Legge di Stabilità 2014: mini condono sulle cartelle esattoriali

cartelle-esattoriali

Mini condono sulle cartelle esatoriali per chi effettua il versamento entro il 28 febbraio 2014. La novità è contenuta nella Legge di Stabilità 2014.

La Legge di Stabilità per l’anno 2014, dopo un lungo iter parlamentare, è entrata in vigore il 1° gennaio 2014. Sono molte le novità in capo fiscale introdotte dal provvedimento legislativo.

In questo articolo parleremo del mini condono concesso sulle cartelle esattoriali. Si tratta di una piccola agevolazione concessa ai contribuenti, i quali possono estinguere il proprio debito nei confronti dell’Erario godendo di una riduzione. Il beneficio concesso si sostanzia nell’esclusione degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo e negli interessi di mora, e nelle somme dovute a titolo di remunerazione per l’attività di riscossione. In parole più semplici, il contribuente andrà a pagare soltanto la quota capitale più le sanzioni.

Gli atti che possono godere dell’agevolazione sono i ruoli emessi da uffici statali, agenzie fiscali, regioni, province e comuni, affidati in riscossione all’Agente della Riscossione entro la data del 31 ottobre 2013. Possono godere del beneficio anche le somme dovute a seguito di avvisi di accertamento esecutivi emessi dalle agenzie fiscali e affidati alla riscossione fino al 31 ottobre 2013.

Per poter accedere al beneficio, i debitori dovranno però pagare l’intera somma dovuta (capitale più sanzioni) entro e non oltre il 28 febbraio 2014. A seguito del pagamento, l’Agente della Riscossione comunica all’ente creditore l’elenco dei debitori che hanno effettuato il versamento nel termine previsto (28/02/2014) e comunica altresì i codici tributi interessati dal pagamento. Entro il 30 giugno 2014, lo stesso Agente della Riscossione informa il debitore, a mezzo posta ordinaria, dell’avvenuta estinzione del debito.

Infine, è stato previsto che per consentire il versamento delle somme dovute entro il 28 febbraio, l’attività di riscossione coattiva dei ruoli medesimi è sospesa fino al 15 marzo 2014; per lo stesso periodo sono sospesi i termini di prescrizione. Ricordiamo che i debiti sorti nei confronti dell’Erario, qualora non estinti dal contribuente nei tempi ordinari, diventano oggetto di recupero. Il recupero avviene in due fasi. Dapprima l’ente creditore emette l’avviso di accertamento, invitando il contribuente a pagare quanto dovuto, più sanzioni ed interessi. Generalmente il termine per effettuare il pagamento è di 30 giorni dalla notifica dell’atto. Se si assolve l’obbligo entro tale termine, inoltre, è previsto uno sconto sulle sanzioni. Se anche a seguito dell’emissione dell’avviso di accertamento il contribuente risulta inadempiente, allora l’ente creditore si avvale dell’assistenza degli Agenti della Riscossione.

Gli agenti della riscossione sono organismi che prendono in carico i crediti vantati dall’amministrazione statale e procedono a svolgere tutte quelle attività opportune per il recupero delle somme. L’atto attraverso il quale si sostanzia l’attività di recupero è la famosa “cartella esattoriale”, che contiene l’elenco delle somme dovute dal contribuente, maggiorate di interessi e sanzioni.

La cartella esattoriale contiene anche l’aggio di riscossione, ossia il compenso spettante all’agente della riscossione per l’attività di recupero svolta.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>




Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti, è iscritto all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania. Specializzato in economia aziendale, contabilità e bilancio, opera nell’ambito della consulenza amministrativa, contabile, fiscale e del lavoro. Ha maturato una notevole esperienza nell’ambito della revisione contabile, soprattutto in aziende di credito, finanziarie, assicurazioni, industriali e commerciali. Si occupa anche di contenzioso tributario ed è consulente tecnico del giudice. Dal 2013 collabora con l’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania sulle tematiche relative alla legislazione e alle politiche fiscali del territorio. Impegnato in parrocchia e nel volontariato, è attento conoscitore dei riti liturgici. Amante della musica classica, svolge anche il servizio di organista nella propria parrocchia”.

Archivio

Ultimi Articoli

Speciale IMU

Ultimi commenti

  • User AvatarLuigia Lumia
    Sul Blog non si chiede se si possono fare domande..... si fanno e poi se possiamo rispondiamo. E' sempre tutto basato sul volontariato!!!! Quindi chieda...
    23/10/2014, 10:57 AM
  • User AvatarLuigia Lumia
    La formazione del giovani è un bel problema. In una società cosi' complessa se la scuola non è all'altezza dei tempi crea solo disoccupati. Bisogna...
    23/10/2014, 10:55 AM
  • User AvatarLuigia Lumia
    Se l'importo era superiore a 12 euro si.... ma si tratta di importi cosi' modesti che io lascierei fare i conti al comune. E' piu'...
    23/10/2014, 10:39 AM
  • User AvatarLuigia Lumia
    Deve pagare al Comune direttamente perchè purtroppo l'obbligazione tributaria e a carico dell'inquilino e del proprietario separamente.
    23/10/2014, 10:37 AM
  • User AvatarLuigia Lumia
    Per chiudere la società serve il notaio. Io chiuderei e poi aprirei la nuova ditta individuale mi pare piu' semplice. Ma anche la soluzione da...
    23/10/2014, 10:36 AM
  • Tutti gli Autori del Blog




    Condizioni e Termini di utilizzoInformativa sulla PrivacyElenco dei Blogger