Agevolazioni 36%/50% per Ristrutturazioni e 55% per riqualificazione energetica: facciamo il punto

ristrutturazioni

Per le Ristrutturazioni e per il Risparmio energetico le modifiche che si susseguono sono tante e si rischia spesso di perdersi.

Vediamo in questo articolo di riepilogare  i principali adempimenti dopo la conversione del DL 83/2012 nella L. 134/2012

1) Detrazione IRPEF 36% / 50% sulle ristrutturazioni di immobili residenziali e pertinenze

E’ noto che sono agevolate solo le spese di manutenzione straordinaria (quelle di ordinaria solo sulle parti comuni condominiali), i restauri e risanamenti conservativi, le ristrutturazioni edilizie, il risparmio energetico non qualificato (se qualificato gode del 55%), le opere per interventi calamitosi (se dichiarato lo stato di emergenza), la realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, l’eliminazione di barriere architettoniche, la cablatura di edifici, il contenimento dell’inquinamento acustico, opere atte a prevenire atti illeciti da parte di terzi, opere antisismiche (vedi art. 16-bis TUIR lett. da c) a l).

E’ stata abolita nel 2011 la comunicazione preventiva a Pescara e l’indicazione in fattura del costo della manodopera.

Le spese di ristrutturazione edilizia pagate dall’1.1.2012 al 25.6.2012 godono della detrazione del 36% col limite massimo di spesa di € 48.000 per ogni unita’ immobiliare.

Le spese di ristrutturazione pagate dal 26.6.2012 al 30.6.2013 godono della maggiorazione della  detrazione al 50% (anziche’ 36%) e su di una spesa massima per ogni unita’ ristrutturata di 96.000 euro (anziche’ 48.000).

Il limite massimo di spesa va riferito ad ogni intervento, anche se prosegue nell’anno successivo, e ad ogni unita’ immobiliare.  Vale il principio di cassa per cui se i lavori sono iniziati prima del 26.6.12 ma il bonifico e’ successivo,  valgono gia’ i nuovi limiti, se invece sono stati pagati acconti prima del 26.6.12 valgono per essi i vecchi limiti.

Es.: pagato € 50.000 prima del 26.6 ed € 50.000 dopo: sui primi 50.000 si beneficia del 36% su 48.000, sui secondi 50.000 si beneficia del 50% su 48.000.

Dall’1.7.2013 si torna al 36% per una spesa massima di € 48.000, con norma permanente.

La detrazione va suddivisa sempre in 10 anni a partire dall’anno di sostenimento delle spese, certificate dall’apposito bonifico.

In caso di vendita dell’immobile l’agevolazione passa all’acquirente, salvo che in rogito non si dica il contrario.

 

2) Detrazione IRPEF-IRES 55% per risparmio energetico

L’agevolazione 55% e’ stata prorogata  fino al 30.6.2013. Dall’1.7.2013 passa al 36% come fosse una ristrutturazione, col limite di € 48.000.

Si applica anche alle imprese ma secondo il principio di competenza (anziche’ di cassa).

Dall’1.1.2012 al 31.12.2012 sono agevolate 55% anche le spese di sostituzione degli scaldacqua tradizionali con quelli a pompa di calore.  Non e’ piu’ necessario indicare separatamente in fattura il costo della manodopera.

Casi particolari. Attenzione ai pagamenti a cavallo dell’1.7.2013: se per i pagamenti anteriori abbiamo usufruito del 55% (risparmio energetico), per quelli posteriori non possiamo usufruire del 36% data l’incumulabilita’ delle due agevolazioni. Se invece i pagamenti anteriori hanno usufruito del 50% possiamo continuare col 36% per i pagamenti posteriori.

La detrazione del 55% non è applicabile all’acquisto di pannelli per la realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, ma solo alle spese di riqualificazione energetica (es.: isolamento del tetto) in quanto  il 55% non è compatibile con la tariffa incentivante.

 


11 Commenti per Agevolazioni 36%/50% per Ristrutturazioni e 55% per riqualificazione energetica: facciamo il punto

  1. Gabriele Mauro
    16/11/2012 alle 20:45

    Buona sera. Ho acquistato lo scorso mese una casa dei primi anni 60. Devo fare vari lavori di manutenzione e in particolare vorrei sapere se posso usufruire della detrazione 50 o 55% e iva al 10 sui seguenti interventi: rifacimento pavimenti con piastrelle e parquet, sistemazione infissi esistenti (pittura, sostituzione guarnizioni, sostituzione vetri con altri più performanti, rifacimento porte esterne con installazione di pannello di legno esterno ed interno).Grazie mille per l’aiuto.

    • Sergio Massa
      19/11/2012 alle 11:33

      Data la varieta’ degli interventi, Le consiglio di leggersi la Guida dell’Ag. Entrate sulle agevolazioni 50%-55%, reperibile sul sito agenziaentrate.gov.it.

  2. fabrizio972
    13/01/2013 alle 10:01

    ciao, ho accatastato un immobile di nuova costruzione nel settembre 2012, ora voglio fare una modifica, comprare un termo camino e collegarlo ad un impianto di riscaldamento già esistente funzionante tramite una caldaia a condensazione, posso usufruire della detrazione del 55% per l’acquisto e il montaggio del termo camino? grazie

    • Sergio Massa
      14/01/2013 alle 17:56

      Buonasera. Il suo quesito andrebbe piu’ propriamente rivolto ad un termotecnico.
      Io infatti non ritengo che il suo intervento possa essere annoverato tra quelli che consentono un risparmio energetico globale sull’edificio: ma se cosi’ fosse il termotecnico dovrebbe calcolare a quanto ammonta il risparmio e se puo’ quindi rientrare nell’agevolazione.
      A mio modesto avviso non rientra nemmeno
      negli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale: per
      interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale si intendono quelli
      concernenti la sostituzione, integrale o parziale, di impianti esistenti con impianti
      dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di
      distribuzione. L’agevolazione è ammessa anche per la sostituzione integrale di
      impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza o con impianti
      geotermici a bassa entalpia, ovvero le spese per interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.
      Ma si parla di sostituzione integrale, Lei invece gia’ possiede una caldaia a condensazione.
      In conclusione, non vedrei appigli per beneficiare del 55%, tuttavia un bravo termotecnico sapra’ calcolare quanto potra’ risparmiare in termini di efficienza energetica e quindi darle una risposta piu’ precisa.

  3. Filippo Elio
    27/01/2013 alle 22:18

    Vorrei un chiarimento: dato che fino al 30-6-2013 il limite massimo al costo lavori è passato ad € 96.000, e quindi superiore ad € 51.645,69, la dichiarazione (del tecnico abilitato) di esecuzione dei lavori è nuovamente necessaria? Grazie e saluti

    • Luigia Lumia
      28/01/2013 alle 12:36

      Secondo me si, perchè il limite del 51.645 non è cambiato.

  4. Gabriele
    29/01/2013 alle 10:09

    Buongiorno. Ho ristrutturato casa, rifacendo i due bagni. Che cosa posso mettere a detrazione? Sanitari, rubinetteria, piastrelle… Grazie per le info. Saluti a tutti

  5. angela angela
    12/03/2013 alle 12:11

    Buongiorno. Ho una villetta e il mese prossimo vorrei pavimentare il giardino e ridipingere il prospetto.Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione.
    Grazie

  6. giovanna
    15/03/2013 alle 10:56

    vorrei un chiarimento io e mio fratello stiamo ristrutturando una villetta della quale io sono nuda proprietaria, lui abita con me.
    mio fratello paga le pavimentazioni e la caldaia io i serramenti, naturalmente con due bonifici distinti sui nostri rispettivi conti correnti, così ognuno avrà la sua detrazione.
    Si può fare naturalmente non superando in due la soglia dei 96.000 euro ?
    Grazie

    • Luigia Lumia
      17/03/2013 alle 12:09

      Si puo’ senz’altro.
      Le riporto l’elenco di chi puo’ beneficiare della detrazione.
      Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l’inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

      il proprietario o il nudo proprietario
      il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
      l’inquilino o il comodatario
      i soci di cooperative divise e indivise
      i soci delle società semplici
      gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

      La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.

  7. MAX
    27/03/2013 alle 21:41

    Ho un piccolo dubbio…
    Puo’ il cittadino per un intervento
    di rifacimento linee acqua potabile
    e acqua sanitaria,caldaia etc per assurdo
    richiedere la detrazione del 50% anzichè quella del 55% per il risparmio energetico
    non facedo cosi alcuna comunicazione all’enea?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Segui questo articolo

Segui gli aggiornamenti su questo articolo. Iscriviti (non è necessario aver commentato l'articolo.




Dott. Sergio Massa, iscritto all’Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa’, imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Archivio

Ultimi Articoli

Speciale IMU

Ultimi commenti

  • User AvatarAndrea Mannarà
    La legge di stabilità per il 2014 prevede che i rimborsi Irpef superiori a 4 mila euro siano sottoposti a controllo da parte dell'Agenzia delle...
    15/04/2014, 11:28 AM
  • User Avatarvalery
    AIUTO mi hanno avvertita che mi hanno pagato 177 euro in piu per tutto il 2013 , e adesso rivogliono in dietro 3400 cosi il...
    14/04/2014, 6:09 PM
  • User Avatarfederica
    grazie, le mie spese si riferiscono al periodo 2009-2011, anni in cui ho ristrutturato la mia casa. Questa nuova normativa vale anche per me o...
    14/04/2014, 2:45 PM
  • User Avatarcristina
    Gentile Dott.Bertolaso, qualora una sas , proprietaria di beni immobili, non ricostituisca la pluralità dei soci e si trasformi in ditta individuale quale imposte ipo-cat...
    13/04/2014, 10:44 AM
  • User AvatarAndrea Mannarà
    I lavori di giardinaggio non sono ricompresi tra quelli agevolabili.
    12/04/2014, 11:50 AM
  • mynet mynet sohbet

    Tutti gli Autori del Blog




    Condizioni e Termini di utilizzoInformativa sulla PrivacyElenco dei Blogger

    istanbul evden eve nakliyat istanbul nakliyat evden eve nakliyat istanbul Evden Eve Nakliyat acibadem Evden Eve Nakliyat sisli Evden Eve Nakliyat Aksaray Evden Eve Nakliyat arnavutkoy Evden Eve Nakliyat Bahcelievler Evden Eve Nakliyat avcilar Evden Eve Nakliyat Beykoz Evden Eve Nakliyat