'è la conferma di una vecchia circolare la n. 95 del 12/5/2000 che non mi sembra superata.

- Commento di Luigia Lumia (16:39 del 03/06/2011)

Salve!Sono una quarentenne che haime' abita ancora con i suoi genitori pensionati. Lavoro x poche ore al giorno. Vorrei fare l'esenzione sanitaria(visto il mio basso reddito) ma abitando con i miei devo fare l'accumulo con il reddito loro o posso fare un reddito mio(a parte)x poter avere l'esenzione cosa che nn mi concedono xke' con l'accumulo nn rientro nell'esenzione. Grazie anticipatamente

- Commento di Cinzia (17:16 del 06/06/2011)

salve avrei bisogno di un chiarimento ,sto preparando una domanda x un corso che mi chiede persone a carico rilevate dalla certificazione isee; devo mettere il numero delle persone che sono elencate nell'isee? grazie

- Commento di luisa (11:18 del 21/06/2011)

i redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta ( es.: interessi depositi bancari) devono essere computati nei 2840,51 euro per essere considerati fiscalmente a carico ??? grazie.

- Commento di sandra (11:28 del 13/07/2011)

salve, sono una studentessa di 24 anni e ho appena trasferito la mia residenza in una città diversa da quella della mia famiglia per motivi personali. Vivo sola e sono alla ricerca della prima occupazione.Dato che non convivo più con i miei genitori non risulto più fiscalmente a loro carico? grazie

- Commento di annarita (23:58 del 17/07/2011)

buongiorno, vorrei sapere se mia moglie dovesse aprire una partita IVA agevolata e non dovesse raggiungere i famosi 2840 euro di reddito , resta a mio carico oppure no? grazie

- Risposta di roberto (23:14 del 03/09/2013) al commento di annarita

salve , volevo sapre se mia moglie che ha la residenza in un altro pese come considerata?

- Commento di luis (23:45 del 18/07/2011)

mia figlia si lascia con il suo convivente dal quale ha avuto un figlio e si vorrebbe trasferire con i genitori .cosa conporta hai fini fiscali e per l'assegno regionale provincia di trento vengono sommati tutti i redditi e la proprieta anche dei genitori . grazie

- Commento di mario (14:33 del 26/07/2011)

Salve a tutti, volevo avere la conferma se mia moglie risulta essere a mio carico anche se è in possesso di partita iva (ha un attività autonoma)avendo quest'anno percepito un reddito inferiore ai 2840€.

(uno studio legale a detto di si e un altro a detto di no in quando ritene che se il cognuge con un reddito complessivo inferiore ai 2840€ ma in possesso di una partita IVA non può considerarsi a carico)

MA E VERO???

- Commento di Omar (11:59 del 29/07/2011)

salve;nella dichiarazione ho dimenticato di portare in detrazione la 6°rata del 36% recupero edilizio,è possibile recuperare la stessa rata?

- Risposta di vincenzo (14:07 del 28/01/2012) al commento di Omar

si certamente entro il termine della presentazione della dichiarazione dei redditi del 2011, se l'omissione riguarda il 2010, puo' presentare una dichiarazione integrativa e recuperare il credito.

- Risposta di Luigia Lumia (17:38 del 28/01/2012) al commento di vincenzo

una mia amica ha reddito di circa 10.000 lordi annui ha un figlio e vive con i genitori con reddito molto piu' alto, i redditi si cumulano con il suo per la richiesta di assegni familiari? oppure no viene considerato dallo stato solo il suo reddito?

- Commento di mario (21:36 del 19/08/2011)

Salve, volevo chiedere una informazione,mio padre ha 80 anni ed è pensionato delle ferrovie, percepisce quindi oltre alla pensione anche una pensione di invalidità 100% con accompagnamento, mentre mia madre percepisce anch'essa una pensione minima e una pensione di invalidità. posso metterli a carico mio anche se le persioni percepite sono superiori a 2.840,51 euro ciascuno? grazie per le risposte Alessandro

- Commento di Alessandro (23:24 del 27/09/2011)

Buongiorno. Vorrei cortesemente sapere se essendo l'unico a percepire un reddito, posso mettere i miei genitori (mamma casalinga, papà disoccupato da qualche mese e 3 fratelli minorenni) a mio carico. Io ho residenza altrove, ma ora come ora convivo con loro x aiutarli. Potete x favore indicarmi se posso fare domanda x familiari a carico? Ringrazio e spero in un Vostro gradito riscontro. cordiali saluti.

- Commento di Elisabetta (14:26 del 20/10/2011)

Buon giorno. ho marito a carico,vorrei sapere se è sufficente chiamare in ditta e segnalarlo o devo anche riferire il codice fiscale del mio marito? perche dopo devo fare anche 730

- Commento di susanna (17:00 del 24/10/2011)

Salve,vorrei aavere una informazione. Ho finito da poco gli studi e finora sono semrpe stata a carico di mia madre. Mi è stato proposto un contratto di consulenza (ai fini fiscali risulterà una prestazione occasionale)che durerà dal 7 novembre 2011 al 7 gennaio 2012. Il compenso totale (circa 3000 euro) verrà diviso in due tranche, una a firma del contratto e una a presentazione del lavoro. Cadendo le due date una nel 2011 e l'altra nel 2012 e aggirandosi quella del 2011 sui 1500 euro, per quest'anno potrei rimanere comunque a carico di mia madre o quello che conta è la data di firma del contratto di consulenza (quindi il fatto che il totale supera comunque i 2800 euro)? Grazie per le informazioni che potrete darmi.

- Commento di Michela (20:12 del 24/10/2011)

la mia pensione di reversabilità contiene il 20% per la figlia universitaria.ora vuol trasferire la residenza.quali diritti e quali obblighi sorgono da questa decisione?

- Commento di gianniotti (00:41 del 08/11/2011)

Salve, sono disoccupata da 2 anni e percepisco una pensione ordinaria di invalidità da parte dell'inps che supera i 2.840,51 che non sono soggetti a ritenuta irpef. Posso essere messa a carico di mio marito?

- Commento di cristina (14:47 del 10/11/2011)

salve, sono da poco legalmente separato,ho una figlia in affidamento congiunto. la mia ex moglie è disocupata.viviamo in 2 citta differenti.posso detrarre la mia ex moglie dalle detrazioni?

- Commento di marco (17:54 del 11/11/2011)

Urge! novembre 2011. Mi è arrivata comunicazione "rettifica dati dichiarazione art.36 ter DPR 600/73" per € 875,10(dichiarazione redditi 2008)per mio figlio naturale (ora maggorenne) al quale verso gli alimenti disposti già a suo tempo dal giudice. Cosa fare? io sono pensionato Inpdap ed ho 80 anni. Grazie.

- Commento di giovanna (11:14 del 23/11/2011)

Buongiorno,mi è stato indicato dal CAF che io, non possedendo reddito, ma non risiedendo nella stessa abitazione dei miei genitori, ambedue pensionati, posso essere comunque a carico loro in quanto disoccupata.In caso di decesso di uno dei due genitori, o di ambedue cosa succede della loro pensione? la reversibilità riguarda anche me?I soldi che loro danno a me per aiutarmi da quando non ho più un lavoro, fanno reddito? se io risulto a carico loro, non avendo la stessa residenza, ho encora diritto all'esenzione tiket e medicinali della quale ora usufruisco?mia figlia che ora è nel mio ISE và automaticamente a carico dei miei genitori? Avrei urgenza di una risposta in quanto mia figlia ha avuto una bambina ed ora devo aggiornare la mia dichiarazione ISE Grazie

- Commento di carla (10:12 del 29/12/2011)

BUON GIORNO MIA MOGLIE E VEDOVA DAL SUO PRECEDENTE MATRIMONIO HA AVUTO 4 FIGLI,SONO STUDENTI,TRE DI QUESTI CONVIVONO CON NOI E SONO SUL MIO STATO DI FAMILIA,UNO VIVE ANCORA PER IL MOMENTO ALL'ESTERO IN HONDURAS,VORREI SAPERE SE MI ASPETTANO LE DETRAZIONI FISCALI COME ALTRI FAMILIARI A CARICO PER TUTTI E QUATTTRO O SOLO PER I TRE CHE CONVIVONO CON ME E LA MAMMA.RINGRAZIO IN ANTICIPO.

- Commento di riccardo (19:09 del 01/01/2012)

i figli sono a carico dei genitori anche se separati. quindi ritengo le detrazioni spettano a sua moglie e al padre naturale, ma non a lei.

- Risposta di Luigia Lumia (19:27 del 02/01/2012) al commento di riccardo

trovo assurdo e vergonoso che la cifra di riferimento per i figli a carico sia sia 2800euro. in particolare penso a quelle famiglie monoreddito, che hanno i figli all'università. invece di premiare la buona volotà di quest giovani che trovano dei lavori saltuari, il fisco punisce la loro famiglia per un cifra irrisoria 2800 lordi come minimo dovrebbero raddopiarli . mi picerebbe sapere il vostro pensiero. grazie

- Commento di nicola guglielmi (19:56 del 08/01/2012)

personalmente sono d'accordo con lei. E' assurdo che uno studente che lavori vanifichi la sua fatica facendo perdere la detrazione ai genitori.

- Risposta di Luigia Lumia (23:02 del 11/01/2012) al commento di nicola guglielmi

Ancora più assurdo è il fatto che, nonostante abbia conseguito un meritato 110 e lode, una ragazza perda il diritto ad una borsa di studio per merito..in quanto non più a carico grazie a questo limite di 2.800 euro...e lo perda a favore di studenti con voti meno alti e redditi familiari più elevati...ma ancora 'provvidenzialmente' a carico! Sono disgustata pensando a quali insegnamenti possano trarre i giovani da queste esperienze!

- Risposta di marilena (17:29 del 13/02/2014) al commento di nicola guglielmi

volevo sapere se dopo un anno di buste paga dove il mio datore si e' dimenticato la detrazione figlio a carico e coniuge mancante potevo chiedere un risarcimento,premettendo che anche nell' ultima busta non compariva......grazie mille

- Commento di melissa (11:07 del 10/01/2012)

Il datore di lavoro deve chiedere al dipendente attraverso una dichiarazione la sua situazione fiscale. Se pero' le detrazioni non vengono date per qualche motivo o anche un errore puo' poi recuperarle facendo la dichiarazione dei redditi. Non ho capito se lei aveva rilasciato la dichiarazione e il datore di lavoro non ne ha tenuto conto e a quale anno di imposta di riferisce.

- Risposta di Luigia Lumia (23:01 del 11/01/2012) al commento di melissa

Ho una figlia naturale legalmente riconosciuta di 13 anni, il mio ex compagno non percepisce nessun contributo dallo stato per la figlia, io sono una dipendente privata ( con stipendio basso ) e ho ricevuto l'assegno familiare gia' da 10 anni, ora debbo rinnovare la domanda all'inps, ma sono tornata a vivere con mia madre e mio fratello, entrambi disoccupati.E mio padre vive fuori casa e provvede a loro. Mi chiedono di includere nella domanda gli stati di famiglia di tutti i componenti il nucleo, ma io chiedo l'assegno solo per mia figlia ??....Cosa debbo dichiarare e soprattutto, mi tocca ancora l'assegno ???

- Commento di Manuela Bianco (18:08 del 13/01/2012)

Buonasera, volevo sapere se mia figlia può stare a carico dai nonni, visto che io al momento non lavoro e mia moglie percepisce un reddito così basso da non rientrare con le detrazioni (nè per mutuo, spese mediche e/o altro!).

Grazie Cordiali saluti, Giovanni da Napoli

- Commento di giovanni sodano (19:09 del 17/01/2012)

La figlia puo' essere a carico dei nonni solo se convivente, recitano infatti le istruzioni che sono altri familiari a carico: a condizione che convivano con il contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria: - il coniuge legalmente ed effettivamente separato; - i discendenti dei figli; - i genitori (compresi i genitori naturali e quelli adottivi); - i generi e le nuore; - il suocero e la suocera; - i fratelli e le sorelle (anche unilaterali); - i nonni e le nonne (compresi quelli naturali).

- Risposta di Luigia Lumia (19:46 del 22/01/2012) al commento di giovanni sodano

Grazie mille! Quindi basta spostare la residenza dai nonni, giusto??

- Risposta di giovanni sodano (10:09 del 23/01/2012) al commento di Luigia Lumia

Ciao sono un dipendente statale vorrei sapere perche' non percepisco piu' gli assegni familiari dal mese di agosto ? A

- Commento di Iolanda (17:29 del 22/01/2012)

provi a chiedere all'ufficio paghe cosi' non riesco proprio a risponderle.

- Risposta di Luigia Lumia (19:47 del 22/01/2012) al commento di Iolanda

Buongiorno, percepisco un reddito da lavoratore dipendente e la societa' mi ha dato un modulo "detrazioni di imposta" per figli e coinuge a carico da compilare. Sono convivente (non sposato legalmente) sotto lo stesso tetto con la madre dei nostri figli (2) a carico (6 e otto anni), e lei non percepisce alcun reddito se non qualche lavoretto occasionale. posso inserirla come coniuge a carico? grazie

- Commento di david di milano (12:48 del 24/01/2012)

No, se non si sposa non puo' considerare la mamma dei suoi figli "coniuge", almeno ai fini fiscali!

- Risposta di Luigia Lumia (18:10 del 28/01/2012) al commento di david di milano

ho a carico fiscale moglie e figlio, dal mese di ottobre , mio figlio lavora con contratto di apprendistato, (700€mensile). mio figlio è tenuto a presentare il 730 a suo nome oppure devo dichiarare il suo reddito con il mio 730? grazie x la risposta.

- Commento di luigi (18:20 del 25/01/2012)

Il reddito di suo figlio non deve essere dichiarato da Lei. Inoltre se suo figlio ha un unico modello cud puo' non presentare la dichiarazione in quanto tutte le imposte sono state trattenute alla fonte.

- Risposta di Luigia Lumia (18:09 del 28/01/2012) al commento di luigi

sono legalmente separata e ho due figli sono state affidate a me esclusivamente io non posso richiedere gli assegi familiari alla società con cui lavoro perche non li erogano ma l'INPS mi a datto autorizzazione a richiedeli alla ditta del ex coniuge e fin qui tutto bene, ma la ditta invece di erogarli a me li da al mio ex marito so che ce una legge ho sentenza che dice che devono essere erogati al richiedente che in questo caso sono io qualcuno sa darmi qualche notizia in base a tutto questo.grazie

- Risposta di annamaria (10:25 del 01/08/2012) al commento di luigi

Salve.Sono sposata ,ma ho con me il figlio da mio precedente matrimonio con la dicitura “ ricongiungimento famigliare” (padre naturale non trovabile ) e non prendo nessun assegno famigliare. Ogni anno faccio le mie dichiarazioni dei redditi che ammontano intorno 3500 €/anno lordi. Volevo chiedere se posso usufruire agevolazioni per le spese universitarie oppure nelle I.S.E.E. si calcola anche il reddito di mio attuale marito nonostante che non ha riconosciuto il figlio come suo.Vi ringrazio in anticipo.

- Risposta di Diana (18:24 del 21/05/2013) al commento di luigi

Vorrei avere un'informazione: ho due figli uno di 29 anni che lavora e ha un reddito di 14.000 euro l'anno e l'altra è studente universitaria. Entrambi vivono a Milano, Quest'anno mio figlio non vuole essere a mio carico e si ha cercato casa sempre nel mio paese ma in un altro domicilio. Le chiedo: mia figlia può essere a carico del fratello. Lei non ha alcun reddito. Mi risponda per cortesia, ho avuto delle risposte discordanti. Saluti Andrea

- Risposta di andrea (12:29 del 25/09/2013) al commento di luigi

Io percepisco un reddito superiore a 2850 euro, ai miei genitori basta sapere questo o gli possono servire tutte le mie busta paga? Grazie

- Risposta di Emilio (13:34 del 24/11/2013) al commento di luigi

salve, ho sottoscritto nel 2011 un contratto per una docenza di 80 ore, con un compenso lordo di 3200, comprensivo di ritenute fiscali, io sono ancora a carico dei miei genitori. La somma mi viene pagata dalla regione, che paga la durante il corso, e metà dopo qualche mese dalla fine del corso. Sul contratto nn c'è una data di inzio del corso e una di fine, c'è sola la data di sottoscrizione. Il punto è che io ho percepito la prima metà nel 2011 firmando ovviamente la ricevuta, e la seconda dovrò aspettare per febbraio/marzo 2012. La mia domanda è: Dovrò fare la dichiarazione dei redditi?Il mio reddito 2011 quale sarà? Sono ancora a carico dei miei genitori visto che questo è stato il mio unico reddito del 2011? Grazie

- Commento di Francesco (01:29 del 27/01/2012)

Il suo reddito segue il principio di cassa, pertanto se nel 2011 la somma da lei percepita è inferiore a 2.840,00 euro potrà restare a carico dei genitori.

- Risposta di Luigia Lumia (18:07 del 28/01/2012) al commento di Francesco

buon giorno io sono bulgara e lavoro con contratto tempo indeterminato ho una figlia 18anni a mio carico ancora studia volevo chiedere se mia figlia va convivere con suo ragazzo e cambia residenza avro ancora detrazioni x figlia e assegni famigliari grazie

- Commento di maria nedeva (11:02 del 31/01/2012)

Salve vorrei fare una domanda,io sono divorziata e mia figlia è stata affidata a me,ora lei si trova al estero vive con mia mamma.come posso fare per prenderla al mio carico?mi basta presentare i suoi documenti e in più il documento dove c'è scritto che è stata affidata a me? grazie mille

- Commento di Gherghel Alexandra (20:25 del 31/01/2012)

mio marito e' stato a carico mio nel 2011 non avendo un reddito superiore a 2900 euro. dato che adesso ha iniziato a lavorare e fra qualche mese superera' questo importo, quando non sara' piu' a carico mio ? dal mese in cui si verifica il superamento di 2900 euro oppure gia' da adesso che e' iniziato l'anno visto che lavora e quindi so gia' che lo raggiungera'? e per gli assegni familiari come funziona ? per ora li prendo e poi a luglio quando faro' nuovamente il modello saranno interrotti?

- Commento di ilaria (00:20 del 02/02/2012)

salve. ho il permesso di sogiorno che scade in luglio ho a carico amia figlia ma adesso io no sto lavorando e non sono asunta io voglio sapere sí mio marito che a un lavoro e asunto 40 ore ala settimana e guadagna 1600puo metermi a carico ame e mía figlia aspetto la sua risposta grazie

- Commento di rosario (18:49 del 05/02/2012)

salve piu che commento avrei una domanda sa porre: Sono celibe e padre di due figli 23 e 19 anni (entrambi studenti) io risiedo in Calabria e loro in Campania con la madre (casalinga) ai fini del calcolo Ici e/o Imu si possono considerare figli conviventi a carico? considerato che per loro percepisco anche le detrazioni per figli a carico? Sicuro di una risposta porge distinti saluti

- Commento di vittorio (11:38 del 15/02/2012)

Buongiorno..avrei bisogno del vostro aiuto per capire come posso risolvere la mia situazione. Mi sono sposata l'anno scorso e sia io che mio marito siamo rimasti disoccupati... Aspetto un bimbo che nascerà tra poco e vivo a Napoli. Esistono degli aiuti economici anche temporanei per le famiglie senza reddito? Grazie per la vostra attenzione.

- Commento di Maria (10:14 del 20/02/2012)

salve volevo un'informazione gentilmente.allora io sono separata e ora convivo con un altro uomo.ho 2 figli di cui uno e' figlio del mio compagno e un altro del mio ex marito.per quanto riguarda il figlio avuto dal mio precedente matrimonio il mio ex essendo disoccupato non percepisce + gli assegni familiari,quindi volevo sapere se li puo' chiedere il mio convivente perche'il bambino e' nello stato di famiglia. se invece non li puo' chiedere in alternativa li potrebbe chiedere mio padre che e' pensionato se il bambino torna nello stato di famiglia del nonno? in pratica volevo sapere quale di queste 2 opzioni seguire. grazie e scusate di tutta la cronostoria ma ho voluto spiegarmi bene spero di esserci riuscita. attendo una risposta grazie

- Commento di cinzia (10:56 del 24/02/2012)

Salve, lavoro come dipendente da 8 mesi e convivo con i miei due genitori e mio fratello, tutti a reddito 0, in sede di 730 2012 (redditi 2011) posso recuperare la detrazione pur non avendo fatto alcuna pratica specifica? Grazie per la Vs attenzione!

- Commento di francescodellarocca (10:45 del 27/02/2012)

domanda: se nella mia dichiarazione non indico il codice del coniuge non a carico cosa dobbofare?

- Commento di giuseppe (15:12 del 28/02/2012)

trattasi di un errore formale che non incide nel pagamento delle imposte.

- Risposta di Luigia Lumia (09:19 del 29/02/2012) al commento di giuseppe

buongiorno, io convivo con la mia compagna e i suoi 2 figli. Dato che lei ha un reddito minimo io mi occupo delle spese sostenute per i bambini: spese mediche, farmacia, spese per attività sportive e spese per la scuola. Vi chiedo se posso detrarle o no. Grazie per la vs. risposta. Cordiali saluti Sergio

- Commento di Sergio (16:43 del 28/02/2012)

Purtroppo no

- Risposta di Luigia Lumia (09:18 del 29/02/2012) al commento di Sergio

ho un figlio disoccupato che si è sposato nell,agosto del 2011 e risiede presso l,abitazione del suocero.Siccome percepisco le detrazioni fiscali ,chiedo: devo continuare a percepirle oppure no

- Commento di pasquale (20:41 del 28/02/2012)

si i figli possono essere a carico anche se non conviventi.

- Risposta di Luigia Lumia (09:17 del 29/02/2012) al commento di pasquale

Buongiorno, ho riniziato a lavorare da maggio del 2011; prima risultavo essere a carico di mio marito; solo in questo mese abbiamo informato il datore di lavoro di mio marito che non ero più fiscalmente a suo carico. Cosa devo indicare nel 730 dal momento che nel CUD di mio marito verranno considerate le detrazioni per coniuge anche per i mesi del 2011 dove io ho lavorato? Grazie

- Commento di Sara (11:12 del 01/03/2012)

Egregio direttore Lumia Innanzitutto le faccio i miei più vivi complimenti per la sua eccellente preparazione in materia fiscale e per la sua buona volontà nel rispondere con grande competenza a qualsiasi dubbio espresso dagli utenti. Premesso che mia figlia maggiorenne è fiscalmente non a mio carico perchè lavora ma convivente, ai fini del calcolo dell’ISEE, cumula il proprio reddito con quello del sottoscritto e per evitare questo è necessario che trasferisca altrove la propria residenza anagrafica.Questo è chiaro. Se per quanto riguarda gli assegni familiari si parla di nucleo familiare e non di famiglia anagrafica come viene dichiarato per l'ISEE,la legge dice che il nucleo familiare fiscale comprende il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e le persone a carico per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia in quanto titolari di un reddito non superiore ad € 2840,51. Quindi la mia domanda è la seguente: perchè nella domandina degli assegni familiari(ho un'altra figlia minorenne) devo inserire il reddito di mia figlia facendo cumulo con il mio se per la legge non mi spettano più le detrazioni ed appunto non rientra più nel nucleo familiare fiscale come dice la legge stessa in quanto titolare di reddito superiore ad € 2840,51. La ringrazio sin da ora per la sua risposta.

- Commento di Massimo (16:48 del 06/03/2012)

Grazie dei suoi apprezzamenti. Mi dispiace non poter rispondere alla sua domanda direttamente in quanto non mi occupo di consulenza del lavoro. Spero possa farlo qualchè altro collega. Buona serata. Luigia

- Risposta di Luigia Lumia (15:30 del 14/03/2012) al commento di Massimo

Salve. Attualmente vivo con i miei genitori. Mi chiedevo se cambiando la residenza, andando ad abitare da mia sorella, potrei rimanere fiscalmente a carico dei miei genitori. E cosa cambierebbe per mia sorella (es. risulterei nello stato di famiglia o altro? nella dichiarazione dei redditi comparirei solo in quella dei miei genitori)

- Commento di Marco G. (12:37 del 10/03/2012)

Si i figli possono rimanenere a carico dei genitori anche se non conviventi, purche abbiano un reddito inferiore a 2840 euro. Per sua sorella se Lei non ha redditi non ci sono problemi.

- Risposta di Luigia Lumia (15:33 del 14/03/2012) al commento di Marco G.

Salve,vorrei chiedere gentilmente un'informazione per il 730,cosa dovrei segnare nella colonna mesi a carico nel prospetto familiari a carico.Mio figlio 23 anni ha lavorato circa 10 giorni nel 2011 percependo circa 400 euro,volevo solo sapere per quanti mesi devo segnarlo a carico,11 o 12 mesi?. Grazie

- Commento di Alessandro (22:13 del 11/03/2012)

puo indicarlo a carico per 12 mesi.

- Risposta di Luigia Lumia (15:34 del 14/03/2012) al commento di Alessandro

salve mio figlio nel 2011 ha percepito un reddito come tirocinante di 2.839,00 euro.Potevo tenerlo a carico?

- Commento di clara (17:57 del 12/03/2012)

E' andata bene!!! La risposta è positiva perchè il limite è di euro 2.840,51.

- Risposta di Luigia Lumia (15:39 del 14/03/2012) al commento di clara

salve vorrei sapere una cosa...mio padre è disoccupato da un anno e non percepisce più reddito. Io lavoro a roma ma ho la residenza a bari con i miei genitori...il mio reddito influisce nel reddito della famiglia anche se non viene dato ai miei genitori perchè lo utilizzo io in quanto vivo a roma? devo distaccarmi dalla residenza dei miei genitori per far in modo che a loro risulti reddito zero? mio padre può fare qualche richiesta di agevolazione vista la sua disoccupazione?

- Commento di nico (23:23 del 12/03/2012)

Salve, vorrei chiedere gentilmente un informazione per la detrazione irpef per mio figlio. premetto che mi moglie a conti fatti ha un reddito piu' alto del mio ma ha uno stipendio netto garantito pari a 1200 euro senza possibilità di aumenti. Il mio stipendio e' di 1100 euro posso chiedere io la detrazione al 100% e nel caso in che cosa incorrerei a livello fiscale visto che la legge cita che la detrazione va fatta da chi ha il reddito piu' alto ? Con mia moglie siamo in separazione di beni. grazie e cordiali saluti

- Commento di EnrVox (09:39 del 13/03/2012)

Purtroppo la risposta è negativa in quanto l'ufficio potrebbe riprendere la detrazione erroneamente usufruita richiedendo il rimborso + la sanzione.

- Risposta di Luigia Lumia (15:42 del 14/03/2012) al commento di EnrVox

Buona sera a tutti. Mio figlio, finora a carico, ha iniziato un rapporto di lavoro che lo porterà a superare i 2.840 €. Il diritto alle detrazioni decade dalla firma contratto di lavoro o dal raggiungimento della fatidica soglia di reddito? Ringrazio e saluto cordialmente.

- Commento di Gianfranco (17:53 del 14/03/2012)

salve! ho una domanda da fare: io nel 2006 ho messo come familiari a carico i mie 3 nipoti... cioè i figli di mia sorella tutti minorenni, siamo tutti nello stesso stato famiglia,e tutti senza reddito. questo xche il commercialista del mio datore di lavoro ha detto che si poteva, ieri mi arriva 1700 euro da pagare xche in base all articolo443 del c.v. non si possono ritenere a carico... è vero questo?? e se si , mi posso rivalere sul commercialista, come ha fatto a detrarre i nipoti se non si possono detrarre? io l'autocertificazione lo compilata mettendo i nipoti ma non spetta a loro controllare se ce qualcosa di errato? grazie aspetto una risposta al piu presto!

- Commento di tommy (19:15 del 14/03/2012)

Salve io sono vedova e da piu di un anno sulla mia busta paga non compariva la detrazione figlio che ho sempre avuto a carico al 100 per 100(i primi 6 mesi) e la detrazione coniuge mancante (gli altri 6 mesi)dopo averlo fatto notare mi hanno detto che la detrazione coniuge e' incorporata a quella del figlio ma a me non risulta volevo sapere se sono due voci singole anche perche l anno scorso era cosi e se le detrazioni che per un anno non mi hanno dato sono rimborsabili grazie mille

- Commento di melissa (11:27 del 15/03/2012)

sono sposata con due bambini ma vivo con i miei genitori.mio padre come capo famiglia puo' tenerci a carico

- Commento di mariarita (11:55 del 15/03/2012)

Si, se il tuo reddito non supera 2840 euro all'anno. Possono essere a carico anche i nipoti conviventi.

- Risposta di Luigia Lumia (23:32 del 17/03/2012) al commento di mariarita

Domanda: mio padre è invalido civile al 100% con accompagno, mia madre è casalinga a suo carico senza alcun reddito. Ha diritto all'esenzione del ticket? Grazie.

- Commento di Giorgia (19:20 del 15/03/2012)

Buon giorno, potrei sapere se viene considerato reddito un indennizzo da parte dell assicurazione per microlesioni in seguito ad incidente. E se viene considerato un assegno diciamo a titolo di regalo da parte dei genitori. grazie mille .

- Commento di stefano (14:03 del 16/03/2012)

Salve. Avrei un quesito: Da Giugno 2011 percepisco uno stipendio che porta il mio reddito per il 2011 al di fuori della soglia prevista per le detrazioni dei figli a carico. Vorrei regolarizzare la posizione dei miei genitori con l'INPS, visto che per il 2011 a loro non spetta più la detrazione di me quale figlio a carico: quale comunicazione deve essere fatta? Sono grato a chiunque mi risponda.

Saluti

- Commento di Domenico (20:53 del 16/03/2012)

Buonasera Domenico, i tuoi genitori devono fare la dichiarazione dei redditi per restituire la detrazione non spettante. Possono anche fare il 730.

- Risposta di Luigia Lumia (23:30 del 17/03/2012) al commento di Domenico

LUigia, Grazie mille.

- Risposta di Domenico (21:24 del 19/03/2012) al commento di Luigia Lumia

Buongiorno avrei una domanda

Presento il 730, sono dipendente pubblico. Ho un'ivalidità riconosciutà dell'80%. sono sordomuto e ho handicap grave art 3 comma 3. Sulla guida agevolazioni invalidi cè scritto che ho al possibilità di detrarre l'intero importo delle spese sanitarie sostenute. (medicinali e prestazioni) Vi chiedo, siccome ho il coniuge a carico, le spese per prestazioni che riguardano mia moglie sono anch'esse totalmente detraibili? Grazie

- Commento di Paolo (10:34 del 21/03/2012)

Si, la detrazione d'imposta del 19% prevista per le spese mediche compete anche quando le spese sono sostenute nell’interesse dei familiari a carico.

- Risposta di Claudia Tossani (14:24 del 21/03/2012) al commento di Paolo

sono un pensionato statale, mia figlia non lavora( tirocinante legale a mio carico )nel corso del 2011 ha ricevuto da parte della Regione un assegno di 3000 Euro per merito. Ora ha ricevuto un CUD pari al contributo percepito, come devo considerarla nel 730 che devo presentare a breve? Dovrò rimborsare quello che mi hanno dato nel corso del precedente anno. Ringrazio.

- Risposta di mario (15:09 del 12/04/2012) al commento di Claudia Tossani

Buon giorno. Mio figlio andrà a vivere in un piccolo appartamento intestato a lui, con reddito catastale sotto i 250 €. Sarà residente nella nostra stessa città e lo manterremo ancora noi genitori, è uno studente. Sarà fiscalmete a nostro carico, faremo noi le detrazioni per tasse università, spese mediche ecc, anche se non risiede con noi, ma non ha altri redditi? Grazie dell'aiuto

- Commento di sisso (16:46 del 22/03/2012)

MA NON PENSATE CHE QUESTO LIMITE VADA UN PO AUMENTATO, L'ALTRO ANNO MIA MOGLIE STAVA 50 EURO SOTTO IL LIMITE,QUEST'ANNO SOLO 5 EURO IL PROSSIMO ANNO NON SARA' PIU' A CARICO, ANCHE SE COMPLICE L'INFLAZIONE IL POTERE D'ACQUISTO DI QUESTA CIFRA E' DIMINUITO DI MOLTO

- Commento di AMEDEO (12:37 del 24/03/2012)

Salve, ho prodotto un reddito da "disoccupazione" di 6300 euro nel 2011 volevo sapere se devo prsentare il modello unico o se non sia necessario dato che la dichiarazione costa 50 euro. Mi chiedevo pero', dato che l'indennità è stata già tassata, e io vivo in affitto con 4 persone in solido con un ammontare annuo di 15000 euro da dividere in 4 appunto, potrei ottenere un rimborso facendo la dichiarazione? mi conviene grazie

- Commento di GIANLUIGI (04:22 del 26/03/2012)

ho 22 ani e nn lavoro. mi po metere la mia madre in carico suo se nn celo i documente??? mi poso fare cozi le documente??

- Commento di ivan (13:40 del 26/03/2012)

Buon giorno. Ho un fratello a carico che percepisce soltanto un'indennità d'invalidità che supera i 2.840,51 euro. Ho diritto alla detrazione fiscale per familiari a carico?Grazie

- Commento di Giovanna (11:29 del 28/03/2012)

Ciao mi chiamo Simone lavoro in un istituto di vigilanza a tempo indeterminato da quasi 6 anni ma ho la mia ragazza che ha la residenza da me da quasi un anno ma lei non lavora perche sta finendo i studi quindi il suo reddito è 0 lei fa parte dei miei carichi famigliari? vi scrivo perche a breve il mio istituto aprirà la mobilità e sono un po preoccupato..aspetto fiducioso

- Commento di simone (21:00 del 28/03/2012)

Sei preoccupato perche? Direi che la ragazza che convive con te non dovrebbe portarti nessun problema... Forse non ho capito bene la tua domanda.

- Risposta di Luigia lumia (21:12 del 01/04/2012) al commento di simone

forse non mi sono spiegato bene ha ragione intendevo visto che la mIa ragazza nn ha reddito ma ha la residenza da me E quando aprono la mobilita vanno a vedere i carichi di famiglia poi anzianità e in fine esigenze tecniche e produttive lei non essendo mia moglie ma convivente posso stare tranquillo che non mi cacciano avendo una persona a carico?

- Risposta di Simone (09:16 del 02/04/2012) al commento di Luigia lumia

Salve a tutti, nel 2011 ho percepito un reddito per un tirocinio per un totale di € 4000,00 sono oppure no ancora a carico del nucleo familiare? Infine il reddito d'invalidità si somma al reddito dipendente, nel 730 va indicato? In attesa saluto cordialmente

- Commento di CONCETTA (11:53 del 30/03/2012)

Salve, in tutto il 2011 ho percepito solo l'indennità di maternità dal mio ente previdenzile (ENPAP) la cui cifra supera il limite per poter essere considerata a carico di mio marito. Posso fare il 730 o il modello unico e chiedere in detrazione alcune spese es spese mediche, interessi passivi mutuo etc? grazie

- Commento di Anna (15:48 del 01/04/2012)

Certamente puo fare il 730 se nei mesi di giugno e luglio ha un sostituto.

- Risposta di Luigia Lumia (21:08 del 01/04/2012) al commento di Anna

Non ho sostituto d'imposta perchè disoccupata, posso fare il modello unico? grazie ancora

- Commento di Anna (22:28 del 01/04/2012)

Perchè vuol fare l'Unico se non ha redditi?

- Risposta di Luigia Lumia (15:10 del 15/04/2012) al commento di Anna

perchè ho percepito indennita di maternità che mi è stato detto valere come redditi..

- Risposta di Anna (15:43 del 15/04/2012) al commento di Luigia Lumia

buon giorno,mio padre è invalido al 100%e ha l esenzione tiket co1,in famiglia nessuno lavora,tre figli e mia madre non ha mai lavorato in regola,quindi è in cerca di prima occupazione,è mai possibile che non abbiamo diritto all esenzione per reddito(6300euro)? grazie e buona giornata

- Commento di aldo (15:38 del 02/04/2012)

SALVE,NEL 2011 MIA MADRE PERCEPISCE UN REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE DI €. 6850 ... DEVE FARE UN MODELLO 730 O PUO' FARE REDDITO CON MIO PADRE?

GRAZIE

- Commento di CRIS (14:26 del 04/04/2012)

Se la mamma ha solo il reddito di lavoro dipendente di 6850 non deve fare nulla.

- Risposta di Lumia Luigia (15:13 del 15/04/2012) al commento di CRIS

Buon giorno, ho due figli che sono andati ad abitare da soli, uno lavora, l'altro studia. volevo sapere se quello che studia può scaricare le spese sanitarie,universitarie e recupero contributi pensionistici sul mod730 di quello che lavora visto che vivono nello stesso nucleo familiare.O posso continuare io come genitore a dedurre le spese del figlio che non lavora grazie.

- Commento di mauro (15:09 del 05/04/2012)

il figlio che non lavora puo' rimanere a suo carico fino a quando non ha redditi superiori a 2840 euro, anche se non convivente.

- Risposta di Luigia Lumia (15:15 del 15/04/2012) al commento di mauro

buonasera,vorrei sapere se far parte dello stato di famiglia influisce in qualche modo sulla dichiarazione dei redditi,io che ho 35 anni con un lavoro e sono sullo stato di famiglia dei miei genitori rischio di pagare di più? Non sono sposato ho un reddito annuo lordo simile a quello dei miei genitori in pensione, circa 23.000,00 €. Grazie

- Commento di gabriele (23:55 del 05/04/2012)

salve, sono disoccupato e percepisco un reddito da fabbricato per il quale compilo la dichiarazione ..avendo un figlio dichiarato e non essendomi mai sposato contribuisco mensilmente (accordo privato) al mantenimento del bambino con assegno circolare intestato alla madre...posso usufruire di detrazioni per quanto riguarda questa spesa in fase di dichiarazione? non sono a conoscenza se la madre già detragga il 100% per il piccolo...incorro in qualche problema?...grazie

- Commento di michele (14:54 del 06/04/2012)

Salve, sono gianluca e vi espongo una situazione tipo: Sono un lavoratore dipendente con contratto di surroga e percepisco mediamente €5000/€6000 di reddito imponibile (comprese eventuali indennità di disoccupazione rr) all'anno con ritenute a zero (poichè già azzerate dalla detrazione per lavoro); ho moglie e due figli, e vivo con mio padre che ha un alto reddito e ci sostiene economicamente. Posso mettere a suo carico mia moglie e i miei figli, cosicchè almeno possa usufruire delle relative detrazioni, di cui io invece comunque non ne trarrei beneficio (poichè ho ritenute=0)? Io so che non è possibile, ma non riesco a trovare l'articolo di legge che sancisca questa materia. Potreste aiutarmi a svelare il mistero? Grazie

- Commento di gian luca (15:33 del 06/04/2012)

Buongiorno e buona Pasqua, vorrei sapere se si deve dichiarare la borsa di studio di € 1.500 "INPDAP" percepita da mia figlia maggiorenne senza reddito e chiaramente a mio carico. Grazie per le risposte.

- Commento di Salvo (10:11 del 08/04/2012)

Salve! avrei bisogno di un informazione, Grazie.. sono una donna legalmente separata dal nov 2010 con una figlia di 6 anni , entrambi i genitori abbiamo deciso, che il mio marito avrà le detrazioni, io invece gli assegni della piccola, quindi l'inps ha accettato la mia domanda per ricevere gli assegni dal nov 2010 - fino 2012.. arretrati gia ricevuti dal 01.07.11 fino ad oggi, ok... pero dovrei ancora richiedere quelli del periodo 03.11.2010 - 30.06.2011 ,per questi assegni dovrei compilare la domanda con il reditto del 2009, quel periodo lavoravo in un ristorante, con un contratto a chiamata,ed ero a carico di mio ex marito, secondo voi compilare la domanda con il reditto del cud 2009, cambia qualcosa? ,perche la dichiarazione dei rediti non potevo farla..ero sotto.. Grazie mille..

- Commento di Ecaterina (19:54 del 08/04/2012)

sono disoccupato da 3 anni 2 figli di anni 20 e 22 uno all'università e l'altro disoccupato,hanno diritto all'esenzione e 02

- Commento di antonio (11:15 del 09/04/2012)

Sono una dipendente statale , il mio compagno e' un libero professionista abbiamo un bambino di sette anni e fino ad ora io ho preso da sempre gli assegni familiari ed abbiamo sempre diviso le detrazioni al 50%, ma non e' meglio che le abbia io al 100%?

- Commento di silvia (11:30 del 10/04/2012)

Puo prenderle tutte le solo se ha un reddito piu' alto.

- Risposta di Luigia Lumia (15:31 del 15/04/2012) al commento di silvia

Sono una dipendente statale , il mio compagno e' un libero professionista abbiamo un bambino di sette anni e fino ad ora io ho preso da sempre gli assegni familiari ed abbiamo sempre diviso le detrazioni al 50%, ma non e' meglio che le abbia io al 100%?

- Commento di silvia (11:31 del 10/04/2012)

Buonasera, vorrei sapere se posso mettermi a carico i miei genitori, mio padre è tiolare di invalidità civile e accompagnamento e mia madre ha la pensione sociale. Grazie

- Commento di maria (15:54 del 12/04/2012)

Buongiorno, nel 2011 ho guadagnato circa 10000 euro giocando a poker online su siti italiani con licenza aams. Da quanto ho capito, non sono tenuto a presentare alcuna dichiarazione in quanto si tratta di redditi tassati alla fonte. Vorrei sapere se posso rimanere a carico dei miei genitori oppure no. Grazie

- Commento di Marco (09:49 del 14/04/2012)

buongiorno volevo sapere,purtroppo l'anno scorso e venuto a mancare mio suocero,che prendeva una pensione piu accompagnamento,la reversibilita aspetta a mio figlio essendo nipote minore grazie

- Commento di chiara (11:52 del 14/04/2012)

Buona sera,avrei diverse domande da fare :sono separato consensualmente , ho 2 figlie minori,ho l'affido condiviso con la mia ex coniuge la quale e' collocataria di esse .Due mesi fa lei e' andata a convivere con il suo nuovo compagno nella di lui abitazione , portando con se le due minori senza comunicarmi questa variazione , della quale sono venuto a sapere solo casualmente.So di certo che l'ex coniuge e minori hanno preso residenza a casa del nuovo compagno.Naturalmente io corrispondo un assegno di mantenimento mensile per lei e le minori.Prima domanda : vista questa nuova situazione posso togliere il mantenimento a lei e ridurre alle minori?Tenendo conto di una notevole riduzione delle mie condizioni economiche?Seconda domanda : ci sono i presupposti per ridurre i tempi per ottenere il divorzio?Ci sono delle motivazioni valide da presentare per ottenere un'anticipazione del divorzio?

- Commento di massimiliano (21:13 del 14/04/2012)

questa materia di avvocati, noi qui ci occupiamo di tasse!

- Risposta di Luigia Lumia (15:27 del 15/04/2012) al commento di massimiliano

Salve ho 2 domande da farle una da parte mia e una da parte della madre della mia convivente. Io e la mia compagna abitiamo sotto lo stesso tetto e lei é nel mio stato di famiglia da piú di un anno, nel 2011 ha guadagnato piú di 4000 €. Io sono un dipendente statale e per leggerezza non avevo fatto presente la situazione. Cambia qualcosa da parte mia? E per la madre della convivente? Grazie

- Commento di Giuseppe (23:19 del 14/04/2012)

no non ha nessuna conseguenza.

- Risposta di Luigia Lumia (15:29 del 15/04/2012) al commento di Giuseppe

buongiorno,avrei bisogno di un chiarimento sui familiari a carico. nella dichiarazione dei reditti che presentera mio marito e possibile in qualche modo prendere a carico i suoi genitori anche se hanno la residenza in un altro paese ue,ma non hanno redditti? se io sono disocupata potrebbe prendere a carico anche i suoceri? ma nel caso di piu fratelli chi sarebbe autorizato a farlo? grazie

- Commento di cornelia (00:03 del 16/04/2012)

Buongiorno, nel 2011 ho dimenticato di inserire nel 730 indennità di inabilità temporanea per Euro 240. Come posso rimediare? Grazie

- Commento di Nadia (00:10 del 17/04/2012)

buonasera, sono Anna avrei da chiedere quanto deve pagare di imu o se è esente, mio fratello che ha un,Isee di 6300 euro. grazie

- Commento di anna (22:37 del 17/04/2012)

Ho lavorato dal 1/1 al 31/3 con reddito superiore ai2840 euro e detrazione al 50% x 2 figli. Mio marito lavora tutto l'anno e ha messo i 2 figli al 50% come detrazioni. E' possibile che i figli rimangono al 50% a tutti e due solo dal 1/1 al 31/3 e poi al 100% dal 1/4 solo a mio marito? Grazie.

- Commento di Giulietta (12:08 del 18/04/2012)

mia figlia minorenne ha ereditato oltre all'immobile di abitazione anche un altro immobile identificabile come seconda casa: deve effettuare la dichiarazione dei redditi? e se si a chi deve rivolgersi?

grazie

- Commento di diego (14:46 del 18/04/2012)

ciao sono brasiliana esposata com italiano lui esta male de saluti e hai la pensioni de invalidita civili .vorrei saper nel cazo de morti iu ho diritto la pensione sua ?

- Commento di conceiçao (23:25 del 18/04/2012)

Salve avrei bisogno di aiuto. Sono separata legalmente con affido condiviso di mio figlio che vive con me e disoccupata, percepisco un assegno di mantenimento assegnato dal giudice siddivido tra me e mio figlio ma che mio marito mi versa per intero. Qual'è la somma che devo dichiarare, dato che lui ha solo a carico mio figlio e non più me? Infatti percepisce anche l'assegno per mio figlio che mi versa però nella forma del 50%. Premetto che io nn ho nessun'altra forma di reddito sole le 200,00 che il giudice mi ha affidato (parte della quota dell'assegno mensile). E la domanda è, sono obbligata ad effettuare il Modello U. se ho solo quella forma reddito?

- Commento di Bella (10:31 del 19/04/2012)

avrei 2 quesiti da porre per capire come debbo avere fiducia nella giustizia: 1° sono un dirigente industriale pensionato, durante il mio periodo lavorativo ho versato i contributi per avere una pensione decente, mia moglie ha compiuto 65 anni e non ha nessun diritto alla pensione perchè essendo a mio carico posso "tranquillamente mantenere la famiglia" di fatto il suo enorme lavoro da casalinga non viene per nulla riconosciuto. 2°la nostra prima abitazione l'abbiamo acquistata in comunione di beni. dopo un certo periodo per motivi famigliari abbiamo dovuto spostarci vendendo l'abitazione e acquisendone un'altra sempre in comunione dei beni. Avendo fatto richiesta per il rimborso dell'IVA scaturito dal calcolo delle due imposte pagate ( tale rimborso equivaleva a 4.132€ ), l'agenzia delle entrate mi risponde che ho diritto solo al 50% del dovuto perchè la legge parla di rimborso nominale, mentre l'altro 50% riferito a mia moglie non può essere preso in considerazione i quanto soggetto privo di reddito e quindi non idoneo ad usufruire di detrazioni. conclusioni: mi sento defraudato due volte, una per un irrispettoso atteggiamento nei confronti del denaro che ho versato e secondo ancora + importante nei confronti di mia moglie che oltre a non riconoscere nulla del suo impegno quotidiano , viene pure umiliata nel sottrarle il diritto di usufruire della detrazione d'imposta, assistendo di fatto ad un ladrocinio legalizzato. ringrazio anticipatamente per le risposte che mi consentano di poter credere ancora in una parvenza di giustizia nel Paese di cui x il momento faccio ancora parte.

- Commento di eugenio (14:57 del 20/04/2012)

Salve, chiedo un'informazione a cui non trovo risposta. Sono legalmente separato dal 2006 e verso puntualmente un assegno mensile di 450€ x mia figlia che attualmente ha 9 anni e ovviamente non percepisce reddito peró ha la residenza con la madre. Posso scaricare il mantenimento dal 730? Non percepisco nemmeno gli assegni familiari e oramai sono completamente al verde. Non so più come trovar i soldi x sopravvivere o cmq per trascorrere una vita decente. Vorrei sapere se posso almeno recuperare un pó di liquidi in questo modo. Grazie anticipatamente per la risposta.

- Commento di Fabio (15:49 del 20/04/2012)

buongiorno,vorrei sapere se la mia figlia vive in Romania,io lavoro in Italia ,e guadagno 340 euro al messe,posso prenderla in mio carico qua anche se va a scuola in Romania?GRAZIE

- Commento di MARILENA (09:19 del 21/04/2012)

Buongiorno, mia figlia di 10 anni percepisce la pensione di reversibilità (superiore a 2840€)a seguito del decesso della mamma. Non posso considerala a carico? devo comunicare al datore di lavoro che non è a mio carico in questo senso? non potrei chiedere gli assegni familiari (che fino ad 31/12/10, data del decesso, li percepiva la mamma)? deve fare 730 anche lei? ringrazio in anticipo per un eventuale rispsota. buona giornata a tutti

- Commento di Giovanni (09:25 del 22/04/2012)

ho in affidamento un ragazzo dell'America, la pratica, obbligatoriamente, fatta dall'avvocato mi è costata euro 1.200 vorrei sapere se questa è deducibile nella dichiarazione dei redditi, grazie

- Commento di Giuseppe (10:17 del 23/04/2012)

posso essere a carico di mia moglie anche se ho un reddito di 1500 euro della seconda casa data in affitto?

- Commento di Antonio (19:16 del 23/04/2012)

Salve.avrei una domanda da fare ,mia moglie ha una pensione che sommata al 50% del reddito della nostra abitazione di €660 supera di 80€ il limite di 2840€. Ora io dico il reddito da abitazione prima era annullato dal ICI ora con la nuova IMU sarò in perdita perchè sarà superiore. Questi 80€ mi sono costati 971€ per detrazione moglie a carico nel 2011 e ora non essendolo più sarà così per gli anni a venire con la farsa che essendo la sua pensione esntasse non può detrarre le spese mediche e neppure io che sono quello che le paga.ASSURDO

- Commento di aldo (10:54 del 29/04/2012)

Salve mi sono scordato nella mia precedente e-mail di chiedere chi sono quelli che il 16-02-2012 hanno confermato la cifra di €2840,51 per i famigliari a carico e vedere se vivono con quella cifra o se basta solo per il loro animale domestico e se nel decidere si sono messi a piangere.VERGOGNA

- Commento di aldo (11:24 del 29/04/2012)

l'anno scorso ho superato il limite dei 2840 euro con contratti di prestazione occasionale e devo quindi dichiarare, non risultando più a carico dei miei genitori. Mi hanno detto che mi dovrebbero essere restituite le ritenute. E' vero? Grazie mille!

- Commento di Cristina (17:15 del 30/04/2012)

sono un impiegata e ho due figli di otto e due anni fiscalmente a carico mio ed il mio convivente, padre naturale dei bambini,è un operaio.La sua ditta gli chiede per avviare la procedura di mobilità di dichiarare i familiari a suo carico. é possibile che il fatto di avere due figli minori non conti nulla? possiamo allegare lo stato di famiglia anagrafica. preciso che il mio convivente è separato legalmente e versa alla sua ex moglie il mantenimento.

- Commento di gaetana (22:46 del 04/05/2012)

sono un impiegata e ho due figli di otto e due anni fiscalmente a carico mio ed il mio convivente, padre naturale dei bambini,è un operaio.La sua ditta gli chiede per avviare la procedura di mobilità di dichiarare i familiari a suo carico. é possibile che il fatto di avere due figli minori non conti nulla? possiamo allegare lo stato di famiglia anagrafica. preciso che il mio convivente è separato legalmente e versa alla sua ex moglie il mantenimento.

- Commento di gaetana (22:46 del 04/05/2012)

buonasera.. ho 29 anni e vivo in famiglia,lavoro regolarmente come impiegata,un anno fa è deceduto mio padre il quale percepiva la pensione sociale minima di anzianità e quindi non reversibile,mia madre è disoccupata e viviamo in affitto,è possibile che non esistono sostegni familiari per vedovanza? sapreste dirmi a chi rivolgermi? grazie..

- Commento di francesca (23:29 del 04/05/2012)

Buongiorno,volevo sapere se nel limite di 2840 €. si devono considerare anche gli arretrati di lavoro dipendente percepiti nell'anno ma riferiti ad un anno precedente. Grazie

- Commento di paola (17:53 del 05/05/2012)

Buongiorno,avrei bisogno di sapere se io casalinga quarantenne con due figli del mio convivente(insieme da vent'anni siamo una famiglia di fatto)posso èssere considerata a suo carico per richiedere una detrazione fiscale.Grazie.

- Commento di Lucia (10:12 del 08/05/2012)

Purtroppo no. le detrazioni che si possono usufruire in sede di dichiarazione dei redditi per i familiari a carico, sono solo per i seguenti familiari a carico: Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2011 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Possono essere considerati a carico anche se non conviventi con il contribuente o residenti all’estero:
- il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
- i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito; gli stessi pertanto ai fini dell’attribuzione della detrazione non rientrano mai nella categoria “altri familiari”.

Possono essere considerati a carico anche i seguenti altri familiari, a condizione che convivano con il contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria:

  • il coniuge legalmente ed effettivamente separato;
  • i discendenti dei figli;
  • i genitori (compresi i genitori naturali e quelli adottivi);
  • i generi e le nuore;
  • il suocero e la suocera;
  • i fratelli e le sorelle (anche unilaterali);
  • i nonni e le nonne (compresi quelli naturali).
- Risposta di Claudia Tossani (10:10 del 09/05/2012) al commento di Lucia

salve sono disoccupato con tre figli a carico e moglie casalinga a tempo pieno ho un contratto di affitto e una dichiarazione isee che non supera i 3000 euro volevo sapere se ce qualche legge che tuteli la mia famiglia essendo un dissocupato o qualche sussidio grazie in anticipo

- Commento di fabio (19:55 del 08/05/2012)

l'anno scorso ho superato il limite dei 2840 euro con contratti di prestazione occasionale e devo quindi dichiarare, non risultando più a carico dei miei genitori. Mi hanno detto che mi dovrebbero essere restituite le ritenute. E' vero? Grazie mille!

- Commento di cristina (16:51 del 09/05/2012)

E' vero. per i redditi occasionali di lavoro autonomo spetta una detrazione ch azzera le imposte e fa scattare il diritto al rimborso.

- Risposta di Luigia Lumia (22:33 del 11/06/2012) al commento di cristina

Salve, sono sposata, ho un solo cud 2011 dell'inps per disoccupazione, senza irpef e non supero i 2840,5. Quindi risulto a carico di mio marito. Ho spese mediche che vorrei detrarre. Deve compilare la dichiarazione solo mio marito? E se sì, il mio reddito non va indicato nel suo 730? Oppure ci conviene fare un congiunto? Grazie

- Commento di raffaella (10:44 del 10/05/2012)

Salve in la ditta dove lavora mio marito le hanno detto che deve fare una dichiarazione para dire che mia figlia che no è figlia de lui è a suo carico economicamente. DOVE SI FANNO QUESTE DiCHIARAZIONE? Noi abitammo a Busnago (MB) grazie.

- Commento di marcela (10:54 del 10/05/2012)

Salve, mi sono appena separato legalmente da mia moglie e abbiamo tre figli minori. Io sono dipendente pubblico. Attualmente lei non lavora e ha un Isee separato dal mio in quanto abbiamo due domicili differenti. Lei ercepisce un assegno di alimenti da parte mia SOLO per la parte relativa ai bambini. La domanda è la seguente: posso continuare a considerarla fiscalmente a carico? posso avere le detrazioni sia per lei che per i bambini? e l'assegno per il nucleo familiare? grazie infinite.

- Commento di Lucio Ivaldi (18:04 del 14/05/2012)

Sono deducibili dal reddito di chi le eroga le somme corrisposte al coniuge a seguito di separazione legale ma sono esclusi gli assegni specificatamente destinati al mantenimento dei figli (come mi sembra di capire nel suo caso),quindi quanto corrisposto per il mantenimento dei figli non è detraibile, per quanto riguarda invece le persone a carico, potrà considerare a carico i figli ma non la ex moglie. saluti

- Risposta di Terry (18:29 del 15/06/2012) al commento di Lucio Ivaldi

Salve mi chiamo matteo e insieme a mio padre inizierò a lavorare con il comune in un progetto di lavoro occasionale pagato con i voucher. volevo sapere se mia madre può avere ancora detrazioni fiscale visto che prendiamo entrambi 270€/settimana??

- Commento di matteo (18:36 del 14/05/2012)

salve, sono un dipendente pubblico, lavoro come "bidello" presso una scuola secondaria superiore, ho una figlia di 24 anni iscritta all'università, chiedo se ho diritto all'assegno familiare per lei e se posso richiedere gli arretrati dal 1° anno di iscrizione qualora la risposta sia affermativa. Grazie

- Commento di Umberto (18:10 del 16/05/2012)

Sono disoccupato dal Luglio del 2011 mia moglie guadagna € 8000 annui e al sindacato hanno detto che nn può fare il 730 ho un figlio a carico, posso fare denuncia dei redditi e scaricare le spese del mutuo e tasse varie....AIUTO... grazie

- Commento di Angelo (19:48 del 16/05/2012)

Salve ho 25 anni e vivo con i miei nonni cioè faccio parte del loro stato di famiglia, sono un commerciante e percepisco un mio reddito, quest ultimo influisce sulla pensione di mio nonno??? o meglio sul suo reddito????? premesso: supero i 7000euro annui. grazie mille

- Commento di calogero (14:20 del 17/05/2012)

Non influisce in nessun modo. Un saluto

- Risposta di Claudia Tossani (18:06 del 21/05/2012) al commento di calogero

grazie mille :-)

- Risposta di calogero (23:26 del 23/05/2012) al commento di Claudia Tossani

Il commercialista dice che il mio compagno (da appena una decina giorni marito) non può fare il 730 perchè non c'è imponibile (se ho capito bene)... per cui non può scaricare le spese mediche, il mutuo e varie altre cose... Scusate ma è normale? Ora siamo sposati: cambierà qualcosa? Intanto lui dal 2009 non puo' piu' fare il 730. Scusate ma come si può risolvere questa cosa? Io da anni chiedo al mio commercialista di darci una mano in questo senso, ma lui dice che non si può.

- Commento di rosi (22:47 del 17/05/2012)

Salve, nel 2009 mia moglie che è a mio carico ha avuto un reddito lordo (TFR escluso)di 2650 euro, piu' 200 euro di TFR. L'agenzia delle entrate dice che non avevo diritto alle detrazioni per coniuge a carico. E' vero?

- Commento di Marino (00:43 del 20/05/2012)

Il TFR non concorre a formare il reddito annuo quindi sua moglie essendo sotto la soglia dei 2840,51 euro era certamente a suo carico.

- Risposta di Terry (18:24 del 15/06/2012) al commento di Marino

Salve.Sono divorziato da anni e con la mia ex moglie ci eravamo accordati che io avrei preso la detrazione del figlio al 100%.Ho anche un foglio firmato da lei che consegnai a suo tempo alla mia amministrazione.Ora mi arriva una sanzione di 400 euro perchè nell'anno 2009 risulta che anche la mia ex ha usufruito della detrazione.Chiedo:il documento firmato dalla mia ex doveva essere rinnovato anno per anno o ha valore fino a comunicazione contraria di lei?... se la mia ex consorte ha continuato a percepire la detrazione anche in altri anni,malgrado il nostro documento, io rischio di vedermi arrivare multe su multe??? se qualcuno ferrato in materia fosse così cortese da rispondermi gli sarei molto grato. Grazie PierPaolo

- Commento di PierPaolo (02:15 del 22/05/2012)

noi siamo una famiglia composta da io mia moglie e tre figli di 6,7,12 anni.l'unico reddito e' 6000 euro l'anno derivante da una locazione di mia moglie(non ho cedolare secca e vivo a roma)volevo sapere se essendo io coniuge a carico e i miei tre figli a carico devo pagare qualcosa sul 730 ? grazie

- Commento di santoni (13:23 del 22/05/2012)

Dovrai fare il modello unico, ma con coniuge e tre figli a carico direi che l'imposta dovrebbe essere azzerata.

- Risposta di Luigia Lumia (22:36 del 11/06/2012) al commento di santoni

Mia figlia a carico mio al 50% percepisce euro 270 al mese per assegno di invalidità. Vorrei sapere se ho ancora diritto alle detrazioni per figlio a carico grazie

- Commento di daniela (17:50 del 22/05/2012)

mio marito lavora per una ditta danese che ha una filiare in svizzera cantone di zugo il suo principale dice che non ha diritto agli assegni familiari perche lui lavora in italia essendo camionista,vorrei sapere se ha ragione grazie

- Commento di elena (17:56 del 25/05/2012)

salve mi chiamo raffaele e ho bisogno del vostro aiuto,il datore di lavoro di mia moglie ha messo a carico i nostri due bambini quando io li avevo detto che li avevo gia io a carico, lui senza il nostro consenzo li ha messi a carico di mia moglie visto che lei non percepisce i soldi che risultano nella busta paga li ha messi in tasca lui adesso con il 730 devo pagare 1700 euro per quello scherzetto che mi ha fatto che posso fare per rifarmi dare i soldi? denunciarlo se si dove? grazie......

- Commento di raffaele (20:52 del 28/05/2012)

volevo sapere se la moglie che percepisce un reddito dovuto a STAGE si può mettere a carico anche se supera i 2850 euro! Grazie

- Commento di giuseppe (23:14 del 30/05/2012)

Salve. Volevo sapere se l'assegno di maternità per disoccupate deve essere considerato "TRATTAMENTO DI FAMIGLIA COMUNQUE DENOMINATO" e pertanto dichiarato in sede di richiesta di assegno familiare. L'importo non supera i 2000€. Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

- Commento di Luca (12:58 del 31/05/2012)

Salve, mio padre è vedovo da fine 2010 e la casa dove abitualmente vive è di sua proprietà per il 75% e mia per eredità del 25%. Ora il mio dubbio è se per l'imu devo pagare anch'io per la quota in mio possesso, anche se vivo in un'altra casa, o se è solo a carico di mio padre. Grazie

- Commento di Alessia (11:08 del 01/06/2012)

paga tutto papa che conserva il diritto di abitazione sulla casa dove abita.

- Risposta di Luigia Lumia (22:31 del 11/06/2012) al commento di Alessia

è da ieri che sento parlare di queste nuove tasse IVIE e IVAFE.. cosa bisogna fare? Io non compilo modello unico visto che non possiedo nulla e vivo ancora con i miei genitori.. Devo compilare questo F24? Dove mi devo recare?

- Risposta di Ross (18:21 del 19/07/2012) al commento di Alessia

percepisco una pensione di reversibilità del 80% per me e mia figlia universitaria que ancora ha 22 anni. Lei vuole lavorare quest'estate, fino a quanto può percepire di lordo per non perdere la pensione?

- Commento di Aida Pasquini (16:37 del 01/06/2012)

In caso di sentenza di separazione, posso portarmi a carico il coniuge che convive ma che non risultano conviventi dalla sentenza?

- Commento di SABINA (19:05 del 01/06/2012)

Buongiorno, da quattro anni sono disoccupata e vivo da sola in una casa in affitto. Dato che ho la residenza diversa da quella dei miei genitori e dato che non percepisco alcun reddito, posso non risultare più fiscalmente a carico di mio padre? Ho già una stato di famiglia a parte..ma non sò se posso non risultare più fiscalmente a loro carico. Grazie, Amina.

- Commento di Amina (12:17 del 05/06/2012)

si puoi continuare ad essere considerata a carico se hai un reddito inferiore a 2840 euro. i figli possono essere considerati a carico anche se non conviventi.

- Risposta di Luigia Lumia (22:29 del 11/06/2012) al commento di Amina

BUONGIONO,MIA SORELLA HA DA POCO CAMBIATO RESIDENZA E ABITA CON NOI, LEI E ASSUNTA,E IO E MIO MARITO PURE VOLEVO SAPERE SE MIA SORELLA RISULTA NEL NOSTRO NUCLEO FAMILIARE E SE IN FUTURO CI SARANNO TASSE DA PAGARE A CARICO NOSTRO...GRAZIE IN ANTICIPO PER LA RISPOSTA.

- Commento di MARIAGRAZIA (12:51 del 08/06/2012)

nessun cumulo e nessuna imposta da pagare per la sorella. la convivenza non comporta nessun problema fiscale.

- Risposta di Luigia Lumia (22:28 del 11/06/2012) al commento di MARIAGRAZIA

Buongiorno, avrei bisogno di un'informazione per le detrazioni per il coniuge. Considerando che nel 2011 ho iniziato a lavorare a giugno e mio marito non ha avuto alcun reddito, per quanti mesi lo posso considerare a mio carico nel 730? Grazie

- Commento di TINA (12:30 del 10/06/2012)

Buonasera, puoi considerarlo a carico per l'intero anno. Se hai pagato delle imposte ti verranno rimborsate.

- Risposta di Luigia Lumia (22:27 del 11/06/2012) al commento di TINA

grazie

- Commento di TINA (22:29 del 11/06/2012)

Buongiorno, mia moglie ha un'impresa individuale ,Ora dovrei richiedere gli assegni familiari da lavoro dipendente , devo inserire anche il suo reddito essendo lavoratrice autonoma? Grazie.

- Commento di Gianluca (09:04 del 14/06/2012)

Salve, in occasione del mio matrimonio, ho stipulato un contratto di locazione a me intestato. Io ho un reddito,abbiamo entrambi 27 anni. quest'anno mio marito lo può portare in detrazione nel 730 come spesa deducibile? O posso farlo solo perchè sono l'intestataria?

- Commento di MARIA CONCETTA (18:50 del 14/06/2012)

Buonasera, la detrazione spetta al soggetto intestatario del contratto di locazione e non è prevista la possibilità di detrarre la quota del coniuge anche se fiscalmente a carico.

- Risposta di Terry (18:31 del 15/06/2012) al commento di MARIA CONCETTA

Buongiorno, volevo sapere se il coniuge con un reddito inferiore a 2800 euro deve essere considerato obbligatoriamente a carico dell'altro. La questione si pone perchè, se così non fosse, potrei ripartire le detrazioni dei figli al 50% invece che al 100% sul coniuge che guadagna di più ed evitare di pagare l'IRPEF. Grazie mille

- Commento di Maria (09:28 del 15/06/2012)

La detrazione per coniuge a carico e la percentuale di detrazione per i figli sono scelte indipendenti l'una dall'altra. per il resto non capisco il problema, in quanto portare il coniuge a carico risulta un agevolazione..

- Risposta di Terry (18:36 del 15/06/2012) al commento di Maria

Salve,

sonn un' impiegata part-time sposata ma con residenza ancora a casa dei miei,esco nello stato di famiglia di mio padre volevo sapere se posso mettere mia sorella a carico ha 38 anni e non lavora. mia madre è casalinga e mi padre pensionato.

grazie mille

- Commento di giovanna (16:18 del 15/06/2012)

Buonasera, sua sorella potrebbe risultare a carico suo solamente nel caso in cui abitaste insieme o in alternativa ricevesse assegni alimentari da parte Sua.

- Risposta di Terry (15:30 del 19/06/2012) al commento di giovanna

Salve, avrei una domanda. Sono residente con i miei genitori anche se non vivo con loro, nell'anno 2012 percepirò con contratto di collaboratore a progetto un reddito lordo di 25.000 euro. Come devo comportarmi al momento della dichiarazione dei redditi? Devo presentare un 730 a parte? Il mio reddito farà cumulo con quello dei miei genitori determinando un aumento delle tasse per questo? Scusa la mia ignoranza in materia

- Commento di Fabio (12:39 del 21/06/2012)

Salve. Mia moglie lo scorso anno ha percepito un reddito imponibile pari a € 2350 circa. La casa nella quale viviamo (prima casa) è intestata a lei e la rendita catastale è di € 510 circa. Il reddito complessivo è dunque di € 2862. Lo scorso anno abbiamo affrontato varie spese mediche visto che era incinta. Posso considerarla a carico e quindi recuperare un totale di € 2800 tra moglie a carico e spese mediche, oppure per € 20 perderò questi soldi? Grazie per l'attenzione che vorrete dedicare

- Commento di Giovanni (19:26 del 21/06/2012)

Salve. Mia moglie lo scorso anno ha percepito un reddito imponibile pari a € 2350 circa. La casa nella quale viviamo (prima casa) è intestata a lei e la rendita catastale è di € 510 circa. Il reddito complessivo è dunque di € 2862. Lo scorso anno abbiamo affrontato varie spese mediche visto che era incinta. Posso considerarla a carico e quindi recuperare un totale di € 2800 tra moglie a carico e spese mediche, oppure per € 20 perderò questi soldi? Grazie per l'attenzione che vorrete dedicare

- Commento di Giovanni (19:27 del 21/06/2012)

buongiorno. ho marito e figlia a carico, marito disoccupato e figlia studentessa universitaria. sono dipendente part-time a tempo indeterminato. non ho fatto la richiesta di detrazione in busta pada per i famigliari a carico. è possibile recuperare i soldi presentando il modello 730? grazie mille

- Commento di Zoya (16:51 del 26/06/2012)

Certamente, il recupero delle detrazioni puo’ essere fatto tramite la presentazione del 730 o dell’Unico pf.

- Risposta di yassine (17:44 del 17/07/2012) al commento di Zoya

buongiorno x compilare la lista di mobilità ,il datore di lavoro deve tenere conto del modulo x detrazione del 2011 oppure quello compilato a marzo scorso,grazie

- Commento di maurizio (08:00 del 08/07/2012)

Non sono più a carico di mia madre in quanto lavoravo con un contratto cocco per 250euro al mese, sono stata licenziata il mese di maggio. Fiscalmente posso ritenermi a carico di mia madre? Aspetto un bambino le spese mediche sostenute come potrei scaricarle, snon sono sposata ma convivo.,

- Commento di Nunzia (17:56 del 11/07/2012)

Non sono più a carico di mia madre in quanto lavoravo con un contratto cocco per 250euro al mese, sono stata licenziata il mese di maggio. Fiscalmente posso ritenermi a carico di mia madre? Aspetto un bambino le spese mediche sostenute come potrei scaricarle, snon sono sposata ma convivo.,

- Commento di Nunzia (17:56 del 11/07/2012)

Per essere a carico lei deve fare riferimento al reddito dell’anno preso in considerazione. Se nel 2012 il suo reddito sarà inferiore a 2840 potra considerarsi a carico e le spese potranno essere detratte da sua madre.

- Risposta di yassine (18:06 del 17/07/2012) al commento di Nunzia

sono un italiano pensionato con 38 anni lavorativi, ho 75 anni, con moglie e figlia di 12 anni a carico Finora compreso quest'anno sono residente in Italia e l'Inps mi detrae per redditi di pensione, 1043,28 euro all'anno e 1297,80 euro all'anno sempre per detrazioni per carichi di familia. Se mi iscrivo all'AIRE in Brasile, come italiano residente all'estero, ho sempre queste detrazioni, visto che il nostro sostentamento è la sola mia pensione? In più ho anche 70 euro al mese di assegni familiari per la bambina

- Commento di ottorino (20:51 del 15/07/2012)

Secondo l'art. 24 del TUIR a partire dal 2013 le sarà confermata solo la detrazione per redditi di pensione. Andrà a perdere invece la detrazione per carichi di famiglia e l'assegno familiare.

- Risposta di yassine (17:50 del 17/07/2012) al commento di ottorino

A me è stato detto che invece non perderò niente (ma forse era riferito al 2012). Riceverò la pensione come prima, ma dovrò pagare le imposte anche in brasile al di sopra di 5000 dollari, corrispondenti a 10000 reais che sono esenti. Cioè se guadagno l'equivalente di 40000 reais annui che mi verranno accreditati mensilmente su un conto Itau che dovrò aprire per forza anche se sono su un'altra banca brasiliana. Me l'ha confermato il patronato INA CISL quì in Brasile ieri. Inoltre mi risulta quanto segue: per evitare la doppia imposizione fiscale, il pensionato che risiede in uno dei paesi con cui l'Italia ha stipulato una specifica convenzione, nei casi espressamente previsti, può chiedere all'INPS la detassazione della pensione italiana ( in quanto tale reddito verrà assoggettato al regime fiscale del paese di residenza), oppure l'applicazione del trattamento più favorevole ivi indicato (es. imposizione solo in caso di superamento di determinate soglie di esenzione ed applicazione di aliquote differenti da quelle previste dalla legislazione fiscale italiana vigente), A tal fine il pensionato dovrà attestare la residenza fiscale estera alla sede INPS che gestisce la pensione, presentando apposita documentazione vidimata dalla competente Autorità straniera. A tal fine è possibile utilizzare il modello EP/I che può essere prelevato dal sito istituzionale dell'INPS nella sezione Modulistica - convenzioni internazionali. L'elenco delle convenzioni contro la doppia imposizione in vigore per quanto riguarda il Brasile dice: Stipula: firma a Roma 03.10.1978 - Ratifica: L29.11.1980 n. 844 in vigore dal 24.04.1981. Aggiornamento Marzo 2011 Nella convenzione ci sono anche accordi che prevedono diverse possibilità di imposizione: tassazione esclusiva da parte di uno Stato (esempio nel paese di residenza);tassazione esclusiva da parte di uno Stato, superate specifiche soglie di esenzione e/o applicazione di determinate aliquote (differenti da quelle previste dalla legislazione fiscale nazionale vigente); tassazione concorrente (cioè entrambi gli stati prelevano una imposta sullo stesso reddito) con diritto al credito d'imposta nel paese di residenza. In alcuni casi anche la cittadinanza costituisce un'elemento rilevante per la definizione dell'ambito di applicazione delle Convenzioni contro le doppie imposizioni.

- Risposta di ottorino (02:35 del 18/07/2012) al commento di yassine

Non c'è per il 2013 ancora nessuna legge che confermi la detrazione per carichi di famiglia. Spero per lei che a dicembre venga introdotta una proroga all'articolo 1, comma 1324, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, solo in questo caso potrà vedersi riconosciuta tale detrazione. Saluti.

- Risposta di yassine (11:23 del 18/07/2012) al commento di ottorino

Ringrazio molto per le delucidazioni. Per quanto riguarda la doppia imposizione fiscale che andrò a pagare, nella convenzione Italia Brasile gli accordi prevedono diverse possibilità di imposizione per esempio tassazione esclusiva da parte di uno Stato (es. nel paese di residenza). questo mi darebbe la possibiltà di chiedere all'INPS la detassazione della pensione italiana (in quanto tale reddito verrà assoggettato al regime fiscale del Paese di residenza, oppure l'applicazione del trattamento fiscale più favorevole ivi indicato) E' giusta questa cosa? Io l'ho ricavata dal sito INPS. Perchè senza assegni famigliari e senza detrazioni per carichi di famiglia andrei a perdere ca. 180 euro al mese, e sono tanti visto che mia moglie non lavora e mia figlia va a una scuola a pagamento, (perchè le scuole del governo federale brasiliano sono una vera porcheria) e andrei in difficoltà. Nel caso che l'INPS mi detassasse la pensione pagando le tasse dove ho la residenza, grosso modo dovrei guadagnare come adesso, anche pagando le tasse in Brasile che sono inferiori. La ringrazio molto se mi potesse rispondere in merito, e scusi per il disturbo.

- Risposta di ottorino (19:46 del 18/07/2012) al commento di yassine

Cioè se guadagno 40000 reais all'anno, siccome 5000 dollari pari a 10000 reais sono esenti, io pagherò le tasse sui rimanenti 30000 reais. Ma in Brasile le tasse sono molto ma molto inferiori all'Italia e si possono dedurre dall'imponibile 1889 reais sia per moglie e sia per figlia, si possono dedurre dall'imponibile tutte le spese mediche (analisi, dentista ecc.). Si possono dedurre 2958 reais per spese di istruzione per ogni figlio. Fino a 20529,36 reais non si pagano tasse. Da 20529,37 a 30766,92 si paga il 7,50%. Da 30766,93 a 41023,08 si paga il 15%. Da 41023,09 a 51259,08 si paga il 22,5% Queste sono aliquote riferite all'esercizio 2014 anno di riferimento 2013, cioè tasse per l'anno prossimo

- Risposta di ottorino (02:58 del 18/07/2012) al commento di yassine

Nel suo caso deve fare riferimento all’articolo 18 della convenzione italia brasile che trova può leggere al seguente link http://www.finanze.it/export/download/dipartimento_pol_fisc/Brasile.pdf . In sostanza per i primi 5000 dollari lei paga le imposte solo in brasile. Per la restante parte lei purtroppo subirà una doppia imposizione, il suo reddito sarà tassato sia in Italia che in Brasile.

- Risposta di yassine (11:49 del 23/07/2012) al commento di ottorino

Buongiorno, sono divorziata, monoreddito con un figlio minore a carico che il prossimo anno compirà 18 anni, non ho piu' diritto agli assegni familiari? mi vengono tolti completamente? grazie

- Commento di Rossana (09:44 del 20/07/2012)

Purtroppo penso che andrà a perdere tale assegno quando il figlio compirà 18 anni. Può fare riferimento al seguente link che la indirizza al sito inps : http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=%3b0%3b5673%3b5676%3b&lastMenu=5676&iMenu=1&iNodo=5676&p4=2&bi=22&link=Assegno+al+nucleo+familiare

- Risposta di yassine (11:47 del 23/07/2012) al commento di Rossana

una domanda ,da circa il 2002 fino al 2009 mio cognato a fatto abitare un mio dipendente nella sua abitazione gratuitamente, ora richiede dal mio dipendente una cifra pari ai 4500euro peche avendo questa persona a casa faceva accumolo,dice lui,e ha avuto queste spese in piu per le visite mediche ticket e altre cose, sa darmi qualcuno informazzioni in merito,ringrazzio di cuore a chi mi puo dare informazzioni in merito

- Commento di leonardo (12:02 del 21/07/2012)

Vorrei porre una domanda ho fatto ilcambio di indirizzo sono andata ad abitare con mio nonno lui e vedovo , ho percepito lo scorso anno un reddito pari a 6.043,00 sono da ritenermi a suo carico o no premetto che ho fatto il cambio di indirizzo da un mese.

- Commento di alice (20:32 del 26/07/2012)

Per il 2011 a suo nonno non sarà riconosciuta alcuna detrazione in quanto lei ha avuto un reddito di 6043 € oltre ad avere avuto una residenza diversa da quella del nonno. Nel 2012 lei risulta a carico del nonno se quest’anno ha un reddito inferiore a 2840.51 €.

- Risposta di yassine (16:11 del 10/08/2012) al commento di alice

salve, noi siamo conviventi e non abbiamo figli, lavora solo il mio compagno, lui potrebbe richiedere gli assegni famigliari visto che io risulto a suo carico?

- Commento di eleonora (16:36 del 01/08/2012)

Penso che ai fini degli assegni familiari il rapporto di convivenza non abbia valore.

- Risposta di yassine (16:13 del 10/08/2012) al commento di eleonora

Mia figlia, proprietaria di un miniappartamento solo da lei abitato, ma con reddito proprio lordo annuo inferiore a € 2840, è a mio totale carico. Le spese che io ho sostenuto per lavori comuni di ristrutturazione all'immobile condominiale. di proprietà appunto di mia figlia, possono essere da me detratte, non potendo farlo direttamente la proprietaria che non paga IRPEF sul proprio reddito?

- Commento di Carmen (15:36 del 07/08/2012)

La guida dell'Agenzia delle entrate recita "Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento purché abbia sostenuto le spese e le fatture e i bonifici siano a lui intestati". Nel vostro non avete la residenza in comune per cui purtroppo andrete a perdere tale detrazione.

- Risposta di yassine (15:40 del 10/08/2012) al commento di Carmen

Salve, ho una domanda anzi due: sono studentessa ma quest'anno lavorerò con un rapporto stagionale di durata di alcuni mesi: se il mio reddito annuo(imponibile fiscale) sarà superiore a Euro 2840 ( penso di poco) ma inferiore a Euro 8000 (che mi pare fra una detrazione e l'altra non dovrebbe originare IRPEF da pagare per me) non sarò più a carico dei miei genitori? le mie spese mediche e universitarie quindi non le potrà dedurre nessuno? Grazie mille. Giulia.

- Commento di Giulia (16:57 del 09/08/2012)

Si purtroppo lei nel 2012 non sarà più a carico e andrà a perdere tali detrazioni.

- Risposta di yassine (15:58 del 10/08/2012) al commento di Giulia

buongiorno,volevo chiedere: mi sono appena spostata e mio marito non lavora, posso portarlo a carico? e cosa devo afre conseganre qualcosa al mio datore di lavoro oppure inserire tale informazione nella compilazione del 730/2013 grazie in anticipo

- Commento di lucia (13:26 del 20/08/2012)

convivo da 10 anni con un ragazzo,ho un figlio di12 anni.adesso lavoro come badante,vorei sapere se ho il diritto agli assegni su di loro visto che abiamo lo stesso nucleo famigliare.grazie

- Commento di nella (13:44 del 20/08/2012)

Buongiorno, complimente per la sua energia a rispondere a tutti. Il mio quesito: quest'anno ho presentato il 730 caricandomi sia le detrazioni che tutte le spese relative ai figli in quanto mia moglie, socia di un'attività commerciale, avrebbe avuto un reddito inferiore al mio. Infatti il commercialista ha presentato la dichiarazione dei redditi della società con una perdita da redditi di partecipazione di 1400 euro. Posso presentare un mod. unico integrativo in cui indico anche mia moglie a carico (considerando che ho già ricevuto in busta paga l'importo delle detrazioni) o mia moglie deve presentare il proprio unico(ha solo redditi di fabbricato ove abita e spese mediche)? Grazie Luigi

- Commento di Luigi (21:36 del 25/08/2012)

Buongiorno, puo' presentare ancora la dichiarazione integrativa per usufruire della detrazione del coniuge a carico. Questo pero' non esonera sua moglie dalla presentazione della dichiarazione in quanto avendo redditi da partecipazione deve sempre presentarla.

- Risposta di Luigia (19:35 del 26/08/2012) al commento di Luigi

La ringrazio per la celerità della risposta. Volevo solo chiederle se nella mia integrativa posso detrarre anche le spese mediche sostenute da mia moglie o lo dovrebbe fare lei nel suo unico (in qual caso perderebbe la detrazione per incapienza)? Grazie Luigi

- Risposta di Luigi (21:53 del 27/08/2012) al commento di Luigia

Salve, ho un appartamento locato a ottobre 2011 ad un canone di 5000 euro annui in regime di cedolare secca. Ho pagato a novembre l'acconto del 68% e con il 730/12 il rimanente 32%. Inoltre sempre nel 730 mi è stata calcolata la rata di acconto del 2012 pari a 242 euro. Poichè per il 2012 l'irpef da cedolare secca sarà pari a euro 1.050, quando dovrò versare la rimanente parte? La ringrazio per il tempo dedicato. Patrizia

- Commento di Patrizia (22:07 del 27/08/2012)

salve, ho 20 anni e nella mia famiglia (composta da mio padre mia madre e due sorelle oltre a me di cui una minorenne) lavoro soltanto io, posso percepire gli assegni familiari per mia sorella? e come dovrei fare.grazie in anticipo.Sonia

- Commento di sonia (20:25 del 11/09/2012)

Salve, sono un ragazzo di 26anni,i miei genitori si sono separati da poco e nel mio nucleo famigliare siamo in 3, di cui io sono l'unico che porta un reddito. Posso prendere a carico mio fratello (ancora per poco minorenne)e mia mamma? entrambi percepiscono un assegno di mantenimento da mio padre, ma inferiore a 2840.51€. (200€ a testa)? Grazie, attendo risposta.

- Commento di Mirko (21:10 del 17/09/2012)

Buongiorno, finchè la mamma e il fratello abitano con lei possono essere considerati fiscalmente a suo carico

- Risposta di yassine (12:51 del 02/10/2012) al commento di Mirko

Buongiorno,anzitutto complimenti per il servizio che svolgete, ed ecco il mio quesito:mia moglie ed io abbiamo in busta paga la detrazione cadauno di circa 23 euro/mese per la figlia universitaria a carico; ora lei ha da poco trovato un lavoro a tempo determinato modestamente retribuito ma che comunque immagino la porterà a superare i 2840,51 euro al 31/12/2012; come ci dobbiamo comportare? ovviamente immagino che, continuando lei nel lavoro suddetto, all'inizio del prossimo anno dovremo dichiarare che non abbiamo più diritto alle detrazioni, ma per l'anno in corso? Devo fare subito questa dichiarazione anche solo su una supposizione dato che la certezza si avrà solo alla consegna del CUD a Febbraio/Marzo 2013? E queste detrazioni percepite quest'anno saranno da restituire? E come? Ringrazio anticipatamente per la risposta che eventualmente mi darete. Un cordiale saluto. Marco

- Commento di marco benassi (16:05 del 19/09/2012)

La verifica potrà essere fatta anche a fine anno, e se la figliola ha riscosso piu' di 2840 euro le detrazioni di cui avete usufruito saranno da restituire in sede di compilazione del modello 730 o unico.

- Risposta di Luigia Lumia (14:03 del 09/10/2012) al commento di marco benassi

Salve,avrei un quesito da porle, mio figlio nel luglio 2011 è partito come volontario nell'esercito, ferma di un anno.Ha percepito come reddito da CUD 2012 euro 6585,è rimasto nell'esercito fino a luglio 2012 percependo circa euro900 al mese. Attualmente è in casa e ha ripreso gli studi. Da luglio 2011 non ho detrazioni,quando potrò rimetterlo a mio carico? Nel 730 del 2013 posso richiedere i 1200 euro come famiglia numerosa visto che con lui i figli sono 4?

- Commento di donato (19:34 del 20/09/2012)

Buongiorno, Nel 730 del 2013 si dichiara la situazione fiscale del 2012 e suo figlio in questa dichiarazione non sarà a carico. Suo figlio potrà essere considerato a carico a partire da gennaio del 2013 e la dichiarazione in cui rientrerà ad essere a carico sarà il 730 del 2014.

- Risposta di yassine (11:17 del 02/10/2012) al commento di donato

La verifica per le detrazioni spettanti va fatta con riferimento all'anno di competenza. Dal 2013 potra riprenderlo a carico pero' poi se a dicembre constata che il figlio ha guadagnato piu' di 2840 euro dovrà restituire le detrazioni indebitamente usufruite.

- Risposta di Luigia Lumia (14:05 del 09/10/2012) al commento di donato

Ciao! Mia madre sta divorziando,non ha redditi e vive da sola,il giudice gli dovrebbe far avere un assegno mensile di 250€ da mio padre. Le sue utenze (luce,gas) sono intestate a lei,ma le ho fatte addebitare sul mio conto. Posso mettermi a carico fiscalmente mia madre, anche se non sono convivente con lei?

- Commento di Giovanni (09:50 del 01/10/2012)

Buongiorno, la mamma, per essere considerata fiscalmente a carico, dovrà convivere con il figlio.

- Risposta di yassine (10:36 del 02/10/2012) al commento di Giovanni

Salve volevo chiedere io vivo a estero sono sposato con una ragazza straniera ora sono intenzionato a tornare in italia per cercare lavoro..solo che attualmente sono residente con la mia famiglia (padre madre)e disoccupato,come posso fare per non risultare a carico di mio padre?e possibile fare un stato di famiglia solo io e mia moglie ma vivere nell abitazione di famiglia??vi ringrazio

- Commento di andrea (05:35 del 03/10/2012)

non capisco qual'è il problema....

- Risposta di Luigia Lumia (13:55 del 09/10/2012) al commento di andrea

salve il mio problema e che non voglio che io e la mia moglie risultiamo a carico di mio padre che e pensionato e a gia a carico 2 miei fratellini,io sono disoccupato e quindi sono automaticamente a carico di mio padre avendo 25 anni ed essendo residente nella stessa casa..come posso fare??cambiare residenza??se trovo un lavoro quanti mesi devo lavorare per poter uscire dal carico??la ringrazio cordiali saluti. andrea

- Risposta di andrea (16:57 del 09/10/2012) al commento di Luigia Lumia

Buongiorno, per non essere più considerato a carico lei può cambiare residenza oppure percepire da qui a dicembre un reddito superiore a 2.840,51 €.

- Risposta di yassine (11:53 del 10/10/2012) al commento di andrea

grazie,cordiali saluti

- Risposta di andrea (02:30 del 11/10/2012) al commento di yassine

Nel 2008 avevo mio figlio a carico e ho chiesto per lui la restituzione per spese dentistiche .Ora il fisco richiede la restituzioni con la seguente motivazione .IL RAGAZZO HA PERCEPITO UN REDDITO SUPERIORE previsto per legge .MA IL RAGAZZO NEL 2008 non ha lavorato ma ha percepito verso novembre 2008 la disocupazione riferita all'anno 2007. Ora mi chiedo quella somma era riferita non all'anno 2008 e quindi perche' devo restituire il tutto? e poi cosa c'entra la disocupazione essa non e' un reddito derivato dal lavoro .NON CAPISCO GRAZIE SE EVENTUALMENTE RICEVERo' DELUCIDAZIONI IN MERITO IN QUANTO E' IMPORTANTE. BUONA SERATA RITA ANGELINI

- Commento di rita angelini (20:23 del 08/10/2012)

Per effetto, inoltre, della sentenza della Corte Costituzionale 11-22 luglio 1996, n. 287, sono da ricomprendere tra i redditi da assoggettare a tassazione separata, anche gli arretrati di indennità di disoccupazione ..... se il reddito si riferisce al 2007 poteva quindi essere assoggettato a tassazione separata e non farlo concorrere ai redditi dell'anno. Dovrebbe pertanto verificare come è stato considerato.

- Risposta di Luigia Lumia (14:01 del 09/10/2012) al commento di rita angelini

salve, sono una dipendente statale, a febbraio diventerò mamma. non sono sposata ma io e il mio compagno al comune siamo unico nucleo familiare...a chi dei due conviene dichiarare nostro figlio? il mio compagno lavora per una ditta privata ed ha uno stipendio più alto del mio

- Commento di carla (10:01 del 09/10/2012)

meglio al 50%

- Commento di Luigia Lumia (13:52 del 09/10/2012)

Vorrei sapere se mi compete l0assegno familiare, sono separato da 6 anni, ho una figlia di 19 anni che ancora studia, io sono dipendente universitaria. Da gennaio 2012 mi è stato tolto l'assegno mi hanno detto che non mi spetta più. Fatemi sapere qualcosa grazie

- Commento di Rosario (00:42 del 17/10/2012)

Buongiorno Yassine,Lei sa se è stata prorogata la Legge 27 Dicembre 2006 N. 296 Art.1 Comma 1324? La ringrazio

- Commento di ottorino (15:09 del 15/11/2012)

Salve, lavoro presso un azienda privata e percepisco regolare stipendio con conseguente dichiarazione dei redditi annua. Convivo e ho una figlia a carico, considerato che mio padre non lavora più da circa un anno e non percepisce in questo momento la pensione, posso metterlo a mio carico? Ovviamente mio padre è sposato e vive nella sua casa con mia madre che lavora regolarmente. Grazie

- Commento di Giovanni (16:06 del 16/11/2012)

POSSO CHIEDERE UN INFORMAZIONE MIO MARITO NON ABITA CON ME E HO A CARICO DUE FIGLI E SONO DISOCUPPATA MI SPETTANO DELLE AGEVOLAZIONI RELATIVE A MEDICINALI.

- Commento di BARBARA (16:42 del 21/11/2012)

gentilmente vorrei sapere se ci sono detrazioni fiscali su due persone coniugate, tra cui lei e'straniera e nulla tenente e lui italiano con una piccola impresa agricola senza figli e a quanto ammonta la detrazione. vi prego di rispondermi al piu presteo ,grazie

- Commento di annarita (21:24 del 06/01/2013)

salve vorrei sapere: 1) per partecipare ad un corso mi chiedono le persone a carico dal modello isee, cosa indico, le persone in elenco dall'isee? 2) se io ho un reddito inferiore ai 2841 euro, sono a carico di mio marito che ha un reddito superiore, ma io a mia volta posso avere a mio carico al 50% mio figlio minore? grazie mille in anticipo

- Commento di Felicita (22:57 del 21/02/2013)

ciao, ho la suocere che percepisce una pensione netta mensile di euro 777,00 se prende la residenza a casa mia e ci vive a quali detrazioni vado incontro cosa perdo dalla mia busta paga? grazie

- Commento di anna (13:31 del 03/03/2013)

salve mia moglie collabora in una societa sportiva è prende dei rimborsi spesa sotto i 7500 euro posso prendere le detrazioni del coniuge nella mia busta paga visto che percepisce rimborsi spesa? molte grazie

- Commento di umberto (15:43 del 10/03/2013)

Ho ricevuto un accertamento 41/bis per non aver dichiarato un reddito di fitto percepito nel 2007. Poiché nella dichiarazione presentata non ho indicato i figli a carico, non chiesti neanche da mia moglie, come mai in autotutela l Agenzia delle Entrate non mi riconosce tali detrazioni?

- Commento di Giovanni (19:04 del 22/03/2013)

Ho un fratello e una cognata disoccupati che non percepiscono nessun aiuto statale con un figlio di tre anni. Posso metterli a carico e/o percepire gli assegni famigliari?

- Commento di claudia de paolis (15:06 del 18/04/2013)

SONO UN CITTADINA ITALIANO E LAVORO NEL PUBBLICO. POSSO CHIEDERE DETRAZIONE PER FRATELLO A CARICO, CITTADINO ROMENO CHE PERCEPISCE UNA PENSIONE DI INVALIDITà DI 95 EURO AL MESE, ANCHE SE LUI RISIEDE AL ESTERO MA IO GLI MANDO DEI SOLDI PER INTEGRARE LA SUA MISERA PENSIONE???? GRAZIE!

- Commento di IOSIF (23:03 del 22/04/2013)

salve, ho una figlia di 20 anni che non lavora e non ha residenza nella mia abitazione ma in quella di mio suocero. vorrei sapere se posso ancora usufruire delle detrazioni a carico oppure è mio suocero che deve mettersela a suo carico. grazie.

- Commento di luigi (14:28 del 08/05/2013)

Salve, avrei bisogno di aiuto mi è stata detta una cosa che mi sambra asssurda, vi espongo la mia situazione. Ero dal 2007 in poi proprietario di un appartamento con tanto di Mutuo, nel 2009 sono stato licenziato e mi sono visto costretto a vendere nel 2012 x comprare un appartamento più piccolo estinguendo il mutuo. Ho provato a fare domanda x ricevere gli assegni familiari x i miei due figli a carico di mio suocero che percepisce una pensione, ma mi è stato detto che siccome ho una casa di proprietà non mi spettano. Vorrei sapere se questo è possibile. Grazie

- Risposta di alessandro (10:35 del 27/08/2013) al commento di luigi

salve avrei bisogno di un chiarimento sono andato ad abitare da solo,distaccandomi dal nucleo familiare dei miei genitori,durante l'anno non ho percepito nessun reddito,sono da ritenermi a carico dei miei genitori ai sensi dellart.12 comma 1,lett.c del tur,cioè essendo a carico fiscalmente pur vivendo in un altro stato di famiglia,posso chiedere di non pagare il canone televisivo.grazie

- Commento di vincenzo (15:26 del 08/05/2013)

Salve avrei un quesito da sottorre:

nell ' anno 2012 sono stata a carico di mio padre, ma allo stesso tempo ho conseguito un reddito di 1.000,00. Domanda: anche se sono a carico di mio padre, anno 2012, devo comunque effettuare per mio conto il 730 in quanto ho da recuperare la detrazione per le spese sanitarie? Grazie in anticipo

- Commento di vito (16:22 del 24/05/2013)

vorrei sapere il significato da dare al punto 6 famigliari a carico ,nel quale leggo che concorrono al raggiungimento del reddito di 2840.51 alcune voci ma a propasito di fitto cita solo quelli assoggettati alla cedolare secca sulle locazioni.

- Commento di enzo attademo (11:39 del 28/05/2013)

salve , mia suocera vive con me con la sua pensione , la domanda è quando faccio la dichiarazione dei redditi devo comunicare anche la sua pensione ? o no?

- Commento di Michele (15:24 del 27/06/2013)

No non c'è obbligo di dichiarare i redditi dei conviventi. ai fini fiscali ognuno dichiara per se, se obbligato naturalmente.

- Risposta di Luigia Lumia (16:10 del 03/10/2013) al commento di Michele

Buongiorno, vorrei fare una domanda a proposito di persone a carico. Da circa sei mesi convivono con me la compagna ed il figlio, minorenne di 4 anni riconosciuto, del mio figlio maggiore. Non sono sposati. Mio figlio è a carico poichè non percepisce reddito. Posso mettere a carico entrambi cioè la compagna ed il figlio oppure solo il figlio ? Grazie

- Commento di Angelo (11:32 del 09/07/2013)

puo' considerare a carico il figlio e il nipote, ma non la compagna

- Risposta di Luigia Lumia (16:09 del 03/10/2013) al commento di Angelo

Avrei una domanda: Se un contribuente ha un reddito di 1.900 euro annui e ovviamente è a carico del coniuge, i figli possono esser messi a carico ad entrambi al 50% nonostante un coniuge risulti a carico dell'altro? (ovviamente vorrei fare questa operazione in quanto il suddetto reddito di 1.900 euro è il frutto di una locazione di un immobile e quindi va tassato). Grazie

- Commento di Anna (19:12 del 24/09/2013)

secondo me si puo' fare non mi risultano controindicazioni, i figli possono essere tutti a carico da parte del coniuge che ha il reddito piu' alto ma è na facolta, il 50% è la regola. e il coniuge se ha meno di 2840 puo essere a carico dell'altro coniuge...

- Risposta di Luigia Lumia (16:05 del 03/10/2013) al commento di Anna

Mia moglie la prossima settimana comincerà a lavorare.Cosa devo fare riguardo alle detrazioni coniuge a carico e per gli assegni familiari?Grazie

- Commento di luca (22:40 del 04/10/2013)

Una domanda Comme devo fare per prendere a carico mia madre,residente con me e senza nesun redito? comme devo procedere per risultare che e a mio carico? Il mio datore di lavoro non lo sa,neanche il suo consulente di lavoro,che secondo me e pagato per niente. Devo compilare un modulo? Dove lo devo portare? Qualquno mi ilumina in questa situazione per favore.

- Commento di george (13:04 del 09/10/2013)

Devi compilare il modello ANF/DIP e il modello di richiesta delle detrazioni fiscali. Questi una volta compilati li devi consegnare al tuo datore di lavoro.

- Risposta di Angy (18:04 del 11/10/2013) al commento di george

buona sera anche io avrei una domanda da fare se qualcuno gentilmente mi puo rispondere sono separato da circa 10 anni e davo un assegno alla moglie di 700 euro al mese di mantenimento ma solo per i primi 5 anni dato che da cinque anni che sono disoccupato e non posso piu concedere nessun importo considerando anche che la mia ex moglie non ha mai lavorato e sempre stata casalinga fino a tutto oggi non ha mai versato contributi morale della favola puo chiedere qualche assegno sociale o qualche tipo di sussidio? considerando che ha solo 55 anni disoccupata da sempre e senza nessun reddito? anche se siamo separati vorrei tanto aiutarla ma non so cosa fare. grazie se mi rispondete

- Commento di antonino (22:19 del 17/10/2013)

purtroppo non mi risulta ci sia nessun sussidio.

- Risposta di Luigia Lumia (09:45 del 21/10/2013) al commento di antonino

Sono un'impiegata, separata legalmente con figlia maggiorenne, studentessa, che convive con me (il padre gli passa gli alimenti. Vivo in casa d'affitto, mi mantengo da sola: vorrei sapere se mi spetta la detrazione a carico della figlia al 100%).

- Commento di Marina (10:38 del 25/10/2013)

Buongiorno,
In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la detrazione spetta, in mancanza di accordo tra le parti, nella misura del 100 per cento al genitore affidatario oppure in caso di affidamento congiunto nella misura del 50 per cento ciascuno.
Anche in questo caso, i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato; tale possibilità permette di fruire per intero della detrazione nel caso in cui uno dei genitori abbia un reddito basso e quindi un’imposta che non gli consente di fruire in tutto o in parte della detrazione.
Se un genitore fruisce al 100 per cento della detrazione per figlio a carico, l’altro genitore non può fruirne.

- Risposta di Claudia Tossani (11:28 del 20/11/2013) al commento di Marina

Salve, volevo sapere se con il limite di 2840 bisogna fare riferimento al reddito annuo lordo ovvero il quadro B1 del mod. CUD oppure bisogna fere riferimento al'imponibile previdenziale? grazie

- Commento di anna (18:45 del 13/11/2013)

Bisogna fare riferimento al reddito complessivo (somma di tutti i redditi percepiti), al lordo degli oneri deducibili.

- Risposta di Claudia Tossani (11:22 del 20/11/2013) al commento di anna

salve avrei un quesito da propore,sono sposato da 5 anni con una brasiliana da poco ha ricevuto la cittadinanza italiana sia lei che il figlio.lei non ha mai lavorato qui in italia,lavoro solo io con uno stipendio di 1300,00€mensili compreso asf di tutti e tre ,lei,ilsuo figlio ed il piu piccolo di 4anni avuto in comune la domanda è,posso avere detrazioni fiscali sul 730 dal piu grande visto e considerato che è a mio carico al 100% risulta sullo stato di famiglia se non è possibile cosa posso fare ?

- Commento di carolina rosane (13:44 del 16/11/2013)

Buongiorno,
la detrazione spetta per intero ad uno solo dei genitori quando l’altro genitore è fiscalmente a carico del primo.

- Risposta di Claudia Tossani (11:31 del 20/11/2013) al commento di carolina rosane

salve volevo sapere essendo che io e mio marito non lavoriamo da 2 anni non percepiamo niente e ho tre figli posso mettere i miei fili a carico di mio padre visto che io abito in lombardia e mio padre a napoli i miei figli perdono la residenta in lombardia e tutto grazie

- Commento di genny (12:01 del 08/12/2013)

Volevo sapere se l'assegno di mantenimento che due fratelli erogano a un terzo fratello celibe, è soggetto a imposizione fiscale per lui che lo riceve. Ovviamente il fratello che lo riceve è celibe senza figli e i genitori sono deceduti. Grazie.

- Commento di Stefano (10:39 del 22/12/2013)

Buongiorno, leggendo l'argomento dei famigliari a carico vorrei porre un quesito: vivo con mia madre e miei due fratelli; io e mia madre percepiamo redditi, mentre i miei due fratelli sono a carico di mia madre e sono studenti. Siccome dovrò pagare io le rette universitarie di uno dei miei fratelli, posso metterlo a carico mio per recuperare le spese? Resto in attese, grazie mille in anticipo. Cordiali saluti. Bernadette

- Commento di Bernadette (16:46 del 15/01/2014)

Ciao a tutti mi chiamo Graziano,mi chiedevo se un disoccupato può avere la moglie ed il figlio a carico anche se la moglie è una libera professionista che non supera però i 2840 euro di reddito

- Commento di Graziano Asione (20:41 del 21/01/2014)

Salve una domanda sono legalmente separato ma per motivi economici sto tornando a vivere con mia mogli durante la mia assenza sono andati a convivere con mia moglie anche la sorella e il figlio. Ora che rientro in questo stato di famiglia posso portare sia la sorella che il figlio come carico familiare. Grazie

- Commento di Andrea (17:10 del 24/01/2014)

salve una domanda,io e mia moglie abitiamo a casa di mia nonna e sullo stato di famiglia risultiamo a suo carico,lei percepisce la pensione e volevo sapere se potevo prendere l` assegno di mia moglie che non ha reddito anche se noi stiamo a carico di mia nonna che il reddito lo ha.grazie

- Commento di luigi (15:09 del 28/01/2014)

mia figlia non percepisce reddito, è residente con la nonna ed è nel suo nucleo familiare. Posso detrarre le sue spese mediche visto che provvedo ancora al suo mantenimento?

- Commento di nella (07:50 del 04/02/2014)

Buon pomeriggio, sono lavoratore dipendente e mia moglie nel 2013 ha deciso di non fittare più gli appartamenti bensì di venderli(non riuscendoci).Ora posso metterla a carico mio visto che da gennaio 2013 ad oggi il suo reddito si è azzerato? Posso già iniziare a dichiarare ora o vale ancora la dichiarazione dei redditi fatta a Giugno 2013?

Grazie.

- Commento di Giovanni (15:04 del 04/02/2014)

Mia moglie è a mio carico. Abbiamo un figlio dal suo precedente matrimonio che ad oggi risulta nel mio stato di famiglia. Mia moglie non percepisce nessun assegno ed il padre del bambino non passa ormai più da anni gli alimenti al figlio. Vorrei sapere se tale figlio deve essere considerato a mio carico. Grazie

- Commento di Antonio (19:54 del 09/02/2014)

Sono un pensionato, sono a mio carico mia moglie, mio figlio invalido, la moglie, che convivono con me, e altri due figli che hanno la residenza fuori ma non lavorono e sono a mio carico, non ci sono sgravi particolari?

- Commento di Renato (12:02 del 10/03/2014)

mia moglie guadagna € 2500 annui quante tasse devo pagare in piu dal mio reddito grazie

- Commento di carmine (19:02 del 21/03/2014)

Salve, ho bisogno di un'informazione urgente. Mia mamma percepisce la pensione di reversibilità da quando mio padre è venuto a mancare; ci è stato però comunicato che si tratta di una pensione minima a trattenute zero (sinceramente non so se l'informazione sia corretta o meno). Sino al 2010 io e mia sorella eravamo iscritte all'Università e quindi eravamo a carico di mia madre. Da quando mia sorella si è sposata non compare più nel CUD dell'INPS. Io, invece, avendo prodotto reddito lo scorso anno, ho ricevuto il CUD relativo ai redditi del 2013. Ora mia mamma si è recata al CAF per richiedere l'ISEE e ha presentato entrambi i CUD, il mio e il suo. Leggendo i dati presenti nel suo CUD mi sono però resa conto che io compaio ancora nel carico fiscale di mia madre. Ora mi chiedo: mia madre è tenuta a presentare il 730? Oppure, trattandosi di una pensione minima di reversibilità, basta semplicemente presentare all'Inps una richiesta per eliminare me dal carico fiscale di mia madre? Vi chiedo queste informazioni perchè il problema è stato posto a più persone e nessuno è stato capace di fornirci una risposta seria e concreta. Purtroppo, a causa dell'incompetenza di alcuni impiegati del CAF lo scorso anno quando mia madre ha chiesto l'uscita mia dal suo CUD, è stata simulata una finta richiesta fatta all'INPS, e invece dopo un anno la situazione non è cambiata. Sono molto delusa e amareggiata. Grazie mille.

- Commento di Linda (10:37 del 03/04/2014)
Scrivi un commento
I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE