Pubblicato il 10/01/2012
HOME > FISCO > IVA > Adempimenti >

Quali sono i soggetti esonerati dallo spesometro?

Contribuenti minimi e amministrazioni pubbliche esonerati dallo spesometro

Secondo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate con la circolare 24/E/2011 possono essere considerati esonerati dallo spesometro i soggetti aderenti al regime dei contribuenti minimi, visto che sono esonerati da qualsiasi obbligo Iva, tranne quello di certificazione dei corrispettivi; (chiarito anche nel provvedimento 185820 del 22.12.2011 dell'Agenzia delle Entrate, precisando che per chi si avvale del regime di vantaggio fiscale è previsto l’esonero dallo spesometro e dall’obbligo di comunicazione di eventuali operazioni con i Paesi black list).

Con il Provvedimento 2011/92846 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 21.06.2011 sono escluse dallo spesometro le Amministrazioni pubbliche. Pertanto, lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni e gli altri organismi di diritto pubblico non sono obbligati ad inviare all’Agenzia delle Entrate i dati delle operazioni rilevanti ai fini Iva. La ragione dell’esclusione è dovuta alle particolari modalità di tenuta della contabilità previste in capo a questi soggetti, che rende difficile e onerosa l’individuazione delle operazioni da segnalare.

Su questo argomento ti possono interessare anche questi prodotti:
Scaricalo subito a 29,90 €
File excel per la gestione fiscale del nuovo regime Forfetario in vigore dal 2015, dalla verifica dei requisiti di accesso al calcolo della convenienza

Commenti

sono presidente di una societa' sportiva a cui un titolare di commercio ha contribuito con fatture da euro 2.080 iva esclusa per quattro mesi e euro 2.500 iva esclusa per otto mesi devo effettuare la comunicazione all'Agenzia delle entrate del contributo?

- Commento di ASD ROCAMORICE (17:02 del 30/01/2012)
Scrivi un commento
I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE