Agevolazioni 36%/50% per Ristrutturazioni e 55% per riqualificazione energetica: facciamo il punto

ristrutturazioni

Per le Ristrutturazioni e per il Risparmio energetico le modifiche che si susseguono sono tante e si rischia spesso di perdersi.

Vediamo in questo articolo di riepilogare  i principali adempimenti dopo la conversione del DL 83/2012 nella L. 134/2012

1) Detrazione IRPEF 36% / 50% sulle ristrutturazioni di immobili residenziali e pertinenze

E’ noto che sono agevolate solo le spese di manutenzione straordinaria (quelle di ordinaria solo sulle parti comuni condominiali), i restauri e risanamenti conservativi, le ristrutturazioni edilizie, il risparmio energetico non qualificato (se qualificato gode del 55%), le opere per interventi calamitosi (se dichiarato lo stato di emergenza), la realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, l’eliminazione di barriere architettoniche, la cablatura di edifici, il contenimento dell’inquinamento acustico, opere atte a prevenire atti illeciti da parte di terzi, opere antisismiche (vedi art. 16-bis TUIR lett. da c) a l).

E’ stata abolita nel 2011 la comunicazione preventiva a Pescara e l’indicazione in fattura del costo della manodopera.

Le spese di ristrutturazione edilizia pagate dall’1.1.2012 al 25.6.2012 godono della detrazione del 36% col limite massimo di spesa di € 48.000 per ogni unita’ immobiliare.

Le spese di ristrutturazione pagate dal 26.6.2012 al 30.6.2013 godono della maggiorazione della  detrazione al 50% (anziche’ 36%) e su di una spesa massima per ogni unita’ ristrutturata di 96.000 euro (anziche’ 48.000).

Il limite massimo di spesa va riferito ad ogni intervento, anche se prosegue nell’anno successivo, e ad ogni unita’ immobiliare.  Vale il principio di cassa per cui se i lavori sono iniziati prima del 26.6.12 ma il bonifico e’ successivo,  valgono gia’ i nuovi limiti, se invece sono stati pagati acconti prima del 26.6.12 valgono per essi i vecchi limiti.

Es.: pagato € 50.000 prima del 26.6 ed € 50.000 dopo: sui primi 50.000 si beneficia del 36% su 48.000, sui secondi 50.000 si beneficia del 50% su 48.000.

Dall’1.7.2013 si torna al 36% per una spesa massima di € 48.000, con norma permanente.

La detrazione va suddivisa sempre in 10 anni a partire dall’anno di sostenimento delle spese, certificate dall’apposito bonifico.

In caso di vendita dell’immobile l’agevolazione passa all’acquirente, salvo che in rogito non si dica il contrario.

 

2) Detrazione IRPEF-IRES 55% per risparmio energetico

L’agevolazione 55% e’ stata prorogata  fino al 30.6.2013. Dall’1.7.2013 passa al 36% come fosse una ristrutturazione, col limite di € 48.000.

Si applica anche alle imprese ma secondo il principio di competenza (anziche’ di cassa).

Dall’1.1.2012 al 31.12.2012 sono agevolate 55% anche le spese di sostituzione degli scaldacqua tradizionali con quelli a pompa di calore.  Non e’ piu’ necessario indicare separatamente in fattura il costo della manodopera.

Casi particolari. Attenzione ai pagamenti a cavallo dell’1.7.2013: se per i pagamenti anteriori abbiamo usufruito del 55% (risparmio energetico), per quelli posteriori non possiamo usufruire del 36% data l’incumulabilita’ delle due agevolazioni. Se invece i pagamenti anteriori hanno usufruito del 50% possiamo continuare col 36% per i pagamenti posteriori.

La detrazione del 55% non è applicabile all’acquisto di pannelli per la realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, ma solo alle spese di riqualificazione energetica (es.: isolamento del tetto) in quanto  il 55% non è compatibile con la tariffa incentivante.

 


11 Commenti per Agevolazioni 36%/50% per Ristrutturazioni e 55% per riqualificazione energetica: facciamo il punto

  1. Gabriele Mauro
    16/11/2012 alle 20:45

    Buona sera. Ho acquistato lo scorso mese una casa dei primi anni 60. Devo fare vari lavori di manutenzione e in particolare vorrei sapere se posso usufruire della detrazione 50 o 55% e iva al 10 sui seguenti interventi: rifacimento pavimenti con piastrelle e parquet, sistemazione infissi esistenti (pittura, sostituzione guarnizioni, sostituzione vetri con altri più performanti, rifacimento porte esterne con installazione di pannello di legno esterno ed interno).Grazie mille per l’aiuto.

    • Sergio Massa
      19/11/2012 alle 11:33

      Data la varieta’ degli interventi, Le consiglio di leggersi la Guida dell’Ag. Entrate sulle agevolazioni 50%-55%, reperibile sul sito agenziaentrate.gov.it.

  2. fabrizio972
    13/01/2013 alle 10:01

    ciao, ho accatastato un immobile di nuova costruzione nel settembre 2012, ora voglio fare una modifica, comprare un termo camino e collegarlo ad un impianto di riscaldamento già esistente funzionante tramite una caldaia a condensazione, posso usufruire della detrazione del 55% per l’acquisto e il montaggio del termo camino? grazie

    • Sergio Massa
      14/01/2013 alle 17:56

      Buonasera. Il suo quesito andrebbe piu’ propriamente rivolto ad un termotecnico.
      Io infatti non ritengo che il suo intervento possa essere annoverato tra quelli che consentono un risparmio energetico globale sull’edificio: ma se cosi’ fosse il termotecnico dovrebbe calcolare a quanto ammonta il risparmio e se puo’ quindi rientrare nell’agevolazione.
      A mio modesto avviso non rientra nemmeno
      negli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale: per
      interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale si intendono quelli
      concernenti la sostituzione, integrale o parziale, di impianti esistenti con impianti
      dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di
      distribuzione. L’agevolazione è ammessa anche per la sostituzione integrale di
      impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza o con impianti
      geotermici a bassa entalpia, ovvero le spese per interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.
      Ma si parla di sostituzione integrale, Lei invece gia’ possiede una caldaia a condensazione.
      In conclusione, non vedrei appigli per beneficiare del 55%, tuttavia un bravo termotecnico sapra’ calcolare quanto potra’ risparmiare in termini di efficienza energetica e quindi darle una risposta piu’ precisa.

  3. Filippo Elio
    27/01/2013 alle 22:18

    Vorrei un chiarimento: dato che fino al 30-6-2013 il limite massimo al costo lavori è passato ad € 96.000, e quindi superiore ad € 51.645,69, la dichiarazione (del tecnico abilitato) di esecuzione dei lavori è nuovamente necessaria? Grazie e saluti

    • Luigia Lumia
      28/01/2013 alle 12:36

      Secondo me si, perchè il limite del 51.645 non è cambiato.

  4. Gabriele
    29/01/2013 alle 10:09

    Buongiorno. Ho ristrutturato casa, rifacendo i due bagni. Che cosa posso mettere a detrazione? Sanitari, rubinetteria, piastrelle… Grazie per le info. Saluti a tutti

  5. angela angela
    12/03/2013 alle 12:11

    Buongiorno. Ho una villetta e il mese prossimo vorrei pavimentare il giardino e ridipingere il prospetto.Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione.
    Grazie

  6. giovanna
    15/03/2013 alle 10:56

    vorrei un chiarimento io e mio fratello stiamo ristrutturando una villetta della quale io sono nuda proprietaria, lui abita con me.
    mio fratello paga le pavimentazioni e la caldaia io i serramenti, naturalmente con due bonifici distinti sui nostri rispettivi conti correnti, così ognuno avrà la sua detrazione.
    Si può fare naturalmente non superando in due la soglia dei 96.000 euro ?
    Grazie

    • Luigia Lumia
      17/03/2013 alle 12:09

      Si puo’ senz’altro.
      Le riporto l’elenco di chi puo’ beneficiare della detrazione.
      Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l’inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

      il proprietario o il nudo proprietario
      il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
      l’inquilino o il comodatario
      i soci di cooperative divise e indivise
      i soci delle società semplici
      gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

      La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.

  7. MAX
    27/03/2013 alle 21:41

    Ho un piccolo dubbio…
    Puo’ il cittadino per un intervento
    di rifacimento linee acqua potabile
    e acqua sanitaria,caldaia etc per assurdo
    richiedere la detrazione del 50% anzichè quella del 55% per il risparmio energetico
    non facedo cosi alcuna comunicazione all’enea?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>




Dott. Sergio Massa, iscritto all’Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa’, imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Archivio

Ultimi Articoli

Speciale IMU

Ultimi commenti

  • User AvatarGiancarlo
    Gentile dottor Battaglia, sono un cittadino italiano che si e' trasferito in Austria per lavoro a maggio 2013. Mi trovo ora in una situazione in...
    24/10/2014, 4:59 PM
  • User AvatarFranco
    Scusate ma l'elusione in Cina esiste? Non capisco cosa consigliate per rimpatriare gli utili, da noi qui in Italia credo sia illegale. In Cina invece...
    23/10/2014, 5:06 PM
  • User Avatarpiero bertolaso
    Gentile Lettrice, riterrei utile nei casi in cui si chiede una valutazione articolata, sviluppare un breve memo. Ad esempio il recesso del socio comporta un'attenta...
    23/10/2014, 3:47 PM
  • User AvatarLuigia Lumia
    Sul Blog non si chiede se si possono fare domande..... si fanno e poi se possiamo rispondiamo. E' sempre tutto basato sul volontariato!!!! Quindi chieda...
    23/10/2014, 10:57 AM
  • User AvatarLuigia Lumia
    La formazione del giovani è un bel problema. In una società cosi' complessa se la scuola non è all'altezza dei tempi crea solo disoccupati. Bisogna...
    23/10/2014, 10:55 AM
  • Tutti gli Autori del Blog




    Condizioni e Termini di utilizzoInformativa sulla PrivacyElenco dei Blogger